depuratore
depuratore
Cronaca

Ancora carichi inquinanti anomali nelle acque "depurate"

Rifondazione: è necessario costituire il Laboratorio Ambientale Mobile della Capitaneria di Porto

«Sembra più che evidente ormai che, così come abbiamo sollecitato a fine agosto, la questione della depurazione e di tutto ciò che di anomalo c'è a riguardo meriti più attenzione, prima ancora che l'eventuale costruzione della condotta sottomarina. Se dopo il passaggio della gestione all'AQP, le analisi chimiche di controllo non risultano ancora nei limiti di legge, ma si riscontrano, ancora, carichi inquinanti anomali, significa che c'è qualcosa che non va a monte del depuratore». Così Rifondazione, in una nota, in cui partendo dall'analisi di quanto accaduto nelle ultime ore e, sulla scorta, di quanto avviene da mesi, fa appello a tutti perchè si presti più attenzione alla questione.

«Dobbiamo avere più a cuore la salute del nostro mare, ma anche – si loegge nella nota - irrobustire i controlli nel territorio per scoprire l'origine di queste anomalie così come continuiamo a ritenere che una strada da percorrere sia quella di istituire il LAM – Laboratorio Ambientale Mobile della Capitaneria di Porto Guardia Costiera per permettere l'accertamento di possibili violazioni sulla costa».

E ancora. «La notizia delle ultime ore circa la denuncia nei confronti del titolare di un'azienda di autospurgo per sversamenti illeciti di reflui, sembra la conferma di timori, che da più di un anno, dall'ultimo sequestro del depuratore di Molfetta, qualcuno ha. Al netto delle indagini giudiziarie sulle responsabilità tecnico-amministrative su come sia stato possibile che il depuratore nella prima metà dello scorso anno risultasse praticamente in stato di abbandono, senza alcuna tipologia di controllo (ambientale e amministrativo) su ciò che entrava e ciò che usciva dall'impianto, a noi – conclude la nota - pare che senza mezzi termini, il tema della depurazione, degli scarichi anomali e di quelli illeciti sia la "bomba" ambientale esplosa nel nostro mare».
  • Depuratore
  • mare sporco
Altri contenuti a tema
Agro di Molfetta allagato, conclusi i lavori all'emissario del depuratore Agro di Molfetta allagato, conclusi i lavori all'emissario del depuratore La denuncia del WWF nei giorni scorsi. Poi l'intervento della Regione
Dissequestrato il depuratore di Molfetta. Minervini: «Il mare sarà più pulito» Dissequestrato il depuratore di Molfetta. Minervini: «Il mare sarà più pulito» Il commento del Sindaco su questa pagina di cronaca che si chiude
Acque reflue nell'agro di Molfetta, il sindaco pronto a tavolo con gli agricoltori Acque reflue nell'agro di Molfetta, il sindaco pronto a tavolo con gli agricoltori Già a lavoro la Polizia Locale, i tecnici della zona Asi e della Regione Puglia
Acque reflue nelle campagne di Molfetta, la denuncia del WWF Acque reflue nelle campagne di Molfetta, la denuncia del WWF Problemi al depuratore, sott'acqua centinaia di ulivi. Salvemini: «Ingenti i danni provocati dal marciume radicale»
Processo sul depuratore di Molfetta, assolti Rocco Altomare ed Enzo Balducci Processo sul depuratore di Molfetta, assolti Rocco Altomare ed Enzo Balducci Assoluzione anche per Fulvio Attanasio e Gennaro Pisano
Chiesto il dissequestro del depuratore di Molfetta Chiesto il dissequestro del depuratore di Molfetta Affidato per sei mesi ad Acquedotto Pugliese. Compito di vigilanza per il Comune di Molfetta
A che punto sono i lavori all'impianto di depurazione di Molfetta? A che punto sono i lavori all'impianto di depurazione di Molfetta? AQP: «Impegnati a garantire la massima efficienza»
A Molfetta mare sporco e inquinato dalla plastica A Molfetta mare sporco e inquinato dalla plastica Mai tanti rifiuti come quest'anno
© 2001-2022 MolfettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
MolfettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.