Confronto Legambiente e Lup
Confronto Legambiente e Lup

Legambiente torna sul regolamento edilizio di Molfetta

L'associazione lo ritiene poco "green"

Elezioni Regionali 2020
A due mesi dal consiglio in cui è stato approvato il testo definitivo del R.E.C. – Regolamento Edilizio Comunale di Molfetta, la sua recente pubblicazione sul nostro albo pretorio dà l'occasione alle associazioni Legambiente di Molfetta e L.U.P. di fare alcune riflessioni, essendo state le uniche realtà ad aver inviato le loro osservazioni.
Delle 31 osservazioni solo due sono state recepite integralmente e riguardano le piste ciclabili e la gestione dei rifiuti all'interno dei condomini.Tutte le altre o sono state recepite parzialmente o non sono state accolte dall'ufficio tecnico e conseguentemente dalla maggioranza consiliare.
Da un lato, la loro discussione in consiglio comunale ribadisce la bontà del lavoro svolto da entrambe le associazioni, riconosciuto sia dalla politica che dagli uffici, ma questa ci sembra l'ennesima occasione persa per aprire al futuro il ragionamento sull'edilizia cittadina.
Nelle controdeduzioni dell'ufficio tecnico si ribadisce più volte la necessità di non incidere sui diritti consolidati del privato, a scapito di un miglioramento dell'abitato che dovrebbe essere il primo obiettivo di un'amministrazione che ha a cuore la qualità della vita. Questa visione del pubblico come "accomodatore" degli interessi privati è specchio di una classe dirigente poco coraggiosa che guarda parole come "trasparenza" e "partecipazione" come vincoli all'azione del privato e non come strumenti per rendere chiari i processi e portare la città verso una dimensione più matura.
Per questo, l'attuale regolamento, nonostante sia migliorato rispetto al testo iniziale, ci appare ancora legato ad una Molfetta "vecchia", ancorata al suo passato e non è un caso che il punto di partenza di ogni ragionamento urbanistico di questa amministrazione sia l'esaurimento del piano regolatore, attraverso la realizzazione dei comparti mancanti. Pubblicheremo le osservazioni sul sito del circolo.
Molfetta, 18 gennaio 2018
Circolo Legambiente di Molfetta "Giovanna Grillo"
L.U.P. – Laboratorio di Urbanistica Partecipata di Molfetta
  • Legambiente Molfetta
Altri contenuti a tema
Pino abbattuto in Piazza Moro, interviene anche Legambiente Molfetta Pino abbattuto in Piazza Moro, interviene anche Legambiente Molfetta Ne parla il presidente del circolo locale Marco Di Stefano
Molfetta tra i "comuni ricicloni", esultano ASM e Comune Molfetta tra i "comuni ricicloni", esultano ASM e Comune Il sindaco elogia i cittadini virtuosi e il lavoro dell'Asm
Molfetta tra i "comuni ricicloni" premiati da Legambiente Molfetta tra i "comuni ricicloni" premiati da Legambiente Conferma per la città, 43esima in tutta la Regione
Dal Comune di Molfetta censimento delle aree verdi della città, interviene Legambiente Dal Comune di Molfetta censimento delle aree verdi della città, interviene Legambiente La nota a firma del presidente del circolo locale Marco Di Stefano
Legambiente conferma il no ai canaloni nella zona industriale di Molfetta Legambiente conferma il no ai canaloni nella zona industriale di Molfetta La nota del presidente del circolo cittadino che ribadisce le ragioni della scelta
Legambiente e le inondazioni nella zona industriale di Molfetta: «Aggressione al territorio» Legambiente e le inondazioni nella zona industriale di Molfetta: «Aggressione al territorio» La nota del presidente Marco Di Stefano
Legambiente e i dubbi sugli espropri nel Piano per gli Insediamenti Produttivi di Molfetta Legambiente e i dubbi sugli espropri nel Piano per gli Insediamenti Produttivi di Molfetta L'associazione: «Così si cancella la cultura contadina di Molfetta»
Rischio idraulico alla zona industriale di Molfetta, Legambiente: «L’attuale progetto non risolve il rischio inondazioni» Rischio idraulico alla zona industriale di Molfetta, Legambiente: «L’attuale progetto non risolve il rischio inondazioni» L'associazione: «Si alla rinaturalizzazione delle lame»
© 2001-2020 MolfettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
MolfettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.