Consiglio comunale
Consiglio comunale
Politica

La politica molfettese sempre più calda: il prossimo Consiglio Comunale cruciale

Si acuisce la crisi di maggioranza. Le opposizioni insorgono e Spaccavento si defilerebbe da candidato sindaco

E' sempre più rovente il clima della politica molfettese.

La crisi all'interno della maggioranza è ormai conclamata seppure, calcolatrice alla mano, i numeri per sopravvivere all'estate dovrebbero esserci.
Snodo cruciale sarà il prossimo Consiglio Comunale che dovrà necessariamente svolgersi entro il 6 agosto: la salvaguardia degli equilibri di bilancio va approvata entro il 31 luglio e sarebbe già arrivata dal Prefetto la diffida a provvedere con solerzia.

Non a caso il commissario del Pd locale Campanella ha annunciato la prossima seduta dell'assise il 5 agosto nell'intervista rilasciata ai nostri microfoni (https://www.molfettaviva.it/notizie/il-commissario-campanella-conferma-a-molfetta-pd-all-opposizione/) ma si resta in attesa della convocazione ufficiale.
Convocazione che arriverà dall'ancora presidente Nicola Piergiovanni, seppure invitato da Campanella a dimettersi a dimostrazione delle spaccature interne allo stesso Partito Democratico.

In Consiglio Comunale, tuttavia, il sindaco dovrebbe poter contare sui voti, oltre che dei suoi fedelissimi, anche del gruppo "Popolari Molfetta", facente riferimento a Pino Amato il quale, dimettendosi dalla carica di vice presidente del Consiglio Comunale, ha ammesso formalmente il proprio sostegno a Minervini; a sostegno del primo cittadino anche il gruppo consiliare dell'assessore Pietro Mastropasqua "Obiettivo Molfetta" e potrebbe arrivare anche il voto dello stesso Piergiovanni.

"Non è difficile unire i puntini e vedere il disegno - scrive Rifondazione Comunista in una nota - costruire una nuova coalizione trasformista con il Pd, magari con i voti di Saverio Tammacco riaccolto da Emiliano e scaricare tutte le responsabilità dello scempio politico-amministrativo di questi quattro anni solo sul "povero" Tommaso Minervini, ridando una patente di verginità immacolata al consigliere Tammacco e, soprattutto, al Partito democratico. Insomma una nuova allegra accozzaglia per dire che si è "cambiato tutto" ma proprio per non cambiare niente e continuare a farsi gli affari propri come in questi quattro anni".
"Ebbene, se è questo il disegno accarezzato anche da alcune forze che sono state all'opposizione in questi anni - prosegue la nota - diciamo subito loro che non siamo interessati a collaborare con nessuno dei responsabili del malgoverno di questi anni e che dunque ci attrezzeremo per fornire una valida alternativa alla città".
"In ultimo - chiosa Rifondazione - a ulteriore conferma, non ci sorprende che a fronte di questo disegno pazzo e scellerato di voltagabbana e trasformisti, cucinato tra Molfetta e le stanze del potere regionale occupate da Emiliano, sia venuta meno la disponibilità del dottor Spaccavento a candidarsi come sindaco di una coalizione veramente alternativa. Anche noi, come lui, non abbiamo né la faccia né lo stomaco per accompagnarci a certi soggetti politici e soprattutto promettere un cambiamento che con costoro sarebbe praticamente impossibile per Molfetta".

Ed è proprio dal gruppo del dottor Spaccavento Rinascere che arrivano altre parole dure.
"La nostra sensazione - è quanto scritto in una nota stampa - è che ormai questa esperienza politica e amministrativa sia arrivata al capolinea e continuerà a trascinarsi stancamente, in un clima da fine impero, tra continue fibrillazioni e lotte intestine, mentre la città è sempre più sporca, degradata, abbandonata a se stessa. Il nostro compito, ora, dinnanzi a questo scenario, è quello di contribuire a costruire in città una alternativa forte e credibile in grado di aprire a Molfetta, in vista delle elezioni amministrative del prossimo anno, una nuova stagione di buona politica. Non c'è più tempo da perdere".
  • amministrazione minervini
Altri contenuti a tema
Crisi amministrativa: riunione del PD. "Obiettivo Molfetta" sarebbe pronto a scrivere al Prefetto Crisi amministrativa: riunione del PD. "Obiettivo Molfetta" sarebbe pronto a scrivere al Prefetto Al vaglio l'ipotesi delle dimissioni dei consiglieri. Mancini: «Il sindaco vuole recuperare un mese di galleggiamento»
1 Mozione degli alleati per sfiduciare Minervini. A Molfetta l'amministrazione traballa di nuovo Mozione degli alleati per sfiduciare Minervini. A Molfetta l'amministrazione traballa di nuovo Alla guida ci sarebbe il gruppo di Pietro Mastropasqua. Ma anche altri consiglieri comunali sarebbero pronti a opporsi al sindaco
7 Maridda Poli (anche) al commercio, Solimini e Camporeale in Giunta. Il rimpasto dopo la Festa Patronale Maridda Poli (anche) al commercio, Solimini e Camporeale in Giunta. Il rimpasto dopo la Festa Patronale Quasi sfumata la fine in anticipo dell'amministrazione Minervini
23 Fuga dall'Afghanistan, anche Molfetta pronta ad accogliere profughi Fuga dall'Afghanistan, anche Molfetta pronta ad accogliere profughi L'amministrazione comunale ha risposto alla chiamata del ministero dell'Interno
1 Salta il Consiglio Comunale, Zanna e de Candia contro l'amministrazione. Mancini attacca il sindaco Salta il Consiglio Comunale, Zanna e de Candia contro l'amministrazione. Mancini attacca il sindaco Ore calde per la politica: anche le commissioni sarebbero andate deserte a causa della mancanza dei componenti di maggioranza
3 luglio 2017 - 3 luglio 2021: il Minervini - bis al quarto anno. Con due crisi in meno di dodici mesi 3 luglio 2017 - 3 luglio 2021: il Minervini - bis al quarto anno. Con due crisi in meno di dodici mesi Pressioni sul primo cittadino e ancora tensioni nella maggioranza
Ore tese al Comune di Molfetta. Ipotesi voto a ottobre se Minervini si dimette? Ore tese al Comune di Molfetta. Ipotesi voto a ottobre se Minervini si dimette? Gli scenari: voto in autunno o in estate, dopo il commissariamento
Germana Carrieri nuovo assessore, Molfetta Futura: «Per i cittadini donna capace e preparata» Germana Carrieri nuovo assessore, Molfetta Futura: «Per i cittadini donna capace e preparata» La nota del movimento, molto vicino all'ex assessore Mariano Caputo
© 2001-2021 MolfettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
MolfettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.