Antonino di Maio procuratore Trani
Antonino di Maio procuratore Trani

Antonino Di Maio è il nuovo procuratore di Trani

Via libera del plenum del Consiglio superiore della magistratura

Il plenum del Consiglio superiore della magistratura ha conferito l'incarico di procuratore della Repubblica di Trani ad Antonino Di Maio. La proposta era stata avanzata lo scorso mese di febbraio dalla quinta commissione del Csm che, a maggioranza, aveva indicato Di Maio quale successore di Carlo Maria Capristo, a capo degli uffici inquirenti di Palazzo Torres fino all'aprile dell'anno scorso ed attualmente al vertice della Procura di Taranto. Dalla sua nomina, la reggenza degli uffici tranesi era spettata all'aggiunto Francesco Giannella.

Di Maio, 51 anni, arriva a Trani dalla Procura di Roma dove è sostituto procuratore. È stato pm anche a Nicosia, a Napoli e a Santa Maria Capua Vetere, «in diverse ed eterogenee regioni d'Italia» - si legge nel verbale del plenum - ed «ha avuto modo di trattare numerose materie giuridiche, sia di carattere ordinario, sia di profilo altamente specializzato». Tra i parametri nel "merito" che hanno portato alla scelta di Di Maio a prevalere sugli altri candidati, anche il fatto che «è stato applicato alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Messina con assegnazione delle indagini residue ed il coordinamento del processo c.d. Mare Nostrum. Si trattava di un processo per associazione di stampo mafioso con 575 imputati, nel cui ambito erano contestati 51 omicidi, diversi sequestri di persona, numerosissimi reati di estorsione ed altri reati contro il patrimonio". Di particolare rilievo è la nomina nell'agosto del 2003 a "membro del Council for Police Matters», con provvedimento del Consiglio d'Europa.
  • Procura Trani
Altri contenuti a tema
Scandalo nella Procura di Trani, tra gli indagati anche un professionista di Molfetta? Scandalo nella Procura di Trani, tra gli indagati anche un professionista di Molfetta? L'indiscrezione lanciata da "Il Fatto Quotidiano" e da "La Gazzetta del Mezzogiorno"
Operazione "Sunflower": ai fratelli Ciccolella l'accusa di presunta truffa sul fotovoltaico Operazione "Sunflower": ai fratelli Ciccolella l'accusa di presunta truffa sul fotovoltaico Sequestrati beni per 8 milioni: si tratta di tre grandi impianti destinati a serre a Terlizzi
Frode e truffa in un appalto: secondo la Procura danni per 400 mila Euro al Comune Frode e truffa in un appalto: secondo la Procura danni per 400 mila Euro al Comune L'Ente si costituirà parte civile nel processo davanti al Tribunale di Trani
Schiuma, fanghi e liquami: Torre Calderina finisce di nuovo in Procura Schiuma, fanghi e liquami: Torre Calderina finisce di nuovo in Procura Salvemini: «La città metropolitana e la regione devono intervenire con urgenza»
Il pubblico ministero del processo sul porto trasferito a Roma Il pubblico ministero del processo sul porto trasferito a Roma Il Csm accoglie la richiesta del magistrato Antonio Savasta
© 2001-2019 MolfettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
MolfettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.