busto
busto
Vita di città

Addio a Nicolò d’Elia

È scomparso il noto pittore, scultore e incisore molfettese

Il mondo della cultura molfettese piange un altro suo grande interprete e protagonista. Nelle scorse ore, infatti, è venuto a mancare il pittore, scultore (suo il busto di don Tonino in foto), incisore Nicolò d'Elia. Di d'Elia si ricordano le numerose opere disseminate non solo nella natia Molfetta ma anche in molti altri luoghi d'Italia.
Nato a Molfetta nel 1942, d'Elia ha frequentato l'Istituto per l'Arte ed il Restauro di Firenze. Secondo la critica d'Elia "ha seguito un filone neo-naturalistico un po' classicheggiante nell'opera sacra, è stato romantico nell'amore per la natura e illuminista con interessanti puntate al metrico-informale".
La sua vita artistica si è contraddistinta per un iter artistico denso di esperienze e di ricerche linguistiche rifacentesi ad una profonda cultura che ha trovato radici nello studio dei capolavori dei maestri dell'arte italiana dal Rinascimento al Neoclassicismo.
L'amore per la terra d'origine, per i suoi paesaggi, i suoi colori ma anche le sue storie e le sue tradizioni è sempre stata fonte di ispirazione per un artista completo che è stato capace di cimentarsi nelle più varie sfaccettature dell'arte, dalla pittura alla scultura passando per l'incisione.
Proprio per i suoi meriti artistici Nicolò d'Elia era stato nominato dal Presidente della Repubblica Cavaliere, titolo con il quale in molti a Molfetta lo salutavano omaggiandone l'impegno in ambito culturale.
Tra le opere più significative presenti in città ricordiamo il "Crocifisso" presente nella Basilica della Madonna dei Martiri ed un busto bronzeo di Don Tonino Bello, indimenticato Vescovo della nostra Diocesi cui d'Elia era particolarmente legato.
Negli ultimi anni di attività Nicolò d'Elia, che aveva continuato ad esporre in numerose collettive ed aveva allestito diverse personali, aveva operato nella sua bottega di via Sergio Pansini, luogo che si era trasformato in un vero e proprio club della cultura e della bella arte.
Con la sua scomparsa la nostra città perde la quotidiana presenza di un valido esponente del variegato mondo della cultura sviluppatosi all'ombra delle Torri Gemelle ma conserva anche il ricordo concreto di un professionista serio ed umile capace di regalare a noi tutti emozioni autentiche e assai profonde.
  • Cultura
  • Arte
Altri contenuti a tema
Leonardo Minervini e Franco d’Ingeo "raccontati" a Molfetta nella Sala dei Templari Leonardo Minervini e Franco d’Ingeo "raccontati" a Molfetta nella Sala dei Templari Evento in programma venerdì 9 ottobre alle ore 19
Ultimi giorni per visitare la mostra d'arte contemporanea a Molfetta Ultimi giorni per visitare la mostra d'arte contemporanea a Molfetta Rassegna disponibile fino a domenica 20 settembre a Palazzo Giovene
Prorogata la mostra d'Arte Contemporanea del Comune di Molfetta Prorogata la mostra d'Arte Contemporanea del Comune di Molfetta L'esposizione sarà visibile al pubblico fino al 20 settembre
Molfetta nominata "Città che legge". Arriva il riconoscimento del Ministero Molfetta nominata "Città che legge". Arriva il riconoscimento del Ministero Minervini: «La riqualificazione della Biblioteca comunale favorirà progetti di lettura»
La Sala dei Templari di Molfetta riapre al pubblico: nuovi tesori in mostra La Sala dei Templari di Molfetta riapre al pubblico: nuovi tesori in mostra Raccolta d'arte contemporanea visibile dal 19 giugno
Assessore Allegretta: «Tutte le città del bando Capitale italiana della Cultura 2022» Assessore Allegretta: «Tutte le città del bando Capitale italiana della Cultura 2022» L’assessore-soprano ha anche promosso nei mesi scorsi l’iniziativa di creare una cassa integrazione per gli artisti
Prorogata fino al 15 marzo la mostra d'arte di Raffaele Ferrero Prorogata fino al 15 marzo la mostra d'arte di Raffaele Ferrero La rassegna è fruibile presso la Sala dei Templari
Inaugurata nella Sala dei Templari la mostra d'arte di Raffaele Ferrero Inaugurata nella Sala dei Templari la mostra d'arte di Raffaele Ferrero Presenti al vernissage anche il Sindaco e l'Assessore alla Cultura
© 2001-2020 MolfettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
MolfettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.