porta
porta
Territorio e Ambiente

Vita dura per chi “occupa” case abusivamente

Le novità del Piano Casa del Governo

Finalmente il Piano Casa del Governo Renzi è Legge. L'entrata in vigore dei contenuti del provvedimento, però, sarà diluita nel tempo. Solo alcune delle novità del pacchetto pensato dal Governo per combattere l'emergenza abitativa partiranno con effetti immediato. Tra queste compaiono le variazioni alla disciplina della cedolare secca, la lotta all'abusivismo.
Molte le misure che, invece, attendono i decreti di attuazione, come l'affitto con riscatto o, soprattutto, il maxi piano di recupero e risanamento dell'edilizia residenziale pubblica.

La novità più importante ad avere effetto immediato è arrivata con una modifica portata dal Senato in sede di conversione. Viene eliminato, dal 6 giugno 2013 fino al 31 dicembre 2014, il vincolo in base al quale, per usufruire del bonus mobili, gli arredi e gli elettrodomestici devono costare meno della ristrutturazione. Salta, così, il limite introdotto con la legge di Stabilità 2014 e lo sconto torna "libero". L'unica soglia, adesso, è legata al tetto massimo di spesa, pari a 10mila euro.

Altra novità immediatamente applicativa riguarda gli inquilini che hanno denunciato i loro affitti in nero. Una recente sentenza della Corte costituzionale (n. 50/2014) ha cancellato la norma che gli consentiva di pagare canoni scontati. Gli effetti prodotti da quella norma, e quindi i "mini-canoni", vengono fatti salvi fino al 31 dicembre del 2015.

Stesso discorso per le misure che riguardano coloro che occupano abusivamente le case popolari: saranno colpiti da una serie di misure deterrenti. Tra queste, ci sono il divieto di allaccio di acqua, luce e gas nelle loro abitazioni, con immediato annullamento dei contratti già sottoscritti, e il divieto di partecipare alle procedure per l'assegnazione di altri alloggi per un periodo di cinque anni dall'occupazione abusiva.
Elezioni Amministrative 2022
Candidati sindaco
Candidati al consiglio comunale
  • case popolari
  • abusivi
Altri contenuti a tema
2 Case popolari, c'è l'accordo tra Comune di Molfetta e Arca Puglia Case popolari, c'è l'accordo tra Comune di Molfetta e Arca Puglia Al vaglio anche l'acquisto di immobili privati invenduti
Case popolari a Molfetta, c'è la nuova graduatoria definitiva per gli aventi diritto Case popolari a Molfetta, c'è la nuova graduatoria definitiva per gli aventi diritto La lista per l’assegnazione in locazione degli alloggi disponibili e che si renderanno disponibili nel territorio comunale
1 Edilizia popolare, 208 i richiedenti ammessi in via provvisoria Edilizia popolare, 208 i richiedenti ammessi in via provvisoria Le richieste dovevano pervenire entro il 26 marzo scorso
2 Palazzine popolari in via 8 marzo: presto i lavori Palazzine popolari in via 8 marzo: presto i lavori Tommaso Minervini: «Si realizza un altro impegno»
Caos case popolari. Il Sunia scrive a Passerotti e alla Regione Puglia Caos case popolari. Il Sunia scrive a Passerotti e alla Regione Puglia Il Comune starebbe per varare il bando ma non ci sarebbero alloggi
Abusivi e regolari “in cerca di spazio”: un fenomeno in ascesa Abusivi e regolari “in cerca di spazio”: un fenomeno in ascesa Non solo bancarelle a ogni angolo. Adesso anche molti venditori regolari cercano il loro “posto al sole”.
Via gli abusivi dall’area portuale Via gli abusivi dall’area portuale Firmata dal vicesindaco Maralfa l’ordinanza di sgombero
Via i venditori di colore da banchina san Domenico Via i venditori di colore da banchina san Domenico Tre giorni per lasciare liberi gli spazi rimuovendo bancarelle e automezzi
© 2001-2022 MolfettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
MolfettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.