Il pappagallo recuperato dai volontari del WWF Puglia
Il pappagallo recuperato dai volontari del WWF Puglia
Cronaca

Pappagallo ritrovato in un lido: il WWF cerca il proprietario

Un esemplare di parrocchetto monaco tutelato dalla normativa Cites provvisto di anello di identificazione

I volontari del WWF Puglia, su segnalazione di alcuni cittadini, hanno recuperato un esemplare di parrocchetto monaco, un pappagallo originario del sud America e molto diffuso alle nostre latitudini grazie alla sua facilità di adattamento, che si era spinto all'interno di un lido sulla costa fra i comuni di Giovinazzo e Molfetta.

Il parrocchetto monaco, un esemplare di uno sfarzoso verde brillante, con il petto grigio-brunastro, è un tipo di pappagallo domestico tra i più popolari. Si tratta di un pappagallo originario del sud America ma, da alcuni esemplari riusciti a sfuggire alla cattività, si sono create varie colonie in Europa. Anche in Italia, specie a Molfetta, ci sono numerose popolazioni e colonie folte di monaci in varie zone che nidificano e mostrano una elevata capacità di adattamento al nostro habitat.

I volontari del WWF, guidati dal referente regionale Pasquale Salvemini, hanno constatato che l'animale, tutelato dalla normativa Cites, era in buone condizioni di salute, socievole, seppur disorientato - forse smarrito da una settimana -, ed era provvisto dell'anello di identificazione (SK 20 60, nel numero mancano le ultime tre cifre, nda) rilasciato da un allevatore sloveno. Inoltre sono stati avvisati i Carabinieri del Nucleo Cites di Bari per verificare eventuali denunce di smarrimento.

Attualmente l'uccello si trova presso il rifugio del locale WWF in attesa che il legittimo proprietario prenda contatti al numero 346.60.62.937 al fine di acquisirne nuovamente il possesso. Pertanto il WWF invita coloro i quali siano in possesso del certificato Cites e dell'identificativo SK 20 60 a mettersi in contatto con loro.
  • WWF Puglia
  • Pappagalli verdi Molfetta
Altri contenuti a tema
Prosegue l'attività del Centro di recupero WWF per tartarughe marine di Molfetta Prosegue l'attività del Centro di recupero WWF per tartarughe marine di Molfetta Diversi programmi di studio sono stati avviati in collaborazione con Istituti universitari italiani e stranieri
Al lavoro per pulire cala San Giacomo, trovano 15 grammi di eroina Al lavoro per pulire cala San Giacomo, trovano 15 grammi di eroina La scoperta, domenica, nel corso di Ri-Party-Amo, il progetto nazionale del Wwf. Sul posto i Carabinieri
Torna Ri-Party-Amo: a Molfetta l'unica tappa in Puglia Torna Ri-Party-Amo: a Molfetta l'unica tappa in Puglia L'appuntamento per la pulizia delle spiagge è all'oasi San Giacomo. L'iniziativa è promossa dal Wwf Italia
Soccorso un gabbiano reale in via Cavallotti Soccorso un gabbiano reale in via Cavallotti L'esemplare, recuperato su un balcone, è stato soccorso dai volontari del WWF. Sul posto anche la Polizia Locale
Deteneva illegalmente sei pappagalli: denunciato un 63enne Deteneva illegalmente sei pappagalli: denunciato un 63enne Gli animali sono stati sequestrati: mancavano i documenti. La sua difesa: «Li ho salvati, erano caduti dai nidi»
Serpente in un condominio, recuperato dai volontari del WWF Serpente in un condominio, recuperato dai volontari del WWF Si tratta di un biacco, un esemplare non velenoso. Il rettile è stato poi liberato all'interno del Pulo
Poiana finita in mare: salvata dai bagnanti e dal WWF Poiana finita in mare: salvata dai bagnanti e dal WWF Il rapace, visibilmente sofferente, era precipitato in acqua. Sarà curato dai volontari
Recuperato un animale esotico: è un petauro dello zucchero Recuperato un animale esotico: è un petauro dello zucchero L'animale, detto anche scoiattolo volante, è stato ritrovato a Lama Martina e affidato al WWF
© 2001-2023 MolfettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
MolfettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.