I Carabinieri
I Carabinieri
Cronaca

Rapina choc a Molfetta: imprenditore picchiato. Poi la fuga con soldi e Rolex

L'uomo, di 49 anni, derubato in via Carlo Alberto dalla Chiesa. Si sono fatti aprire la cassaforte e sono fuggiti

"Arancia meccanica" in un'abitazione di Molfetta: banditi si fanno aprire la cassaforte portandosi via il bottino: 4.000 euro in contanti e 4 Rolex. Momenti di terrore per un uomo e l'intera famiglia, sequestrata da un gruppo di malviventi a mano armata.

I fatti: sono da poco trascorse le ore 20.50 di ieri, quando l'uomo, un 49enne imprenditore edile residente a Molfetta, è impegnato nel parcheggiare la propria auto, una Jaguar, nel seminterrato adibito a studio di via Carlo Alberto dalla Chiesa. È solo e nulla lascia presagire ciò che si sarebbe terribilmente materializzato di lì a poco. Mentre è alla guida, infatti, davanti a suoi occhi si materializzano alcuni uomini che rompono il vetro dell'autovettura.

Sono almeno due i balordi, decisamente determinati a mettere a segno il colpo, ma forse un terzo complice è rimasto all'esterno con funzioni di "palo". La vittima viene minacciata, colpita con il calcio di una pistola e riempita di pugni in pieno volto: l'indicazione è chiara, la gang punta alla cassaforte, i banditi sono sicuri di trovarci denaro. I rapinatori - è questo il sospetto - erano convinti che ci fosse una cassaforte da qualche parte, all'interno della casa.

I toni si fanno sempre più minacciosi finché l'uomo è costretto a cedere: i banditi razziano soldi (4.000 euro) e 4 Rolex per un valore in corso di quantificazione. Poi la fuga, mentre l'uomo, sotto choc, avvisa i Carabinieri, giunti sul posto con due pattuglie dell'Aliquota Radiomobile, e altrettante ambulanze del 118. Un raid violento, per cui si è reso necessario l'intervento dei sanitari, che hanno soccorso l'uomo: la vittima ha riportato una prognosi di 3 giorni.

Stando ad una prima ricostruzione dell'episodio i rapinatori si sono introdotti nel seminterrato adibito a studio dell'imprenditore edile. Nessuna lesione per lui, fortunatamente, ma è in uno stato di choc. Al militari, diretti dal capitano Francesco Iodice, ha raccontato di quegli interminabili minuti di terrore, in balia della gang. Malviventi pericolosi. Gli esperti del Nucleo Operativo hanno effettuato i rilievi, alla ricerca di tracce utili alle indagini.

E i Carabinieri della Compagnia di Molfetta non escludono neppure l'esistenza di un basista, una persona vicina alla vittima che possa aver fatto da talpa. L'uomo ha trascorso una serata che non dimenticherà facilmente. Come il resto della sua famiglia, ancora sotto choc.
  • Rapine Molfetta
Altri contenuti a tema
Presi i rapinatori con l'ombrello. Arrestati, sono sospettati di altri colpi Presi i rapinatori con l'ombrello. Arrestati, sono sospettati di altri colpi Fermati dalla Polizia di Stato a Casamassima. Sono gli stessi delle rapine all'MD e alla Farmacia Pesca?
La rapina dell'anno: rubati 3 lingotti d'oro. L'assalto vale 1,5 milioni di euro La rapina dell'anno: rubati 3 lingotti d'oro. L'assalto vale 1,5 milioni di euro Il blitz di quattro rapinatori è scattato all'alba di ieri. Nel mirino un orafo di Molfetta bloccato in via Falcone
Rapinano la Farmacia Pesca con la pistola e l'ombrello aperto Rapinano la Farmacia Pesca con la pistola e l'ombrello aperto I Carabinieri a caccia di due banditi che hanno minacciato i dipendenti e sono scappati via in auto
Rapina a L'Edicola del Corso: spruzzato spray urticante Rapina a L'Edicola del Corso: spruzzato spray urticante I Carabinieri hanno raccolto i primi indizi: i sospetti, al momento, si concentrano su due donne di etnia rom
2 Armati in tabaccheria, poi la fuga con soldi, sigarette e gratta e vinci Armati in tabaccheria, poi la fuga con soldi, sigarette e gratta e vinci Il colpo alle ore 19.30 in via Pansini. Due persone si sono fatte consegnare l'incasso, quindi si sono dileguate a piedi
Rapina sull'Intercity, incastrato dalle telecamere: arrestato un 36enne Rapina sull'Intercity, incastrato dalle telecamere: arrestato un 36enne Prima di dileguarsi, l'uomo ha anche palpeggiato la ragazza. È stato rintracciato dai Carabinieri e rinchiuso in carcere
Tornano le rapine: preso di mira il supermercato MD Tornano le rapine: preso di mira il supermercato MD Il colpo è stato messo a segno ieri sera nell'attività commerciale di via Cormio
Accusa: rapina. Assolto «per non aver commesso il fatto» Accusa: rapina. Assolto «per non aver commesso il fatto» Gianfranco Del Rosso, di Molfetta, era stato accusato di aver rapinato la sala slot Izi Play di corso Fornari
© 2001-2020 MolfettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
MolfettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.