paola natalicchio
paola natalicchio
Politica

La Festa della Repubblica nelle parole del sindaco Natalicchio

Lavoro, istruzione e sanità al centro del discorso in villa comunale

«La costruzione di questa Repubblica non è finita 69 anni fa ma continua ogni giorno. La Repubblica di ogni giorno di cui ognuno di noi, nessuno escluso, ha un pezzo di responsabilità».

È con questa convinzione che si conclude il discorso che il sindaco Paola Natalicchio ha tenuto stamane nella villa comunale in occasione delle celebrazioni del 2 giugno.

Temi forti, quelli affrontati dal primo cittadino che non si risparmia e rilancia coesione e voglia di fare, voglia di non restare inermi sulla «cosa pubblica, su come servirla meglio, su come esercitare al meglio il nostro attaccamento alla bandiera tricolore di questo paese e anche a quella biancorossa di questa città».

Così sono tre i capisaldi individuati dalla Natalicchio.

Prima di tutto il lavoro per il quale deve impegnarsi il Governo: uscire dalla crisi economica è un imperativo morale, strumento per assicurare ai giovani futuro e a chi a cinquant'anni si trova disoccupato un modo per ripartire, puntando su ogni settore produttivo.

Poi spazio alla «scuola buona, così distante dalla legge sulla buona scuola. La scuola buona che è scuola pubblica e che attende ancora un piano per l'edilizia scolastica completo e adeguatamente finanziato che ci faccia sentire sicuri davvero quando la mattina mandiamo i nostri ragazzi in aule spesso fatiscenti e in strutture obsolete. Che i Comuni devono riparare, aggiustare e far funzionare ogni giorno, nonostante i tagli ai bilanci comunali stiano svuotando le casse delle nostre città, anche quest'anno, in un rassegnato silenzio generale», continua.

Infine la sanità e la promozione della salute partendo da "ospedali che non possono essere smontati", passando per "pari opportunità di cura" fino ad arrivare alla "difesa e la promozione dei diritti dei bambini e degli anziani. Sul contrasto alle diseguaglianze di genere, all'omofobia e alla violenza sulle donne. Sull'inserimento sociale attivo delle fasce deboli e con bisogno-fragilità".

Come tradizione il sindaco ha deposto una corona d'alloro al monumento dei Caduti.
  • Paola Natalicchio
  • Festa della Repubblica
Altri contenuti a tema
1 Natalicchio, appello alla sinistra molfettese: «Basta alle divisioni inutili» Natalicchio, appello alla sinistra molfettese: «Basta alle divisioni inutili» L'ex sindaco commenta anche la mozione di sfiducia al sindaco Minervini
2 Paola Natalicchio: «Nessuna mia candidatura nel 2022 a Molfetta» Paola Natalicchio: «Nessuna mia candidatura nel 2022 a Molfetta» L'ex sindaco precisa: «Continuerò a battermi per una città migliore»
Comunali 2022 a Molfetta: Paola Natalicchio e Bepi Maralfa di nuovo insieme? Comunali 2022 a Molfetta: Paola Natalicchio e Bepi Maralfa di nuovo insieme? Sinistra Italiana e Area Pubblica: «Il sindaco si dimetta»
Mobbing di Natalicchio verso Balducci? Il Tribunale respinge la richiesta di risarcimento dell'ingegnere Mobbing di Natalicchio verso Balducci? Il Tribunale respinge la richiesta di risarcimento dell'ingegnere Il Giudice di Lavoro di Trani ha emesso la sentenza sulla controversia
Paola Natalicchio si dimette dal Consiglio Comunale di Molfetta Paola Natalicchio si dimette dal Consiglio Comunale di Molfetta L'ex sindaco: «Mai politica di professione. Ma l'impegno per la città continuerà»
Variante al Piano Regolatore, Natalicchio: «Solo noi abbiamo votato contro questo scempio» Variante al Piano Regolatore, Natalicchio: «Solo noi abbiamo votato contro questo scempio» L'ex Sindaco: «L'espansionismo edilizio illimitato non salverá Molfetta dalla crisi economica»
1 Natalicchio: «Vicinanza a chi lavora con serietà nell'ospedale di Molfetta» Natalicchio: «Vicinanza a chi lavora con serietà nell'ospedale di Molfetta» L'ex sindaco: «Non si può dire che l'ospedale meritava di essere declassato»
1 Dalla ZES all'ospedale, opposizioni contro l'amministrazione di Molfetta Dalla ZES all'ospedale, opposizioni contro l'amministrazione di Molfetta Azzollini: «Fake: questa non è politica». Natalicchio: «Quali conseguenze per l'ambiente?»
© 2001-2022 MolfettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
MolfettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.