fraticelli monitoraggio
fraticelli monitoraggio
Cronaca

Uccelli marini nidifcano nel cantiere del porto

Era già accaduto lo scorso anno. In corso i monitoraggi

I fraticelli (Sternula albifrons Pallas) anche quest'anno hanno scelto di tornare a Molfetta, scenario di un'importante attività di monitoraggio e di ricerca scientifica su questi uccelli acquatici inseriti sia nella Lista rossa delle specie a forte rischio di estinzione che nella Direttiva Uccelli, in allegato 2, tra le specie che meritano tutela rigorosa.

L'attività in loco è stata coordinata dal delegato regionale LAC Puglia, Pasquale Salvemini, in collaborazione con il dott. Giuseppe Vacca, custode Giudiziario del sito, previa autorizzazione da parte del GIP del Tribunale di Trani dott. Francesco Zecchillo nonchè su parere favorevole sia del Procuratore della Repubblica dott. Carlo Maria Capristo che del Sostituto Procuratore Antonio Savasta ad accedere al cantiere sottoposto a sequestro del Nuovo porto Commerciale di Molfetta.

Agli attivisti della LAC l'incarico di verificare lo stato di salute degli animali adulti e dei nidiacei, individuare e delimitarne i nidi, contare le uova deposte, contare le coppie e/o esemplari adulti e non ultimo per importanza svolgere una attività scientifica con reportage foto e video seguendo tutte le indicazioni fornite dall'ISPRA del Ministero dell'Ambiente.
Quello di quest'anno è stato il secondo appuntamento, e il monitoraggio ha permesso di censire circa 20 coppie di adulti e 12 nidi (con max 2 uova cadauno) anche se con ogni probabilità ad inizio stagione (maggio) il numero delle coppie era maggiore di 30; coppie decimate dalle condizioni avverse di giugno che probabilmente hanno distrutto i primi nidi costringendo i fraticelli a fare delle deposizioni sostitutive. I dati raccolti non si discostano molto da quelli del 2013 in cui erano state censite circa 25 coppie ma è molto lontano dalle 3 coppie contate nel 2010.

I Fraticelli sono le più piccole sterne europee caratterizzate oltre che dalle dimensioni ridotte anche dal forte contrasto tra il corpo chiaro, la testa nera e le zampe di colore arancione. Nidifica al suolo, su terreni sabbiosi o ciottolosi con poca erba, in colonie con nidi isolati.
In Italia è una specie migratrice, regolare e nidificante osservabile soprattutto da maggio a settembre con popolazioni localizzate maggiormente nel settentrione. In autunno migra verso l'Africa dove solitamente trascorre l'inverno.
In Puglia è migratrice regolare nidificante. I siti di nidificazione principali sono stati individuati in Salento, a Lesina e nelle Saline di Margherita di Savoia, dove nel 1994 sono state censite 370 coppie che però negli ultimi anni hanno subito un brusco ribasso toccando a malapena le 25 coppie. Questo dato sulla diminuzione degli esemplari nella loro zona prediletta conferisce al monitoraggio della specie una elevata importanza al fine di preservarla partendo dalla tutela dei nidi e dall'andamento delle deposizioni.

I dati raccolti sono un buon motivo per continuare a svolgere nei prossimi anni questa meticolosa attività . Inoltre nello stesso sito sono state avvistate un paio di coppie di Fratino (Charadrius alexandrinus) e due nidiacei, anch'esso ad elevato interesse conservazionistico ed inseriti nella Lista Rossa delle specie a rischio.
fraticelli nido
Elezioni Amministrative 2022
Candidati sindaco
Candidati al consiglio comunale
  • Pasquale Salvemini
  • uccelli marini
  • fraticelli
Altri contenuti a tema
Appello della Lac: «Basta botti di fine anno, uccidono gli animali» Appello della Lac: «Basta botti di fine anno, uccidono gli animali» L'associazione animalista invita tutti a «non acquistare petardi, fuochi artificiali o lanterne volanti»
Si arrampicano per rubare i pappagalli: raid anche a Molfetta Si arrampicano per rubare i pappagalli: raid anche a Molfetta Gli episodi sono stati denunciati ai Carabinieri. Per il WWF ogni esemplare può arrivare a costare 120 euro
Sequestrate 20 tartarughe d'acqua dolce e affidate al WWF Puglia Sequestrate 20 tartarughe d'acqua dolce e affidate al WWF Puglia Recuperate dai Carabinieri, sono state prese in carico dai volontari del centro di Molfetta. Salvemini: «Un problema dilagante»
Recuperato un animale esotico: è un petauro dello zucchero Recuperato un animale esotico: è un petauro dello zucchero L'animale, detto anche scoiattolo volante, è stato ritrovato a Lama Martina e affidato al WWF
Gabbiani sparati e feriti. «Gioco al massacro sulla pelle degli animali» Gabbiani sparati e feriti. «Gioco al massacro sulla pelle degli animali» Il ritrovamento ieri: gli animali mostrano una serie di ferite. Sul posto i volontari della Gepa e del WWF
Ghiandaia impigliata a testa in giù, i Vigili del Fuoco la salvano Ghiandaia impigliata a testa in giù, i Vigili del Fuoco la salvano Gli uomini del 115 sono intervenuti in piazza De Gasperi. Oggi, dopo le cure dei volontari del WWF, la liberazione
Taglio di alberi al parco di Mezzogiorno, interviene il WWF: «È una strage» Taglio di alberi al parco di Mezzogiorno, interviene il WWF: «È una strage» Critico il movimento ambientalista. Salvemini: «Oltre al taglio dei pini c'è anche il disturbo arrecato alla fauna»
Un docufilm sulle tartarughe marine del centro di Molfetta Un docufilm sulle tartarughe marine del centro di Molfetta Un documentario racconta il lavoro dei volontari del WWF che si occupano delle caretta caretta
© 2001-2022 MolfettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
MolfettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.