La Lega del Filo d'Oro
La Lega del Filo d'Oro

Lega del filo d'oro, i numeri dell'assistenza a Molfetta

I dati del Centro Socio Sanitario Residenziale nell'ex Preventorio

Sono all'insegna della crescita i risultati raggiunti nel 2019 dalla Lega del Filo d'Oro esposti, anche nel Bilancio di Sostenibilità distribuito per l'occasione, nel corso dell'Assemblea dei Soci, quest'anno posticipata a causa del coronavirus. Il bilancio, approvato all'unanimità, ha messo in evidenza una crescita costante in tutti i settori di attività: in primis quella delle persone assistite che sono 942 (+3,4% rispetto al 2018), di cui 648 (+6%) dalle Sedi e Servizi Territoriali, mentre i 5 Centri Residenziali hanno erogato 70.280 (+3,3%) giornate di ricovero.
Le risorse private raccolte dall'Ente nel loro complesso costituiscono circa il 70% delle entrate del bilancio, tra cui anche i lasciti testamentari e il 5x1000 che rappresentano voci rilevanti. Proprio grazie alla solidarietà di tanti la Lega del Filo d'Oro è riuscita ad aumentare e differenziare i suoi interventi rispondendo sempre più sul piano quantitativo.

Il Centro Socio Sanitario Residenziale di Molfetta ha ospitato 56 persone per 15.657 giornate di prestazione (12.777 rivolte agli ospiti residenziali e 2.880 a regime diurno), mentre il servizio territoriale è stato di riferimento per 74 persone e per le loro famiglie.
"Realizzare il Bilancio di sostenibilità è un percorso che coinvolge tanti soggetti: gli utenti e le loro famiglie, i dipendenti e i collaboratori, i volontari, i sostenitori, i fornitori, le realtà istituzionali, i territori in cui siamo presenti con i Centri, le Sedi e i Servizi Territoriali. Tale percorso ci permette di raccontare i risultati raggiunti nell'anno, ma anche a comprendere meglio l'efficacia del nostro intervento – ha dichiarato Rossano Bartoli, Presidente della Lega del Filo d'Oro – I bisogni delle persone e delle loro famiglie sono in aumento e in evoluzione anche considerando il difficile momento di emergenza sanitaria che stiamo vivendo. Per questo il nostro impegno non si ferma con l'obiettivo di continuare a dare risposte concrete".

