Mare rosso a Molfetta
Mare rosso a Molfetta
Cronaca

Mare rosso a Molfetta, un'alga fa cambiare il colore dell'Adriatico

Il fenomeno è provocato dalla fioritura della Noctiluca miliaris, innocua per l'essere umano. Di notte è bioluminescente

Elezioni Regionali 2020
Acqua del mare rossa, scura come la ruggine, sul litorale di Molfetta, alla Seconda, alla Terza Cala e a cala San Giacomo. L'hanno segnalata, su Facebook, molti molfettesi, ma è semplicemente l'effetto della fioritura di un'alga, la Noctiluca miliaris, un fenomeno naturale che non è dannoso per la salute.

La specie vive nelle zone marino-costiere, predilige le regioni tropicali e subtropicali, ma a causa dei mutamenti climatici s'è ben adattata anche nell'Adriatico. Dopo l'intervento dei militari della Capitaneria di Porto, che hanno eseguito i prelievi, con i volontari del WWF Puglia, i campioni sono stati analizzati dall'Arpa Puglia, che ha confermato la presenza della microalga, rilevandola in elevate concentrazioni in alcuni punti, vicino alla costa, a Molfetta.

«Quest'alga - spiega Pasquale Salvemini - non è tossica per l'uomo. La sua fioritura si verifica in questo periodo, favorita dal mare calmo e dalla temperatura alta dell'acqua, perciò è causa di maree colorate di rosso e arancione». Gli esperti, dunque, sottolineano come si tratti di un fenomeno naturale che non porta danni per la salute. I campioni di acque sono stati prelevati e, gli esami, hanno confermato che si tratta proprio della Noctiluca miliaris.

Un'alga che dona all'acqua un colore rosso, mentre di notte diventa fosforescente. «Quest'alga - spiega ancora Salvemini - ha la bioluminescenza, cioè la capacità di trasformare l'energia chimica in luminosa. E quindi di notte diventa di colore blu, impreziosendo il mare attraverso uno scintillio fluorescente»
  • pasquale salvemini
  • WWF Puglia
  • Alghe Molfetta
Altri contenuti a tema
1 Gazze cadono dal nido e volano per 12 metri. Soccorse dal WWF Gazze cadono dal nido e volano per 12 metri. Soccorse dal WWF Vano l'intervento dei Vigili del Fuoco. Salvemini: «Nidi e uccellini vittime della potatura degli alberi»
Ladri di pappagalli: un business sempre più fiorente Ladri di pappagalli: un business sempre più fiorente Si arrampicano sugli alberi e rubano i piccoli. Al mercato nero ognuno ha un valore di 80 euro
Una gallinella d’acqua, un riccio e un rondone salvati dal WWF Una gallinella d’acqua, un riccio e un rondone salvati dal WWF Recuperati dai volontari nel centro di Molfetta. Tanta curiosità per il piccolo e colorato uccello
Uccelli migratori in difficoltà: una nitticora salvata dal WWF Uccelli migratori in difficoltà: una nitticora salvata dal WWF L'uccello della famiglia degli ardeidi è stato soccorso in corso Umberto
Acque reflue nelle campagne di Molfetta, la denuncia del WWF Acque reflue nelle campagne di Molfetta, la denuncia del WWF Problemi al depuratore, sott'acqua centinaia di ulivi. Salvemini: «Ingenti i danni provocati dal marciume radicale»
Delfino morto, l'animale incastrato tra gli scogli del lungomare Colonna Delfino morto, l'animale incastrato tra gli scogli del lungomare Colonna Il cetaceo è stato ritrovato in avanzato stato di decomposizione. Ha una corda legata alla pinna caudale
1 Potature sotto accusa nella Villa Comunale: «Mettono a rischio i nidi» Potature sotto accusa nella Villa Comunale: «Mettono a rischio i nidi» Il WWF e i Carabinieri Forestali hanno fermato il taglio degli alberi. La rabbia di Salvemini
Tartarughe marine, Edoardo Stoppa è tornato a Molfetta Tartarughe marine, Edoardo Stoppa è tornato a Molfetta L'inviato di "Striscia la notizia" ha seguito l'emozionante liberazione di due esemplari di caretta caretta
© 2001-2020 MolfettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
MolfettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.