L'operazione
L'operazione "Reset"

Operazione "Reset": Molfetta incontra Pasquale Drago

A distanza di 20 anni, il Presidio di Libera torna a parlare dell'operazione del lontano '96

All'alba dell'8 ottobre 1996 Molfetta si svegliò col rombo degli elicotteri e il grido delle sirene. Centinaia di Carabinieri misero la parola "fine" a un vasto traffico di sostanze stupefacenti all'esito di meticolose indagini condotte, a partire dal 1995, dal pubblico ministero della Direzione Distrettuale Antimafia, Michele Emiliano.

"Reset", il nome dell'operazione, è ormai entrata nella storia di Molfetta. Una città che divenne, negli anni '90, un bancomat aperto 24 ore su 24, che sfornava marijuana, hashish e, a richiesta, cocaina ed eroina. Buchi nella parete, mattoni scorrevoli, chianche a scomparsa. Un trucco ingegnoso che permise per anni a persone agli arresti domiciliari di spacciare. Tutto in barba alla legge.

Più di cento gli imputati. Pesanti le condanne, molte delle quali già scontate o ridotte dall'indulto approvato nel 2006. Non mancarono le confische di beni. Adesso, a distanza di 20 anni, il Presidio di Libera torna a parlare dell'operazione con il Procuratore della Repubblica e coordinatore della direzione distrettuale antimafia Pasquale Drago.

Sarà lui, domani sera alle ore 19.00, nella Fabbrica di San Domenico, a parlare dell'operazione dei Carabinieri e di tutte le conseguenze che ne sono scaturite negli anni per Molfetta.
  • Operazione Reset Molfetta
  • Libera Molfetta
  • Pasquale Drago
Altri contenuti a tema
Piazza Vittorio Emanuele devastata a San Silvestro, Libera: «Atto di fortissima inciviltà» Piazza Vittorio Emanuele devastata a San Silvestro, Libera: «Atto di fortissima inciviltà» Il presidio: «Non si possono far passare per semplice goliardata»
Pasquale Drago verso il sì al centrosinistra per la candidatura a sindaco di Molfetta nel 2022 Pasquale Drago verso il sì al centrosinistra per la candidatura a sindaco di Molfetta nel 2022 L'ex coordinatore della Direzione Distrettuale Antimafia di Bari avrebbe confermato la propria disponibilità
«Qui per rompere il silenzio, sono allarmato per Molfetta» «Qui per rompere il silenzio, sono allarmato per Molfetta» L'intervento di Drago all'incontro "Il tempo di reagire è ora": «Fenomeno subdolo, rischio infiltrazioni nell'economia»
"Il tempo di reagire è ora": un'iniziativa per la legalità a Molfetta "Il tempo di reagire è ora": un'iniziativa per la legalità a Molfetta Alle ore 18.30 al corso Umberto si terrà una conferenza stampa aperta alla città
Libera Molfetta: «Convocare il Comitato comunale di monitoraggio dei fenomeni deliquenziali» Libera Molfetta: «Convocare il Comitato comunale di monitoraggio dei fenomeni deliquenziali» L'associazione: «Attenzione alla sicurezza. Cittadini non vengano lasciati soli»
Libera Molfetta da 10 anni sul territorio. Via alla campagna di adesione Libera Molfetta da 10 anni sul territorio. Via alla campagna di adesione Il presidio: «Impegno collettivo per vincere le mafie»
Vandalizzata panchina contro la violenza sulle donne, Libera: «Sdegno» Vandalizzata panchina contro la violenza sulle donne, Libera: «Sdegno» Il presidio molfettese: «Ripristinare la targhetta»
Indagini nel Comune di Molfetta, la posizione del presidio di Libera Indagini nel Comune di Molfetta, la posizione del presidio di Libera Il presidio rinnova la piena fiducia nell’operato della Magistratura
© 2001-2022 MolfettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
MolfettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.