Casa e dintorni

Telecamere per proteggere casa: sono lecite anche se puntano sulla strada

Sentenza della Corte di Giustizia europea

Parere positivo per le videocamere di sorveglianza che puntano alla strada e quindi immagazzinano immagini di sconosciuti, ma solo quando servono a difendere
l'interesse legittimo di chi le installa: è questa la conclusione a cui è pervenuta la Corte di Giustizia dell'Unione europea, chiamata a verificare l'applicazione della direttiva n. 95/46/CE sulla tutela dei dati personali nel caso delle videocamere private di sorveglianza.

La Corte è stata adita da un Tribunale cecoslovacco, che ha chiesto di chiarire se un cittadino che voglia proteggere a sua casa possa installare videocamere di sorveglianza e quindi registrare immagini dei passanti senza chiedere il loro consenso.

Tutto nasce da una causa di un cittadino ceco sanzionato dall'Ufficio della protezione dei dati personali (il corrispondente del nostro Garante) per aver utilizzato le immagini registrate dalla sua videocamera esterna all'appartamento per incastrare due vandali che avevano ripetutamente distrutto i vetri della sua casa.

Secondo l'Ufficio ceco occorreva chiedere il consenso degli interessati per utilizzare quelle immagini, come la direttiva europea per la protezione dati richiede. Ma la Corte - con la sentenza dell'11.12.2014 ha spiegato che, sebbene la direttiva si applichi anche alle videocamere di sorveglianza installate da privati (l'immagine di una persona registrata essendo anch'essa un dato personale), la stessa consente di valutare il loro interesse legittimo a proteggere i beni, la salute e la vita loro e della loro famiglia.
  • videocamera
  • videosorveglianza
  • corte di giustizia europea
Altri contenuti a tema
Come cambia la videosorveglianza privata: possibile riprendere anche la strada Come cambia la videosorveglianza privata: possibile riprendere anche la strada La sentenza n. 20527 del 13 maggio 2019 della Corte di Cassazione
Maggiore videosorveglianza ai varchi di accesso e nei giardini di Molfetta. Il Comune cerca fondi dalla Regione Puglia Maggiore videosorveglianza ai varchi di accesso e nei giardini di Molfetta. Il Comune cerca fondi dalla Regione Puglia Progetto di potenziamento da candidare a un bando varato dalla Regione
8 Potenziamento del sistema di videosorveglianza: se ne occuperà una ditta cittadina Potenziamento del sistema di videosorveglianza: se ne occuperà una ditta cittadina In quattro hanno partecipato alla gara d'appalto. L'esito ieri mattina
9 Controllo degli accessi alla città, "furbetti della spazzatura" e sicurezza: prossimo il potenziamento della videosorveglianza Controllo degli accessi alla città, "furbetti della spazzatura" e sicurezza: prossimo il potenziamento della videosorveglianza Il Comune di Molfetta ha predisposto la gara d'appalto
8 In arrivo oltre 250 mila Euro per il potenziamento della videosorveglianza In arrivo oltre 250 mila Euro per il potenziamento della videosorveglianza I fondi stanziati dalla Città metropolitana di Bari
Raccolte 300 firme per le telecamere in Piazza Paradiso e Piazza Immacolata Raccolte 300 firme per le telecamere in Piazza Paradiso e Piazza Immacolata La petizione è stata coordinata dal Comitato di quartiere con il coinvolgimento dei residenti
Sicurezza, videosorveglianza anche sulla muraglia del centro storico Sicurezza, videosorveglianza anche sulla muraglia del centro storico Una telecamera permanente verrà installata sulla strada pensile
Videosorveglianza: progetto prioritario Videosorveglianza: progetto prioritario Finanziamenti nel "Patto della Città Metropolitana". Tra i progetti proposti riqualificazione del Lungomare di ponente, piazza Madonna dei Martiri e Pulo
© 2001-2019 MolfettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
MolfettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.