La Deposizione
La Deposizione

La “Deposizione” presso il Museo Diocesano: LE FOTO

Sarà la statua di Giulio Cozzoli a ricevere i visitatori del sito museale

A sessant'anni dalla scomparsa dell'artista Giulio Cozzoli, il Museo Diocesano ha un nuovo ingresso grazie allo spostamento della statua monumentale della "Deposizione", dalla Gipsoteca comunale presente nella Fabbrica San Domenico all'ingresso esterno del museo, e sarà proprio la statua stessa ad accogliere i visitatori del sito.

La famiglia Cozzoli, inoltre, non ha solo ritenuto opportuno trasferire il monumento, ma ha anche voluto ritirare i lavori preparatori dell'artista Giulio Cozzoli site anch'esse presso la Gipsoteca e spostarli nel museo: tra gli altri si notano soprattutto manufatti in gesso e terracotta che raffigurano i personaggi della passione pasquale e vari studi preparatori alla "Deposizione" stessa.

L'acquisto del terreno sul quale poggia la statua, poi ceduto al Museo Diocesano, si deve, invece, al cultore Giuseppe Piccininni.

Presenti alla serata Mons. Domenico Cornacchia che non solo ha caldeggiato i lavori, ma ha voluto che essi fossero conclusi prima dell'inizio della Settimana Santa; presenti alla stessa erano anche la famiglia Cozzoli, Giuseppe Piccininni, il prof. Gaetano Mongelli, curatore delle iniziative del museo e don Michele Amorosini, direttore del sito museale.

L'inaugurazione e lo spogliamento della targa è avvenuta verso le ore 20:00. L'evento è stato introdotto da un piccolo concerto della Scuola Popolare di Musica Dvorak, diretto dal M° Lazzaro Ciccolella e seguito dalla visitazione del museo e dall'osservazione delle opere del Cozzoli tra le quali spunta anche la Maddalena detta "La Scandalosa".
21 fotoLa Deposizione di Cozzoli al Museo Diocesano
MostraMostraMostraMostraMostraMostraMostraMostraMostraMostraMostraMostraMostraMostraMostraMostraMostraMostraMostraMostraMostra
  • museo diocesano
  • giulio cozzoli
  • Deposizione
Altri contenuti a tema
Il Museo Diocesano di Molfetta sarà ristrutturato. In arrivo anche laboratori e nuova offerta culturale Il Museo Diocesano di Molfetta sarà ristrutturato. In arrivo anche laboratori e nuova offerta culturale Progetto ammesso al bando regionale per la valorizzazione e la fruizione dei Beni ecclesiastici
Il Museo Diocesano di Molfetta racconta San Corrado in via multimediale Il Museo Diocesano di Molfetta racconta San Corrado in via multimediale Nuova tappa del tour virtuale del progetto "Sancti Patroni"
Muore Marianna Cozzoli. Ispirò lo zio per la realizzazione del viso dell'Addolorata Muore Marianna Cozzoli. Ispirò lo zio per la realizzazione del viso dell'Addolorata Molfetta perde la nipote del grande scultore: aveva 88 anni
Il Museo Diocesano di Molfetta accende i riflettori sulla Madonna di Corsignano Il Museo Diocesano di Molfetta accende i riflettori sulla Madonna di Corsignano Il commento del Vescovo sul progetto "Imago Virginis"
"Imago Virginis", continua il viaggio del Museo Diocesano di Molfetta "Imago Virginis", continua il viaggio del Museo Diocesano di Molfetta Dopo Giovinazzo, attenzione alla Madonna di Sovereto
"Imago Virginis", il Museo diocesano di Molfetta lancia sul web un ciclo di approfondimenti iconografici "Imago Virginis", il Museo diocesano di Molfetta lancia sul web un ciclo di approfondimenti iconografici Il primo video è sull'icona della Madonna dei Martiri
Avviso pubblico del Comune di Ruvo per operatori culturali nei musei Avviso pubblico del Comune di Ruvo per operatori culturali nei musei La ricerca di questo personale coinvolge anche il Museo Diocesano di Molfetta
Ultimi giorni per visitare l’esposizione Tesori d’Archivio a Molfetta Ultimi giorni per visitare l’esposizione Tesori d’Archivio a Molfetta Nella elegante Biblioteca Diocesana fino al 9 febbraio in mostra il “Messale di San Corrado”
© 2001-2020 MolfettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
MolfettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.