I Carabinieri
Cronaca

Rubano un'auto e seminano il panico. Inseguimento da film, arrestati

La rocambolesca fuga nel traffico è terminata a Bari. Nell'auto ritrovate diverse lattine di olio

Per sfuggire ai Carabinieri che li avevano intercettati, lungo la strada statale 16 bis, hanno innescato un pericoloso inseguimento per decine di chilometri sino a quando raggiunti allo svincolo di Bari Santo Spirito, hanno abbandonato l'auto rubata poco prima a Palese, una Fiat 500, tentando una rocambolesca fuga, a piedi, per le campagne circostanti.

Per due di loro, il 19enne Tommaso Piscopo del quartiere San Pio e il 21enne Crescenzo Muschitiello di Bari Palese, non c'è stato nulla da fare, poiché dopo una colluttazione con i Carabinieri sono stati bloccati e tratti in arresto. Un vice brigadiere del Nucleo Radiomobile di Molfetta, ha riportato contusioni ed è dovuto ricorrere a cure sanitarie per saturare le ferite provocategli dai malfattori durante le fasi concitate del fermo.

I fatti. La centrale operativa del 112 ha segnalato nel territorio di Bisceglie la presenza di un'autovettura Fiat 500, asportata poco prima a Bari Palese. Le immediate ricerche, condotte dai militari della locale Tenenza e da pattuglie del Nucleo Operativo e Radiomobile di Molfetta hanno consentito di intercettare nei pressi dello svincolo Molfetta nord tre soggetti a bordo dell'auto rubata.

È iniziato, quindi, un pericoloso inseguimento, protrattosi per diversi chilometri, sino a quando, giunti allo svincolo di Bari Santo Spirito, i malviventi, vistisi ormai braccati e raggiunti dai militari, hanno abbandonato l'auto, nel bel mezzo della carreggiata, e hanno deciso di tentare la fuga a piedi per le campagne. Dopo un breve inseguimento sono stati raggiunti, ma i tre hanno ingaggiato una violenta resistenza.

Due malviventi sono stati tratti in arresto, mentre un terzo è riuscito a fuggire. All'interno dell'auto sono state ritrovate diverse lattine di olio, strumenti di effrazione e due trapani che, ulteriori indagini, hanno consentito di appurare erano stati asportati da un garage di Bisceglie, in danno di un ignaro cittadino.

I due baresi, rispettivamente di 19 e di 21 anni, sono stati quindi tratti in arresto per i reati di violenza, resistenza a pubblico ufficiale, furto e ricettazione. Convalidato l'arresto, la Procura della Repubblica di Trani ha disposto per loro la misura cautelare della detenzione in carcere, mentre sono ancora in corso indagini per identificare il terzo complice.
  • Carabinieri Molfetta
  • Arresti Carabinieri
Altri contenuti a tema
«Roberto De Blasio affiliato al clan Mercante-Diomede» «Roberto De Blasio affiliato al clan Mercante-Diomede» L'uomo, imprenditore nel settore della sicurezza privata, è stato espulso dalla Federazione Antiracket
Maxiblitz del Ros, 104 arresti. Anche un uomo dell'Antiracket Maxiblitz del Ros, 104 arresti. Anche un uomo dell'Antiracket Tra gli arrestati anche un imprenditore nel settore della sicurezza privata, da anni membro del consiglio direttivo
Aveva compiuto due rapine nello stesso mese a Molfetta: arrestato a Rimini Aveva compiuto due rapine nello stesso mese a Molfetta: arrestato a Rimini Gli inquirenti sono arrivati a lui attraverso la visione delle immagini di videosorveglianza
Fermato dopo aver picchiato un uomo: era evaso dai domiciliari Fermato dopo aver picchiato un uomo: era evaso dai domiciliari È successo nel bar e pizzeria La Cueva, ma i Carabinieri hanno rintracciato e catturato il soggetto
Ladri in azione al plesso scolastico Zagami Ladri in azione al plesso scolastico Zagami Colpo pianificato e messo a segno di notte all'interno dell'istituto di via Azzarita
Festa dell'Arma, premiato il luogotenente Giuseppe Malerba Festa dell'Arma, premiato il luogotenente Giuseppe Malerba Consegnati riconoscimenti a 30 militari distintisi in delicate operazioni di servizio: tra questi il brigadiere capo Giovanni Chiapperino
Vincenzo Del Vento nominato Cavaliere della Repubblica Vincenzo Del Vento nominato Cavaliere della Repubblica 52 anni, luogotenente dell'Arma, è stato insignito del riconoscimento dal prefetto Maria Antonietta Cerniglia
Raffaele Giangaspero è Cavaliere dell'Ordine al Merito Raffaele Giangaspero è Cavaliere dell'Ordine al Merito Originario di Terlizzi, 56 anni, è in servizio presso la Compagnia di Molfetta
© 2001-2018 MolfettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
MolfettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.