Figli
Figli
"Furbo"... chi Legge!

Genitori separati e visita ai figli al tempo del Coronavirus: la Faq del Governo

Sul tema anche la commissione famiglia dell'Unione Nazionale delle Camere Civili

Il diritto di visita del genitore non convivente ai figli al tempo del Coronavirus resta tema di stretta attualità.
Emergenza nell'emergenza se si considera che i dubbi e le perplessità nascono dalle norme limitanti gli spostamenti disposte per evitare assembramenti e uscite così da contenere i contagi e la diffusione del Covid 19.

In questa rubrica qualche giorno fa avevamo già trattato il tema ribadendo che il principio fondamentale resta sempre quello di garantire e preservare il diritto alla bigenitorialità del figlio tanto all'interno dell'autocertificazione era possibile giustificare come motivo di necessità l'uscita da casa per andare a incontrarlo.
Tuttavia non ci si poteva esimere anche dall'esame del provvedimento del Tribunale di Bari che a proposito di un genitore residente in comune diverso da quello del figlio, sospendeva le visite ritenendo preminente il diritto alla salute del minore e, allo stesso tempo, impartiva al genitore convivente di incentivare ogni contatto attraverso i mezzi di comunicazione (a tal proposito è però opportuno precisare che sempre il genitore convivente deve agevolare il diritto di visita dell'altro genitore).

A fare ulteriore chiarezza è giunta anche una spiegazione del Governo.
La Presidenza del Consiglio dei Ministri, infatti, ha precisato che: "Gli spostamenti per raggiungere i figli minorenni presso l'altro genitore o comunque presso l'affidatario, oppure per condurli presso di sé, sono consentiti anche da un Comune all'altro. Tali spostamenti dovranno in ogni caso avvenire scegliendo il tragitto più breve e nel rispetto di tutte le prescrizioni di tipo sanitario (persone in quarantena, positive, immunodepresse etc.), nonché secondo le modalità previste dal giudice con i provvedimenti di separazione o divorzio o, in assenza di tali provvedimenti, secondo quanto concordato tra i genitori".

La precisazione è chiarissima.
Nell'attuazione pratica essa non può ovviamente prescindere dal buon senso dei genitori, buon senso che dovrebbe essere sempre al centro dei rapporti in presenza di figli anche quando la coppia scoppia.
A tale proposito un vero e proprio vademecum, che può prendersi come esempio, è stato stilato dalla commissione famiglia dell'Unione Nazionale delle Camere Civili.
Pertanto se c'è un provvedimento del giudice che dispone il diritto di visita dilazionato in più giorni (ad esempio due o tre mattine e/o pomeriggi alla settimana) si può anche decidere di accorparli così da razionalizzare gli spostamenti. Se, invece, i rapporti non sono disciplinati da un provvedimento del Tribunale è compito ancora dei genitori di mettere in atto buon senso e razionalizzare spostamenti ed esposizioni dei minori.

PER MAGGIORI INFORMAZIONI: https://www.facebook.com/StudioLegaleMariaMarino/
  • Coronavirus
Altri contenuti a tema
Coronavirus, altri 108 contagi in Puglia: i positivi ora sono più di duemila Coronavirus, altri 108 contagi in Puglia: i positivi ora sono più di duemila Si registra anche un decesso nella Bat
Coronavirus, 63 nuovi contagi in Puglia su più di 4000 tamponi Coronavirus, 63 nuovi contagi in Puglia su più di 4000 tamponi A Molfetta resta un solo caso di positività
Coronavirus: a Molfetta i casi scendono da tre a uno Coronavirus: a Molfetta i casi scendono da tre a uno Annuncio del sindaco. L'invito resta sempre alla massima attenzione
Coronavirus, 103 nuovi contagi in Puglia nelle ultime 24 ore Coronavirus, 103 nuovi contagi in Puglia nelle ultime 24 ore Si registra anche un decesso in provincia di Bari
Emergenza Covid: a Molfetta la Città Metropolitana cerca altre 4 aule per le scuole Emergenza Covid: a Molfetta la Città Metropolitana cerca altre 4 aule per le scuole Bando per la locazione: necessari oltre 300 metri quadrati
La Puglia fa registrare altri 76 contagi di Coronavirus La Puglia fa registrare altri 76 contagi di Coronavirus Nelle ultime 24 ore ben 4677 tamponi effettuati
Coronavirus in Puglia, 61 positivi nelle ultime 24 ore. Nessuna novità a Molfetta Coronavirus in Puglia, 61 positivi nelle ultime 24 ore. Nessuna novità a Molfetta Oltre ai nuovi contagi si registrano due decessi in provincia di Taranto
Coronavirus, il bollettino della Puglia: 83 nuovi positivi Coronavirus, il bollettino della Puglia: 83 nuovi positivi Sono 56 quelli registrati nella sola provincia di Bari
© 2001-2020 MolfettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
MolfettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.