polizia municipale multe
polizia municipale multe
"Furbo"... chi Legge!

Multe, che accade se non si trasmettono i dati del conducente del mezzo?

Cosa dispone l'articolo 126 bis del Codice della Strada

Spesso, oltre alla sanzione pecuniaria per non aver rispettato una norma del Codice della Strada, ci si imbatte anche nella decurtazione dei punti dalla patente.
A ciò si aggiungono una serie di obblighi, bene elencati nel "foglio" che viene notificato.

A tal proposito è possibile fare un pò di chiarezza prendendo in esame l'articolo 126 bis del Codice della Strada.
Prima di tutto "L'organo da cui dipende l'agente che ha accertato la violazione che comporta la perdita di punteggio, ne dà notizia, entro trenta giorni dalla definizione della contestazione effettuata, all'anagrafe nazionale degli abilitati alla guida. La contestazione si intende definita quando sia avvenuto il pagamento della sanzione amministrativa pecuniaria o siano conclusi i procedimenti dei ricorsi amministrativi e giurisdizionali ammessi ovvero siano decorsi i termini per la proposizione dei medesimi. Il predetto termine di trenta giorni decorre dalla conoscenza da parte dell'organo di polizia dell'avvenuto pagamento della sanzione, della scadenza del termine per la proposizione dei ricorsi, ovvero dalla conoscenza dell'esito dei ricorsi medesimi", sancisce la norma.

La norma, tuttavia, continua ancora più nel dettaglio: "La comunicazione deve essere effettuata a carico del conducente quale responsabile della violazione; nel caso di mancata identificazione di questi, il proprietario del veicolo, ovvero altro obbligato in solido ai sensi dell'art. 196, deve fornire all'organo di polizia che procede, entro sessanta giorni dalla data di notifica del verbale di contestazione, i dati personali e della patente del conducente al momento della commessa violazione.
Se il proprietario del veicolo risulta una persona giuridica, il suo legale rappresentante o un suo delegato è tenuto a fornire gli stessi dati, entro lo stesso termine, all'organo di polizia che procede".

Che succede se si viene meno a tale obbligo?
La risposta giunge ancora dall'articolo 126 bis del Codice della Strada il quale dispone che: "Il proprietario del veicolo, ovvero altro obbligato in solido ai sensi dell'articolo 196, sia esso persona fisica o giuridica, che omette, senza giustificato e documentato motivo, di fornirli è soggetto alla sanzione amministrativa del pagamento di una somma da euro 292 a euro 1.168".

PER MAGGIORI INFORMAZIONI: https://www.facebook.com/StudioLegaleMariaMarino/
  • multe
Altri contenuti a tema
Operazione della Capitaneria di Porto: sequestri e sanzioni amministrative Operazione della Capitaneria di Porto: sequestri e sanzioni amministrative Controllo sulla etichettatura e sulla tracciabilità del prodotto
Lotta all'abusivismo: multe e sequestri nell'operazione mattutina delle Forze dell'ordine Lotta all'abusivismo: multe e sequestri nell'operazione mattutina delle Forze dell'ordine L'operazione è scaturita dopo l'aggressione a Matteo d'Ingeo.
Pioggia di multe in località Prima Cala Pioggia di multe in località Prima Cala Traffico in tilt nel tentativo di spostare l'auto alla vista dei vigili
© 2001-2019 MolfettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
MolfettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.