Scuola
Scuola

Caos scuola in Puglia, il Tar sospende l'ultima ordinanza di Emiliano

Accolto il ricorso presentato dal Codacons di Lecce

Situazione alquanto confusionaria per quanto concerne la gestione dell'emergenza Covid nelle scuole in Puglia: il Tar Bari ha sospeso l'ultima ordinanza del presidente della Regione Michele Emiliano, attraverso un decreto cautelare monocratico, riguardante la scuola. Accolto il ricorso presentato da alcuni genitori e dal Codacons di Lecce.

Il provvedimento prevedeva la didattica a distanza per tutte gli istituti di ogni ordine e grado dal 22 febbraio e sino al 5 marzo. Le lezioni in presenza erano garantite invece per gli studenti Bes (con bisogni educativi speciali) e per i laboratori. Ai dirigenti scolastici era stata affidata anche la decisione di ammettere o meno studenti fino a un massimo del 50% della classe e dell'intera popolazione scolastica.

Stando a quanto riportato nell'ordinanza, la percentuale del 50% assegnata dalla Regione Puglia ai dirigenti scolastici come tetto massimo per la didattica in presenza sarebbe in contrasto con il DPCM 14.01.21 che impone il 50%, invece, come soglia minima. In più, la motivazione indicata nell'ordinanza regionale sul tempo necessario per la somministrazione dei vaccini non sarebbe compatibile con i pochi giorni di chiusura imposti, vista l'imprevedibilità del piano vaccinale. Una circostanza che la Regione non può superare nemmeno prolungando i tempi dell'ordinanza perchè questo lederebbe i Livelli Essenziali di Prestazione fissati dallo Stato per garantire l'apporto formativo e didattico dell'anno scolastico 2020-2021.

Con la sospensione, si seguiranno dunque le regole vigenti dall'ultimo Dpcm (ma non è esclusa una possibile nuova ordinanza del governatore Emiliano): secondo quanto stabilito dal decreto firmato dal premier Conte, didattica in presenza per elementari e medie mentre per le superiori si tornerà in classe con una percentuale minima del 50% e fino a un massimo del 75%.

Tutti a scuola, dunque, anche se non si sa ancora bene quando. Stando a quanto deciso dal Tar, anche da domani, ma difficilmente le scuole avranno modo di organizzarsi in così breve tempo. Più probabile che sia necessario ancora qualche giorno per consentire ai dirigenti scolastici di gestire il ritorno in classe.
  • Coronavirus
Altri contenuti a tema
Covid, effetto variante inglese in Puglia: oggi 1.438 nuovi contagi Covid, effetto variante inglese in Puglia: oggi 1.438 nuovi contagi Rapporto tra positivi e tamponi quasi al 15%. I decessi sono 32
Terza ondata Covid in Puglia: +44% di contagi in provincia di Bari Terza ondata Covid in Puglia: +44% di contagi in provincia di Bari Il report della Fondazione Gimbe sull'emergenza sanitaria
Covid, domani il monitoraggio dei dati. Rischio zona arancione per la Puglia? Covid, domani il monitoraggio dei dati. Rischio zona arancione per la Puglia? La diffusione della variante inglese potrebbe innescare il cambio di colore
1 Piano vaccini, la ASL Bari illustra la strategia ai sindaci della provincia Piano vaccini, la ASL Bari illustra la strategia ai sindaci della provincia Oggi la videoconferenza tenuta dal direttore generale Sanguedolce
Covid, superati i 4mila decessi in Puglia da inizio epidemia. Oggi 1.261 casi Covid, superati i 4mila decessi in Puglia da inizio epidemia. Oggi 1.261 casi Nelle ultime 24 ore tasso di positività a quota 11%
Covid, a Molfetta avanti tutta con le vaccinazioni. Le foto Covid, a Molfetta avanti tutta con le vaccinazioni. Le foto Minervini: «Manteniamo una condotta responsabile»
Covid, presentato oggi il nuovo Dpcm: tutte le novità dal 6 marzo Covid, presentato oggi il nuovo Dpcm: tutte le novità dal 6 marzo Scuole chiuse in zona rossa e in base all'incidenza. Dal 27 ripartono i luoghi della cultura
Covid, anche oggi più di mille casi in Puglia. I decessi sono 40 Covid, anche oggi più di mille casi in Puglia. I decessi sono 40 Le persone attualmente positive sono poco più di 33mila
© 2001-2021 MolfettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
MolfettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.