Un Tribunale
Un Tribunale
Cronaca

Accusa: rapina. Assolto «per non aver commesso il fatto»

Gianfranco Del Rosso, di Molfetta, era stato accusato di aver rapinato la sala slot Izi Play di corso Fornari

Assolto «per non aver commesso il fatto». Assolto, però, dopo oltre un anno trascorso in custodia cautelare. Gianfranco Del Rosso, 30 anni, di Molfetta, era stato stato accusato di una rapina a mano armata.

L'episodio risale al 28 luglio 2017, quando tre rapinatori, tutti travisati e armati di pistola e coltello, fecero irruzione nella sala slot Izy Play, lungo corso Fornari. In totale riuscono a rapinare una somma di 4.700 euro, prelevata da un apparecchio cambiamonete. Dopo il furto, infine, si dileguarono a bordo di una Lancia Lybra, guidata da un quarto complice.

Gianfranco Del Rosso fu arrestato il 1 agosto 2017 dai Carabinieri della Compagnia di Molfetta in esecuzione di un'ordinanza di custodia cautelare in carcere. Ad emettere il documento restrittivo fu il giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Trani che lo accusò di essere il presunto autore della rapina compiuta ad Izi Play, ma dietro le sbarre trascorse solo qualche giorno.

Il Tribunale del Riesame, infatti, durante l'interrogatorio di garanzia, accolse in pieno il ricorso degli avvocati Michele Salvemini e Michele Germinario ed annullò l'ordinanza di custodia cautelare a carico dell'uomo per la sopravvenuta mancanza di gravi indizi di colpevolezza. Nel ricorso, i due legali addussero vari elementi di prova a discarico del proprio assistito, che fu così rimesso in libertà.

Le indagini dei militari, però, proseguirono senza sosta. Ed a seguito di un'attività investigativa, il Tribunale di Trani ordinò nuovamente la custodia cautelare, in accoglimento degli elementi probatori assunti in corso d'indagine. Così il 21 ottobre 2017 i Carabinieri della Compagnia di Molfetta lo arrestarono per la seconda volta in soli tre mesi, prima di condurlo nel carcere di Trani. Fu il penultimo capitolo di un lungo iter.

L'ultimo atto si è celebrato ieri presso il Tribunale di Trani, davanti al presidente Marina Chiddo, dove gli avvocati Michele Salvemini e Michele Germinario hanno provato la completa estraneità del proprio assistito, definitivamente assolto «per non aver commesso il fatto».
  • Rapine Molfetta
  • Gianfranco Del Rosso
Altri contenuti a tema
Tentato assalto a portavalori tra Bitonto e Molfetta, chiusa l'A14 Tentato assalto a portavalori tra Bitonto e Molfetta, chiusa l'A14 Chiuso al traffico il tratto autostradale all’altezza del chilometro 662. Sul posto Vigili del Fuoco e Polizia Stradale
3 Una scarica di botte al Queens. Aggrediti per un panettone Una scarica di botte al Queens. Aggrediti per un panettone Titolare e dipendenti picchiati selvaggiamente da due uomini: serrate indagini dei Carabinieri
Arrestato per scippi e rapine seriali, ora ritenuto autore di altri 10 colpi Arrestato per scippi e rapine seriali, ora ritenuto autore di altri 10 colpi Un 51enne di Barletta, fermato nei giorni scorsi dai Carabinieri, avrebbe colpito ancora a Molfetta
Banche: in calo le rapine nei primi 9 mesi del 2020 Banche: in calo le rapine nei primi 9 mesi del 2020 Nei primi 9 mesi del 2020 sono state solo 7 contro le 17 dell'anno prima. Il calo è del 58,8%
Rapinatori di Rolex: braccati dalla Polizia Locale, fuggono a piedi. Auto recuperata Rapinatori di Rolex: braccati dalla Polizia Locale, fuggono a piedi. Auto recuperata Serata movimentata per una volante del Comando. Il colpo in corso Alighieri, vittima un commerciante 70enne. Poi la fuga
1 Chiede informazioni sul nuovo porto, ma è una scusa per sfilargli la catenina d'oro Chiede informazioni sul nuovo porto, ma è una scusa per sfilargli la catenina d'oro L'episodio è avvenuto in viale dei Crociati. Negli ultimi mesi c'è stato un caso analogo con le stesse modalità
Armati di pistola rapinano la sala slot Win Time Slot&Videolottery Armati di pistola rapinano la sala slot Win Time Slot&Videolottery Il colpo nella notte fra sabato e domenica: indagano i Carabinieri. È caccia ai malviventi. Acquisiti i filmati delle telecamere
"Halloween", Cassazione annulla sentenza di condanna: 32enne torna in libertà "Halloween", Cassazione annulla sentenza di condanna: 32enne torna in libertà Accolto il ricorso presentato dall'avvocato Michele Salvemini. Inammissibili i ricorsi presentati per altre 8 persone
© 2001-2021 MolfettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
MolfettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.