incendio
incendio

Tardiva l'ordinanza incendi del Comune

La denuncia della Lac Puglia

Per le associazione LAC Puglia e Panda Molfetta l'ordinanza per la lotta agli incendi emessa pochi giorni fa dal Comune di Molfetta risulta tardiva.

Difatti ci si aspettava, in virtù delle ultime due settimane con clima molto caldo, l'anticipazione al 31 maggio di tutte le attività di pulitura di rovi e di tutta la vegetazione spontanea nonché dei residui colturali da parte dei proprietari dei fondi privati e delle aree comunali, così come previsto dall'art 8 del DPGR n. 180 del marzo 2015, per prevenire ogni possibile causa d'incendi.

Tale anticipazione avrebbe di fatto evitato interventi onerosi da parte della macchina della protezione civile ed in particolar modo dei Vigili del Fuoco che, all'occorrenza, vengono allertati per lo spegnimento degli incendi.

In Italia, particolarmente nelle regioni meridionali, il problema degli incendi assume un ruolo determinante per la conservazione della biodiversità. Ogni anno finiscono in fumo migliaia di ettari di bosco e di macchia mediterranea ma i danni non sono solo quelli misurabili nell'immediato.

Per Pasquale Salvemini, delegato regionale della LAC Puglia, moltissime specie animali e vegetali e migliaia di ettari di habitat sono messi a rischio. Basti ricordare che molti animali di piccola taglia e poco mobili (anfibi, rettili, piccoli mammiferi e nidiacei) finiscono bruciati vivi. Ma anche la visione di un'area bruciata colpisce duramente la bellezza del paesaggio.

  • incendi
  • Pasquale Salvemini
  • lac puglia
Altri contenuti a tema
Appello della Lac: «Basta botti di fine anno, uccidono gli animali» Appello della Lac: «Basta botti di fine anno, uccidono gli animali» L'associazione animalista invita tutti a «non acquistare petardi, fuochi artificiali o lanterne volanti»
Si arrampicano per rubare i pappagalli: raid anche a Molfetta Si arrampicano per rubare i pappagalli: raid anche a Molfetta Gli episodi sono stati denunciati ai Carabinieri. Per il WWF ogni esemplare può arrivare a costare 120 euro
Sequestrate 20 tartarughe d'acqua dolce e affidate al WWF Puglia Sequestrate 20 tartarughe d'acqua dolce e affidate al WWF Puglia Recuperate dai Carabinieri, sono state prese in carico dai volontari del centro di Molfetta. Salvemini: «Un problema dilagante»
Recuperato un animale esotico: è un petauro dello zucchero Recuperato un animale esotico: è un petauro dello zucchero L'animale, detto anche scoiattolo volante, è stato ritrovato a Lama Martina e affidato al WWF
Gabbiani sparati e feriti. «Gioco al massacro sulla pelle degli animali» Gabbiani sparati e feriti. «Gioco al massacro sulla pelle degli animali» Il ritrovamento ieri: gli animali mostrano una serie di ferite. Sul posto i volontari della Gepa e del WWF
Ghiandaia impigliata a testa in giù, i Vigili del Fuoco la salvano Ghiandaia impigliata a testa in giù, i Vigili del Fuoco la salvano Gli uomini del 115 sono intervenuti in piazza De Gasperi. Oggi, dopo le cure dei volontari del WWF, la liberazione
Taglio di alberi al parco di Mezzogiorno, interviene il WWF: «È una strage» Taglio di alberi al parco di Mezzogiorno, interviene il WWF: «È una strage» Critico il movimento ambientalista. Salvemini: «Oltre al taglio dei pini c'è anche il disturbo arrecato alla fauna»
Un docufilm sulle tartarughe marine del centro di Molfetta Un docufilm sulle tartarughe marine del centro di Molfetta Un documentario racconta il lavoro dei volontari del WWF che si occupano delle caretta caretta
© 2001-2022 MolfettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
MolfettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.