Giuseppe Conte
Giuseppe Conte
"Furbo"... chi Legge!

Diritto di visita, separazioni, condominio: che cambia nella zona arancione?

Le risposte alle domande più frequenti sull'ultimo Dpcm

Il Dpcm entrato in vigore il 6 novembre scorso sancisce nuove prescrizioni a cui attenersi nella vita di tutti i giorni essendo la Puglia inserita nella così detta "zona arancione".

Ci sono indicazioni anche per temi strettamente legati al mondo della giustizia, domande a cui è opportuno dare risposte così da non incappare in illeciti e dunque sanzioni.

CONDOMINIO
Dopo la famiglia, il condominio è senza ombra di dubbio il primo microcosmo nel quale ogni giorno ci troviamo a interagire.
E, uno dei momenti più importanti, è l'assemblea. Assemblea che può essere convocata per i più svariati motivi: adesso è possibile farlo?
"Sì. È fortemente consigliato svolgere la riunione dell'assemblea in modalità a distanza. Laddove ciò non sia possibile, per lo svolgimento in presenza occorre rispettare le disposizioni in materia di distanziamento sociale e uso dei dispositivi di protezione individuale", è la risposta fornita dal Governo.

DIRITTO DI VISITA AI FIGLI NON CONVIVENTI
Altro tema, già da sempre delicato. Reso ancora di più dalle restrizioni sugli spostamenti.
Anche su questo è possibile fornire la risposta.
Si può andare a trovare i figli non conviventi.
"Gli spostamenti per raggiungere i figli minorenni presso l'altro genitore o comunque presso l'affidatario, oppure per condurli presso di sé, sono consentiti anche tra Comuni di aree differenti. Tali spostamenti dovranno in ogni caso avvenire scegliendo il tragitto più breve e nel rispetto di tutte le prescrizioni di tipo sanitario (persone in quarantena, positive, immunodepresse etc.), nonché secondo le modalità previste dal giudice con i provvedimenti di separazione o divorzio o, in assenza di tali provvedimenti, secondo quanto concordato tra i genitori", specifica il Governo.

DETENUTI E VISITE
Sono consentiti gli spostamenti per fare visita alle persone detenute in carcere?
"In orari compresi tra le 5.00 e le 22.00 tali spostamenti sono consentiti solo in ambito comunale, essendo vietato ogni spostamento in entrata e in uscita dai comuni delle regioni dell'area "arancione". Conseguentemente tali spostamenti sono interdetti per chi si debba muovere da un comune diverso da quello in cui si svolge la detenzione e, per costoro, i colloqui possono perciò svolgersi esclusivamente in modalità a distanza, ai sensi dell'art. 221, comma 10, del d.l. 19 maggio 2020, n. 34, come sostituito dalla legge di conversione 17 luglio 2020, n. 77, che consente i colloqui a distanza mediante apparecchiature e collegamenti di cui dispone l'amministrazione penitenziaria e minorile o mediante corrispondenza telefonica, anche oltre i limiti stabiliti dalle norme dell'ordinamento penitenziario", spiega il Governo.
Sono consentiti gli spostamenti per fare visita alle persone ricoverato in una struttura detentiva a carattere ospedaliero?
"Per quelle ricoverate in una struttura detentiva a carattere ospedaliero sussiste l'ulteriore limitazione per cui l'accesso in dette strutture detentive ospedaliere da parte dei parenti di pazienti ivi ristretti è consentito solo nei casi e con le modalità individuati dalla Direzione sanitaria della struttura stessa, per cui occorre preventivamente informarsi presso la Direzione per sapere se l'accesso sia o meno consentito e, in caso affermativo, a quali condizioni", chiarisce il Governo.

PER MAGGIORI INFORMAZIONI: https://www.facebook.com/StudioLegaleMariaMarino/
  • Coronavirus
Altri contenuti a tema
Il bollettino Covid in Puglia: costante il numero di contagi e decessi Il bollettino Covid in Puglia: costante il numero di contagi e decessi Nelle ultime 24 ore 1.275 tamponi positivi su 11.524
Covid, il piano della Regione Puglia per le scuole: più tamponi e vaccino subito ai docenti Covid, il piano della Regione Puglia per le scuole: più tamponi e vaccino subito ai docenti Lopalco: «La nostra priorità è riavviare una didattica in presenza sicura»
Covid, oggi in Puglia 1.159 casi e 1.224 guariti Covid, oggi in Puglia 1.159 casi e 1.224 guariti Più di 11mila i tamponi. Si aggiungono altri 25 decessi
Il bollettino Covid in Puglia: calano sia i ricoveri che il numero dei positivi Il bollettino Covid in Puglia: calano sia i ricoveri che il numero dei positivi Nelle ultime 24 ore 850 contagi e 1.155 guariti
Covid, a Molfetta proseguono i vaccini per il personale sanitario Covid, a Molfetta proseguono i vaccini per il personale sanitario Le somministrazioni all'ospedale "Don Tonino Bello"
Covid, oggi in Puglia 403 casi ma i tamponi sono solo 3mila Covid, oggi in Puglia 403 casi ma i tamponi sono solo 3mila Si registrano anche 26 decessi
1 Nuovo bollettino Covid a Molfetta: i casi scendono a 468 Nuovo bollettino Covid a Molfetta: i casi scendono a 468 L'aggiornamento fornito dal sindaco Tommaso Minervini
Covid, oggi in Puglia 908 nuovi casi. I guariti superano quota 50mila Covid, oggi in Puglia 908 nuovi casi. I guariti superano quota 50mila Resta costante il dato dei decessi: sono 25
© 2001-2021 MolfettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
MolfettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.