Presentazione
Presentazione

"Io medico" : Felice Spaccavento si racconta a Molfetta

Ieri la presentazione del libro a firma del dottore

Nella cornice della Cappella Auditorium della chiesa "Cuore Immacolato di Maria" di Molfetta, ha avuto luogo venerdì 18 gennaio la presentazione del libro "Io, medico – Storie di ordinaria sanità", spaccato della vita fuori e dentro le corsie ospedaliere del dott. Felice Spaccavento, dirigente medico presso il Servizio di Anestesia e Rianimazione dell'ospedale di Corato, nonché originario promotore del progetto per l'Ospedale Unico del Nord Barese.

L'incontro, avvenuto alla presenza di una platea numerosa ed emotivamente coinvolta, ha visto anche la partecipazione dell'oncologo Antonio Cusmai, della scrittrice Mariella Sciancalepore e dell'editor Mario Albrizio, intervallati nei loro interventi dalle letture di passi del libro, eseguite da Antonio Mazzone e Ergerta Cuko.

La genesi del volume e probabilmente ragione anche della sua immediatezza e freschezza, è il flusso di pensieri scritti sotto forma di post su Facebook del dott. Spaccavento, a conclusione e suggello di tante giornate spese a contatto con il dolore altrui: i racconti perciò mescolano diversi registri, dallo strazio per pazienti persi o irrimediabilmente segnati, alla rabbia per un sistema che stritola nella disorganizzazione e nella carenza di mezzi le energie e le volizioni di tanti medici, fino allo struggente ricordo del padre Leo, medico anch'egli e sempre stella polare della vita professionale e non del dott. Spaccavento.

La cifra immediata del libro, ma anche ciò che emerge umanamente dalle parole del dott. Spaccavento, è un modo diverso di intendere la medicina, ben lontana dal mondo sterile e freddo di luminari con i telefoni staccati e le porte degli studi chiusi: chi sceglie il mestiere di medico, sostiene il dott. Spaccavento, deve essere prima di tutto un individuo dotato di empatia, di compartecipazione alla sofferenza altrui, capace di dare importanza alla giusta formulazione di una diagnosi, ma anche al corretto modo di comunicazione con il paziente, cosa che non viene insegnata nei corsi universitari ai giovani aspiranti dottori, ma che è la prima linea di cura di un malato: la sensazione cioè che il suo malessere sia compreso, capito, condiviso e caricato sulle spalle di chi ha a cuore il suo benessere.

La missione di questo tipo di medicina "diversa" ha spinto perciò a progettare di devolvere ogni guadagno delle vendite del libro per la promozione di quest'ideale mediante il finanziamento di corsi di formazione, o l'acquisto di apparecchiature ed in generale per ogni iniziativa utile in tal senso: tutti questi interventi e tutti coloro che ne saranno artefici saranno come delle piccole "pietroline" impegnate ad inceppare il meccanismo spesso farraginoso ed asettico della sanità pugliese e italiana, finanche tentando di invertirne il corso.

Nella serata, non è mancato l'affettuoso ricordo del vescovo Don Tonino Bello, altro cardine della formazione umana del dott. Spaccavento il quale, rammentandone la capacità di far "innamorare" persino i laici come lui, ha compianto la sua assenza in un periodo storico travagliato come quello attuale. Nota amara, rimasta in sottofondo, resta quella del progetto dell'Ospedale del Nord Barese, ancora fortemente propugnato dal dott. Spaccavento, ma che, sebbene ancora esistente, si è fortemente diluito nella sua spinta propulsiva iniziale per le alterne vicende politiche.
Un libro, perciò, che si preannuncia già solo alla sua presentazione come emozionante e coinvolgente: uno sguardo nel mondo dei camici verdi, che sono vite anch'esse con un loro vissuto, pensiero e sentimento, e che spesso restano confinate nell'angolo periferico della nostra visione.
  • felice spaccavento
Altri contenuti a tema
Felice Spaccavento presenta a Molfetta il suo libro Felice Spaccavento presenta a Molfetta il suo libro Appuntamento alle ore 19 di oggi
Felice Spaccavento: «Perché via dal Comitato per l'ospedale unico del nord barese» Felice Spaccavento: «Perché via dal Comitato per l'ospedale unico del nord barese» Il dottore molfettese spiega le ragioni della scelta
3 Il Dott. Felice Spaccavento lascia il progetto "Ospedale Unico" Il Dott. Felice Spaccavento lascia il progetto "Ospedale Unico" "Presidente, ora tutto è nelle sue mani"
10 La musica del dott. Felice Spaccavento per le parole di Don Tonino – VIDEO La musica del dott. Felice Spaccavento per le parole di Don Tonino – VIDEO Il racconto di quando da giovane studente di medicina è stato accanto al Vescovo
9 A Molfetta questa sera si riunisce il gruppo  "Progetto Ospedale Unico" A Molfetta questa sera si riunisce il gruppo "Progetto Ospedale Unico" Il dottor Spaccavento: «Valuteremo tutte le proposte per il nostro obiettivo: Ospedale Unico di I livello»
1 Caos ospedale: il dott. Spaccavento al Tg 3 Caos ospedale: il dott. Spaccavento al Tg 3 Questo pomeriggio le dichiarazioni del medico molfettese
Ospedale di primo livello: la Regione non ha ancora fatto una scelta. IL VIDEO Ospedale di primo livello: la Regione non ha ancora fatto una scelta. IL VIDEO I promotori a Molfetta per spiegare le finalità del progetto
Ospedale del Nord Barese, il 13 gennaio il dottor Spaccavento ne parla a Molfetta Ospedale del Nord Barese, il 13 gennaio il dottor Spaccavento ne parla a Molfetta L'incontro si terrà alle 18.30 nella Fabbrica di San Domenico
© 2001-2019 MolfettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
MolfettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.