Giovanna Politi
Giovanna Politi

La scrittrice Giovanna Politi incontra “Le Amiche per le Amiche” a Molfetta

Appuntamento per venerdì alle ore 18:30

La scrittrice leccese Giovanna Politi, venerdì 26 novembre alle ore 18.30 presenterà il suo ultimo romanzo psicologico La stanza rossa presso la Galleria "Arte 54 Contemporanea" a Molfetta.

L'evento sarà il primo salotto letterario organizzato dall'Associazione "Le Amiche per le Amiche" - di cui la scrittrice è socia onoraria dal 2018 e con cui ha già presentato i suoi libri ad Andria e a Barletta.
Giovanna Politi dialogherà con Francesca Magliano, Avvocata e Presidente Fondatrice "Le amiche per le amiche" e con Rosalinda Mininni, psicologa e psicoterapeuta.
"Sono felicissima ed emozionata per questo primo salotto letterario molfettese de "Le Amiche per le Amiche" – ha dichiarato la Presidente Magliano - perché sono ancora legatissima alla mia città d'origine, città dove sono cresciuta come donna e professionista. Mi auguro che anche a Molfetta, l'associazione molto presente ed impegnata nel territorio dal 2015, possa contribuire concretamente a sostenere le donne in difficoltà promuovere le professionalità,le arti, i mestieri delle donne e sensibilizzare la collettività alla parità di genere con iniziative culturali e sociali.Il periodo pandemico ha messo a dura prova le donne, le quali oggi avvertono ancora di più il bisogno di stare insieme, perché questo non solo rende più forti e sicure".

Ingresso gratuito. Green Pass obbligatorio
La stanza rossa è un viaggio nei meandri sconosciuti della propria anima, l'esplorazione dei cunicoli segreti della propria mente; un romanzo psicologico che attraverso un percorso emozionale complesso, coraggioso e a tratti doloroso fatto a ritroso dentro se stessi, scava a fondo per sciogliere i nodi che impediscono il normale svolgersi del presente per tendere ad un vissuto più libero e consapevole. Il romanzo è la narrazione fedele di sensazioni, immagini, suoni, odori che la protagonista avverte sulla propria pelle non vivendoli in prima persona, ma attraverso il riflesso di un racconto confidatole a piccole dosi da una strana donna incontrata per caso in un giorno qualunque. È un viaggio complesso in cui Laura si lascia prendere per mano da Alba accettando un patto di cieca fiducia, necessaria per arrivare a comprendere dimensioni più profonde, penetrando gli abissi dell'intimità più inconfessata. È la sintesi di processi atti a scavare, scomporre, liberare l'animo umano, che solo mettendosi a nudo completamente potrà arrivare a riconoscere e ad accettare le proprie fragilità per poi interpretare i reali desideri nella sua essenza più vera. È una narrazione affascinante per l'intrigo che si crea tra le due donne, e di una poi, Alba, solo alla fine si scoprirà la vera identità.
Dopo aver letto questo romanzo, il lettore non sarà più lo stesso e sentirà l'impellente bisogno di intraprendere il suo viaggio dentro, l'unico forse che non aveva ancora programmato di fare.
  • amiche delle amiche
Altri contenuti a tema
Ricordi "spezzati" che aiutano a rinascere Ricordi "spezzati" che aiutano a rinascere Presentato il libro di Maria Consola Armeni "Io sto in mezzo"
Quando le donne si uniscono, arrivano “le amiche delle amiche” Quando le donne si uniscono, arrivano “le amiche delle amiche” Iniziativa di Carmela Minuto insieme a un gruppo di professioniste cittadine
Di notte contavo le stelle Di notte contavo le stelle Il primo libro di Cristina Chiabotto
© 2001-2021 MolfettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
MolfettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.