tartaruga
tartaruga
Cronaca

Oltre 400 tartarughe recuperate nel 2016

Un bilancio sicuramente positivo per il Centro di recupero di Molfetta

Un bilancio più che soddisfacente quello del Centro di Recupero tartarughe marine Wwf di Molfetta che, in collaborazione con il Dipartimento di Medicina Veterinaria dell'Università di Bari ed in particolar modo con i Professori Antonio Di Bello e Nicola Zizzo, si occupa di recuperare e ricoverare gli animali rinvenuti dai pescatori o in difficoltà lungo le nostre coste oltre a effettuare i rilievi metrici sulle tartarughe spiaggiate, lavorare ad un progetto di studio genetico mediante prelievi bioptici sulle carcasse, effettuando necroscopia quando le condizioni della carcassa lo consentono.

Il Centro ha raggiunto un importante traguardo nell'ambito della collaborazione con i pescatori. Dopo l'impegno e la sensibilizzazione delle marinerie di Bisceglie e Molfetta anche la marineria di Trani si sta adoperando nella tutela di questi animali.

Questo impegno, anno dopo anno, ha permesso di salvare un numero sempre maggiore di tartarughe. Nel 2016, infatti, sono oltre 400 gli esemplari salvati grazie alla sensibilità mostrata dagli equipaggi della marineria di Bisceglie, Trani e Molfetta, e affidati alla struttura presente nella nostra città.

La collaborazione con il Dipartimento di Medicina Veterinaria dell'Università di Bari e, in particolar modo, con la Bisceglie Approdi ha permesso da un lato di fare ricerca scientifica, dall'altro di avere piena autonomia nei rilasci delle tartarughe che si effettuano solitamente al largo delle nostre coste.
La ricerca ha posto in evidenza dati interessanti: in aumento del 20% le tartarughe che hanno ingerito ami, presenti di solito tra gola, esofago e polmoni mentre un buon 30% arrivano con patologia da decompressione, su cui è in corso una significativa attività di ricerca scientifica da parte del Dipartimento di Medicina Veterinaria di Bari.

Pasquale Salvemini, del WWF e responsabile del Centro di Recupero tartarughe marine di Molfetta, sottolineando come il recupero degli animali vivi sia essenziale poiché essi rappresentano un importante indicatore sullo stato di salute del nostro mare, rivolge un doveroso ringraziamento ai membri della Bisceglie Approdi e del Circolo Vela di Bisceglie, nonché alle Capitanerie di Porto che hanno avuto un ruolo fondamentale nella liberazione delle tartarughe recuperate mettendo a disposizione le proprie imbarcazioni; alle ASL e alle Polizie Municipali dei Comuni interessati per aver collaborato di fatto al progetto tartarughe del WWF segnalando ed affiancando gli attivisti del centro molfettese e alle Aziende che sostengono attivamente le attività del centro molfettese.
  • Centro recupero tartarughe
Altri contenuti a tema
1000 tartarughe liberate in 2 anni, numeri da record per il WWF 1000 tartarughe liberate in 2 anni, numeri da record per il WWF 10 di esse sono monitorate grazie alla tecnologia satellitare a beneficio di studi universitari nel mare Adriatico
Nasce Adrionet, una svolta epocale per la tutela delle tartarughe Nasce Adrionet, una svolta epocale per la tutela delle tartarughe Condividerà dati e procedure operative. Ne farà parte anche il centro di recupero di Molfetta
100 euro ai pescatori che salvano le tartarughe, i centri di recupero scrivono al Ministero 100 euro ai pescatori che salvano le tartarughe, i centri di recupero scrivono al Ministero «Un gravissimo errore pagare per il recupero delle tartarughe marine». Si vanificano decenni di buone pratiche
Il centro tartarughe di Molfetta non chiuderà. Ma fino a quando? Il centro tartarughe di Molfetta non chiuderà. Ma fino a quando? A Bisceglie il centro più grande del Mediterraneo. A Giovinazzo fondi per aprirne uno nuovo
Le telecamere di Linea Blu riprendono la liberazione di tartarughe: sabato in onda Le telecamere di Linea Blu riprendono la liberazione di tartarughe: sabato in onda Appuntamento alle 14 su Rai1
Le mareggiate dei giorni scorsi portano a riva carcasse di tartarughe Le mareggiate dei giorni scorsi portano a riva carcasse di tartarughe Tre ritrovamenti tra la Prima Cala, Torre Calderina e il Lungomare
E' il turtle day 2016: 155 tartarughe soccorse dal centro di Molfetta E' il turtle day 2016: 155 tartarughe soccorse dal centro di Molfetta Domenica a Bisceglie sarà liberata Ambra, il carapace che aveva ingerito un amo di 4 cm
Numeri da record per il Centro recupero tartarughe di Molfetta Numeri da record per il Centro recupero tartarughe di Molfetta Nei primi due mesi dell'anno sono stati salvati 100 esemplari
© 2001-2022 MolfettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
MolfettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.