ospedale molfetta
ospedale molfetta

Addio a Urologia e Cardiologia: approvato il Piano di riordino ospedaliero regionale

Emiliano: «Nessun ospedale declassato»

Il Piano di Riordino Ospedaliero Regionale è stato approvato nel pomeriggio di oggi dalla Giunta della Regione Puglia.
Dunque, l'ospedale "Mons.Bello" perde così i reparti di Urologia e Cardiologia, eccellenze mediche. Vane le proteste e le mobilitazioni, soprattutto dei primi mesi dell'anno.
Cambiamenti anche nel circondario: il nosocomio "Sarcone" di Terlizzi sarà dedicato alla lungodegenza e alla riabilitazione funzionale. A Corato, invece, addio al reparto di ostetricia e ginecologia dove anche tantissime donne molfettesi hanno partorito.

«Vorrei precisare che nessun ospedale è stato declassato. Nel passato non esisteva una classifica degli ospedali. La classifica degli ospedali che noi abbiamo applicato è quella contenuta nel DM70. È la prima volta quindi che alcuni ospedali vengono classificati a seconda delle caratteristiche che hanno. Tra l'altro la classificazione non incide sulla qualità delle cure ma solo sulla specializzazione di ciascun ospedale. Credo che il Piano sia stato gestito con grandissima intelligenza da sindaci, cittadini e personale sanitario. Ringrazio quindi davvero tutti i sindaci della Puglia, tutti i cittadini, i sindacati e tutti coloro che hanno contribuito alla scrittura del Piano. Naturalmente voglio cogliere l'occasione per ringraziare Giovanni Gorgoni che è l'autore di questo Piano e che oggi scambia il ruolo con Giancarlo Ruscitti che avrà il compito di metterlo in esecuzione», ha affermato il Governatore Michele Emiliano.

Così, gli ospedali per malati acuti diverranno qualificati a gestire su base provinciale tutte le patologie ad oggi presenti sul territorio, con particolare attenzione alla rete delle emergenze. Verrà ulteriormente irrobustita l'azione delle due aziende ospedaliere universitarie (Bari e Foggia) e degli Irccs pubblici (Oncologico di Bari e De Bellis di Castellana) con la collaborazione ulteriore dell'Irccs di San Giovanni Rotondo.

La rete territoriale, invece, soddisferà le esigenze dei pugliesi che presentano patologie croniche consentendo il loro trattamento nei territori di residenza, differenziando in questo modo chi ha un bisogno urgente da chi invece deve essere controllato e monitorato con periodicità. Analogamente la rete territoriale affronterà le tematiche legate all'infanzia e all'età evolutiva nei territori di residenza, sviluppando anche il ruolo di hub dell'Ospedale Giovanni XXIII di Bari.

«La riorganizzazione della rete ospedaliera consentirà di superare le inefficienze attuali e concentrare risorse economiche strutturali e professionali in modo più adeguato alla nuova realtà assistenziale», fanno sapere della Regione.

Il presidio unico del Nord Barese, invece, che fine fa? Al momento nessuna notizia visto che non è contemplato ufficialmente nel Riordino. Eppure qualche settimana fa Michele Emiliano si era detto favorevole.
  • Michele Emiliano
  • giunta regionale
  • regione Puglia
  • piano riordino ospealiero
Altri contenuti a tema
Primarie centrosinistra, a Molfetta vince Michele Emiliano Primarie centrosinistra, a Molfetta vince Michele Emiliano Oltre 1800 votanti: l'85% a Molfetta ha scelto il presidente in carica
Primarie centrosinistra, Emiliano: «Molfetta fondamentale per il futuro della Puglia» Primarie centrosinistra, Emiliano: «Molfetta fondamentale per il futuro della Puglia» Alla conferenza presenti Minervini e tanti rappresentanti dell'amministrazione
Michele Emiliano e Tommaso Minervini, la sinergia tra Regione Puglia e Comune di Molfetta Michele Emiliano e Tommaso Minervini, la sinergia tra Regione Puglia e Comune di Molfetta Per il sindaco necessario anche un consigliere regionale molfettese
Spesa pubblica, prorogato l'accordo fra la Regione Puglia e la Guardia di Finanza Spesa pubblica, prorogato l'accordo fra la Regione Puglia e la Guardia di Finanza La convenzione riguarda il controllo del corretto utilizzo della spesa in materia di politica comune dell’agricoltura e della pesca
Corso di danza gratuito finanziato dalla Regione Puglia Corso di danza gratuito finanziato dalla Regione Puglia Aperte fino al 20 ottobre le iscrizioni presso l’Istituto Tecnico Orion. Tra i docenti Elisa Barucchieri
Pasquale de Nichilo e Domenico D'Avanzo, di Molfetta i primi "maestri artigiani" riconosciuti dalla Regione Pasquale de Nichilo e Domenico D'Avanzo, di Molfetta i primi "maestri artigiani" riconosciuti dalla Regione La cerimonia durante la Fiera del Levante
Le spiagge di Molfetta e della Puglia intera restano "plastic free" Le spiagge di Molfetta e della Puglia intera restano "plastic free" Emiliano: «Vinta battaglia di civiltà a tutela dell'ambiente»
Buoni servizio per anziani e disabili, domande presentabili da domani Buoni servizio per anziani e disabili, domande presentabili da domani Tutte le informazioni sulla misura varata dalla Regione Puglia
© 2001-2020 MolfettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
MolfettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.