Il suv recuperato dai Carabinieri
Il suv recuperato dai Carabinieri
Cronaca

Furti di auto e mezzi pesanti a Molfetta, i resti rinvenuti ad Andria

Operazione dei Carabinieri, in manette un 64enne ed un 43enne. Recuperati tre furgoni ed un autoarticolato con a bordo una gru

Lavoravano indisturbati, intenti a sezionare un suv sportivo, all'interno di una cava, ben protetti dalla presenza del proprietario e dalla guardiania che ne controllava l'ingresso.

Era l'ora di pranzo e mai si sarebbero aspettati l'irruzione, improvvisa dei Carabinieri di Andria che, cogliendoli in flagranza di reato, sono riusciti a bloccare ed a trarre in arresto D.S., pregiudicato 64enne, e D.G., 43 enne, entrambi del luogo.

I militari del Nucleo Operativo della Compagnia di Andria e della locale Stazione, avuto accesso all'interno della cava, ben presto, si sono resi conto, fra il fuggi fuggi generale, che erano entrati in una vera e propria base adibita al sezionamento di autovetture oggetto di furto, i cui "pezzi" erano destinati alla successiva commercializzazione illegale.

Al momento della cattura, i due, assieme ad altri complici, datisi alla fuga, erano indaffarati a "cannibalizzare" gli interni dell'abitacolo di un suv sportivo al quale avevano già tolto gli sportelli che erano stati caricati su un furgone, anch'esso oggetto di furto. Inutile il tentativo di fuga, almeno per entrambi.

Portati in caserma, i topi d'auto sono stati tratti in arresto con l'accusa di associazione per delinquere finalizzata al riciclaggio e alla ricettazione in concorso e posti in regime degli arresti domiciliari, a disposizione della Procura della Repubblica di Trani.

Nel corso dell'operazione, venivano rinvenuti i resti di un'altra auto sportiva, già cannibalizzata, tre furgoni, un autoarticolato con a bordo una gru, tutti oggetto di furti avvenuti nei giorni precedenti, rispettivamente ad Altamura, Gravina di Puglia, Barletta, Molfetta e Matera. Sono in corso indagini per l'identificazione dei complici riusciti a dileguarsi.

L'operazione, in pieno sviluppo, ha così interrotto, per il momento, l'illecita attività di un'organizzazione dedita ai furti ed al riciclaggio di auto nel territorio.
  • Carabinieri
Altri contenuti a tema
Minacce di morte per un debito di droga. In manette un pregiudicato di Molfetta Minacce di morte per un debito di droga. In manette un pregiudicato di Molfetta Il 41enne Massimiliano De Bari avrebbe minacciato un coetaneo per 50 grammi di marijuana. Ora è in carcere
I Carabinieri di Molfetta scovano un deposito di auto rubate. Erano pronte per furti e rapine I Carabinieri di Molfetta scovano un deposito di auto rubate. Erano pronte per furti e rapine Trovate una Fiat Panda, una BMW X3 3.0 ed una BMW serie 5 SW. Rinvenuti anche due picconi, un’ascia e chiodi a tre punte
Ordigno sul cofano: distrutta un'Alfa Romeo Giulietta Ordigno sul cofano: distrutta un'Alfa Romeo Giulietta L'attentato alle ore 15.15 in via San Francesco d'Assisi. I Carabinieri hanno già le idee chiare
Litigano, poi parte un colpo di pistola. "Protagonisti" due pregiudicati Litigano, poi parte un colpo di pistola. "Protagonisti" due pregiudicati Si tratterebbe di padre e figlio di 65 e 35 anni, proseguono le indagini dei Carabinieri
2 Tutti i dettagli dell'arresto di Fulvio Spadavecchia a Molfetta Tutti i dettagli dell'arresto di Fulvio Spadavecchia a Molfetta I particolari diffusi dall'Arma dei Carabinieri in una nota
3 Fotografi tedeschi derubati nel parcheggio di un supermercato di Molfetta Fotografi tedeschi derubati nel parcheggio di un supermercato di Molfetta Rubata tutta l'attrezzatura fotografica. Il triste appello di Sarah per ritrovare le foto
Rapina all'ufficio postale di via Cormio a Molfetta Rapina all'ufficio postale di via Cormio a Molfetta Sul posto Carabinieri e i sanitari del 118 per accertamenti e soccorso
Cambio al vertice del Comando Legione Carabinieri Puglia Cambio al vertice del Comando Legione Carabinieri Puglia Al generale di brigata Giovanni Cataldo succede il parigrado Alfonso Manzo
© 2001-2019 MolfettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
MolfettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.