carcassa tartaruga decapitata
carcassa tartaruga decapitata

Tartarughe rinvenute decapitate, ci sono già dei sospettati?

L'indiscrezione è lanciata dalla versione online del quotidiano "La Stampa"

Elezioni Regionali 2020
Il rinvenimento di almeno 5 carcasse di tartarughe della specie caretta caretta (a rischio estinzione e dunque protette dalla legge, ndr), decapitate sul litorale che da Bari passa per Molfetta e arriva a Trani è ormai fatto di cronaca nazionale.

Come già anticipato nelle scorse ore (clicca qui), a lanciare il grido d'allarme è stato Pasquale Salvemini e il WWF Puglia a cui ha fatto seguito anche la presa di posizione dell'assessore all'Ecologia della Regione Puglia, Gianni Stea. Adesso, però, trapela una indiscrezione: ci sarebbero dei soggetti sospettati di essere gli autori di questi gesti. A rivelarlo è l'edizione online del quotidiano "La Stampa".

«Da più parti mi è stato riferito che alcuni pescatori hanno affermato che, quando trovano questi esemplari, tagliano loro la testa. All'inzio ho pensato fosse uno scherzo. I fatti degli ultimi giorni, invece, dimostrano il contrario», ha raccontato al giornale Pasquale Salvemini che pure sottolinea come la maggioranza dei pescatori siano persone oneste che collaborano proprio per la salvaguardia delle specie, allertando il centro di recupero tartarughe marine di Molfetta appena rinvengono un esemplare.

Decisivo si sta rivelando anche il lavoro e l'attenzione della Guardia Costiera che, allertata, si è messa subito all'opera per individuare chi è stato in grado di compiere un gesto così barbaro.
  • WWF Puglia
Altri contenuti a tema
1 Gazze cadono dal nido e volano per 12 metri. Soccorse dal WWF Gazze cadono dal nido e volano per 12 metri. Soccorse dal WWF Vano l'intervento dei Vigili del Fuoco. Salvemini: «Nidi e uccellini vittime della potatura degli alberi»
Una gallinella d’acqua, un riccio e un rondone salvati dal WWF Una gallinella d’acqua, un riccio e un rondone salvati dal WWF Recuperati dai volontari nel centro di Molfetta. Tanta curiosità per il piccolo e colorato uccello
Uccelli migratori in difficoltà: una nitticora salvata dal WWF Uccelli migratori in difficoltà: una nitticora salvata dal WWF L'uccello della famiglia degli ardeidi è stato soccorso in corso Umberto
Mare rosso a Molfetta, un'alga fa cambiare il colore dell'Adriatico Mare rosso a Molfetta, un'alga fa cambiare il colore dell'Adriatico Il fenomeno è provocato dalla fioritura della Noctiluca miliaris, innocua per l'essere umano. Di notte è bioluminescente
Acque reflue nelle campagne di Molfetta, la denuncia del WWF Acque reflue nelle campagne di Molfetta, la denuncia del WWF Problemi al depuratore, sott'acqua centinaia di ulivi. Salvemini: «Ingenti i danni provocati dal marciume radicale»
Delfino morto, l'animale incastrato tra gli scogli del lungomare Colonna Delfino morto, l'animale incastrato tra gli scogli del lungomare Colonna Il cetaceo è stato ritrovato in avanzato stato di decomposizione. Ha una corda legata alla pinna caudale
1 Potature sotto accusa nella Villa Comunale: «Mettono a rischio i nidi» Potature sotto accusa nella Villa Comunale: «Mettono a rischio i nidi» Il WWF e i Carabinieri Forestali hanno fermato il taglio degli alberi. La rabbia di Salvemini
Paura in casa: trovano una serpente e danno l'allarme, ma è innocuo Paura in casa: trovano una serpente e danno l'allarme, ma è innocuo Si tratta di un biacco, un esemplare non velenoso. I volontari del WWF hanno catturato il rettile per poi liberarlo
© 2001-2020 MolfettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
MolfettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.