I risultati ottenuti nel 2019 sono stati raggiunti grazie a quanti ogni giorno mettono esperienza e passione al servizio della Lega del Filo d'Oro. Nel Centro di Molfetta i dipendenti sono arrivati alla cifra di 100 unità. I volontari attivi, che rappresentano un valore fondante e una risorsa insostituibile dell'Associazione, nel 2019 sono saliti a quota 84, contribuendo al miglioramento della qualità di vita delle persone sordocieche.
Durante l'Assemblea sono state anche rinnovate le cariche istituzionali, con approvazione all'unanimità delle precedenti, che hanno riconfermato a titolo volontario il loro impegno e la loro disponibilità in favore dell'Ente.
All'Assemblea dei soci ordinaria è seguita l'Assemblea straordinaria, alla presenza del Notaio, per l'approvazione di due nuovi Statuti per il passaggio della Lega del Filo d'Oro da Associazione Onlus a Fondazione Onlus e successivamente a Fondazione ETS (Ente del Terzo Settore).
La costituzione della Fondazione nasce dall'esigenza di salvaguardare tutto il patrimonio della Lega del Filo d'Oro, immateriale e materiale, inteso quindi anche come identità e finalità, così come l'assetto organizzativo, forza lavoro qualificata, strutture e attrezzature. Questo nell'ottica della prosecuzione delle attività svolte per il perseguimento degli scopi e finalità su cui si fonda lo Statuto della Fondazione stessa, ovvero l'assistenza, l'educazione, la riabilitazione, il recupero e la valorizzazione delle potenzialità residue, e il sostegno alla ricerca della maggiore autonomia possibile delle persone sordocieche e pluriminorate psicosensoriali e delle loro famiglie.
"Voglio rivolgere un doveroso grazie ai nostri sostenitori, a tutto il personale e ai volontari, alle famiglie e alle persone sordocieche, ai componenti del Comitato Tecnico Scientifico ed Etico, dei Comitati dei Familiari e delle Persone Sordocieche, all'Organismo di Vigilanza e ai Soci tutti. Un ringraziamento particolare ai colleghi del Consiglio di Amministrazione e del Collegio dei Revisori dei Conti per l'impegno, la collaborazione, l'assunzione di responsabilità, in un tempo sempre più difficile nella gestione di un Ente che ha assunto dimensioni tanto rilevanti - ha concluso il Presidente Bartoli – con l'augurio che lo spirito di agire per il bene comune che è presente nell'Associazione fin dalla sua nascita, continui per il futuro, verso il raggiungimento di nuovi obiettivi".
Il passaggio da associazione Onlus a Fondazione Onlus e successivamente a Fondazione ETS (Ente del Terzo Settore) è stato approvato all'unanimità così come la conferma dello stesso Consiglio di Amministrazione che garantirà una continuità di scopi ed intenti anche nella Fondazione, passaggio che sarà perfezionato a conclusione dell'iter di approvazione presso la Prefettura.
Oggi la Lega del Filo d'Oro è presente in dieci regioni e segue ogni anno utenti provenienti da tutta Italia svolgendo le sue attività di assistenza, educazione e riabilitazione delle persone sordocieche e pluriminorate psicosensoriali nei Centri e Servizi Territoriali di Osimo (AN), Sede principale dell'Ente, Lesmo (MB), Modena, Molfetta (BA) e Termini Imerese (PA) e nelle Sedi territoriali di Novara, Padova, Pisa, Roma e Napoli. Il nuovo Centro Nazionale, a progetto finito, permetterà all'Associazione di assistere e riabilitare un numero sempre maggiore di persone, velocizzando le valutazioni del Centro Diagnostico e aumentando i posti disponibili per i bambini che devono impostare il prima possibile un trattamento educativo-riabilitativo personalizzato.
  • Lega del Filo d'Oro Molfetta
Altri contenuti a tema
Lega del Filo d'oro: «A Molfetta punto di riferimento. Ma oggi più che mai il 5x1000 diventa fondamentale» Lega del Filo d'oro: «A Molfetta punto di riferimento. Ma oggi più che mai il 5x1000 diventa fondamentale» L'appello dell'Ente che aiuta le persone sordocieche e pluriminorate psicosensoriali
Lega del Filo d'oro: a Molfetta superate le criticità del Covid Lega del Filo d'oro: a Molfetta superate le criticità del Covid La notizia di casi di positività era stata diffusa da MolfettaViva a fine gennaio
Lega del filo d'oro, casi Covid tra personale e ospiti Lega del filo d'oro, casi Covid tra personale e ospiti Dalla struttura rassicurano: «La situazione è sotto controllo»
Lega del Filo d'oro: nel 2019 a Molfetta 74 utenti e 15.657 giornate effettive di prestazione Lega del Filo d'oro: nel 2019 a Molfetta 74 utenti e 15.657 giornate effettive di prestazione Il centro è punto di riferimento al Sud per la sordocecità e la pluriminorazione psicosensoriale
L'emergenza Coronavirus affrontata dal centro di Molfetta della Lega del Filo d'Oro L'emergenza Coronavirus affrontata dal centro di Molfetta della Lega del Filo d'Oro Le attività non si sono mai fermate in tutti i centri residenziali italiani
Lega del Filo d'Oro: nel triennio 2016-2018 a Molfetta generati 9,5 milioni di Euro di valore sociale Lega del Filo d'Oro: nel triennio 2016-2018 a Molfetta generati 9,5 milioni di Euro di valore sociale I dati raccolti dopo uno studio presentato nell'Università di Milano
Disabilità, la storia di Luca Mongelli tornato a vivere anche grazie alla Lega del Filo d'Oro Disabilità, la storia di Luca Mongelli tornato a vivere anche grazie alla Lega del Filo d'Oro Il 2 dicembre la presentazione del libro sulla vita del 24enne nel centro di Molfetta
Il 2018 della Lega del Filo d'Oro: a Molfetta assistite 135 persone sordocieche e pluriminorate psicosensoriali Il 2018 della Lega del Filo d'Oro: a Molfetta assistite 135 persone sordocieche e pluriminorate psicosensoriali 16mila giornate di prestazioni garantite nel centro molfettese
© 2001-2021 MolfettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
MolfettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.