ospedale molfetta
ospedale molfetta

Ospedale, raccolte 4000 firme: i cittadini chiedono di essere ascoltati in Regione

Il Vicesindaco Maralfa nella 3°Commissione consiliare regionale.

Continua il fermento attorno all'ospedale "Monsignor Bello".

"Abbiamo appena effettuato la richiesta di audizione alla III commissione consiliare della Regione Puglia. Siamo sicuri che dalla nostra abbiamo migliaia di cittadini che credono sia doveroso cambiare l'attuale piano di riordino adottato e rilanciare gli Ospedali di Molfetta e Corato, in attesa di una maggior azione programmatica sull'ospedale comprensoriale che dovrà nascere tra la località molfettese e quella biscegliese. Attendiamo che la nostra richiesta venga accolta al fine di poter portare ancora una volta nei luoghi istituzionali le istanze di una comunità in continua mobilitazione", spiega il Comitato civico sorto a Molfetta in difesa del nosocomio. Oltre 4000 i sottoscrittori della petizione lanciata online.

Nel frattempo il Vice sindaco Bepi Maralfa è stato presente alla seduta della Commissione consigliare sanità e servizi sociali regionali nella giornata di martedì. Con lui anche i primi cittadini di Ruvo, Terlizzi, Corato e Giovinazzo: insieme hanno depositato la richiesta ufficiale di riformulare il numero dei posti letto assegnati dal riordino e continuare, nel frattempo, ad assicurare gli alti standard qualitativi che la sanità pubblica sta assicurando ai cittadini.
Nel documento, firmato a cinque mani, molta attenzione viene riservata alla pediatria.
"Esiste, inoltre, nel Nord Barese più che in altri territori, il tema della pediatria ospedaliera. A Corato viene soppressa una unità operativa da 15 posti letto e una di day hospital, con 607 ricoveri annui e 4000 accessi in reparto. A Molfetta un ambulatorio specialistico da 1200 accessi annui e oltre 350 consulenze pediatriche annue in pronto soccorso. A Terlizzi si sopprime il reparto di diagnostica pre-natale, eccellenza regionale e extraterritoriale. Nella vicina ASL BAT i posti letto di pediatria sono 40. Nel Nord Barese sono zero. Tutte le famiglie del nord barese dovranno ricorrere agli ospedali del capoluogo, già sovraffollati, per curare i propri bambini. Anche in questo caso, Bisceglie non può essere la risposta", si legge.
"In sostanza si potrebbe affermare che è svantaggioso risiedere nel nostro territorio in quanto a possibilità di cure ospedaliere".
Inoltre è stato fatto gioco di squadra attorno alla questione dell'ospedale consortile, la cui costruzione è stata fortemente avvalorata anche dal sindaco di Bari Decaro.

Prossimi aggiornamenti potrebbero esserci tra il 29 e 30 marzo quando sono previste altre audizioni in Regione.
  • piano riordino ospealiero
Altri contenuti a tema
Nuova bocciatura in commissione per il piano di riordino ospedaliero Nuova bocciatura in commissione per il piano di riordino ospedaliero Il presidente della Commissione Pino Romano ha annunciato le dimissioni
Piano di Riordino Ospedaliero, sedici proposte di modifica: c'è anche Molfetta Piano di Riordino Ospedaliero, sedici proposte di modifica: c'è anche Molfetta A proporle Sinistra italiana. Il 18 gennaio ne se discute in Commissione Sanità
Addio a Urologia e Cardiologia: approvato il Piano di riordino ospedaliero regionale Addio a Urologia e Cardiologia: approvato il Piano di riordino ospedaliero regionale Emiliano: «Nessun ospedale declassato»
Sostegno all'Ospedale di Primo Livello Sostegno all'Ospedale di Primo Livello I Segretari dei Circoli del Partito Democratico di Molfetta, Terlizzi, Ruvo e Corato incontrano Michele Emiliano per affermare il sostegno alla realizzazione del nuovo presidio
Riordino ospedaliero, SI:«Proseguiremo la nostra battaglia, per una sanità regionale pubblica a misura di cittadino» Riordino ospedaliero, SI:«Proseguiremo la nostra battaglia, per una sanità regionale pubblica a misura di cittadino» Mercoledì 28 conferenza stampa con il consigliere regionale Cosimo Borraccino e Nico Bavaro
Riordino ospedaliero, Emiliano incontra i sindacati Riordino ospedaliero, Emiliano incontra i sindacati Al centro gli standard qualitativi della sanità pugliese
Riordino, la protesta del Movimento Noi con Salvini Riordino, la protesta del Movimento Noi con Salvini Continuano le attività iniziate a gennaio davanti al Policlinico di Bari
Riordino, a Molfetta il consigliere regionale Mario Conca Riordino, a Molfetta il consigliere regionale Mario Conca L'esponente del M5S ha incontrato i cittadini
© 2001-2021 MolfettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
MolfettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.