L'oasi naturale Torre Calderina
L'oasi naturale Torre Calderina

Goletta Verde: «A Molfetta mare in salute "entro i limiti"»

I risultati delle indagini condotte dalla nave di Legambiente nei giorni scorsi a Torre Calderina

Dopo i risultati positivi emersi dalle indagini dell'Arpa Puglia, la certificazione della buona salute delle acque a Molfetta arriva anche da Goletta Verde: infatti, la nave di Legambiente ha prelevato dei campioni in Località Torre Calderina e dagli esami è emerso che il livello di inquinamento è "entro i limiti".

Se ne è discusso ieri a Bari (https://www.bariviva.it/notizie/goletta-verde-i-risultati-sulle-coste-della-puglia-7-campionamenti-su-29-risultano-inquinati/) dove è stato presentato l'intero progetto che ha visto gli esperti percorrere tutta la costa pugliese dal 17 al 20 luglio scorsi.
Molfetta segue l'andamento degli altri comuni della provincia di Bari mentre bollino rosso arriva alle acqua della provincia di Barletta.

Ma come sono avvenuti i campionamenti?
Goletta Verde sceglie dei punti critici in base a un "maggior rischio" presunto di inquinamento, individuati non solo dai circoli di Legambiente ma degli stessi cittadini attraverso il servizio appositamente istituito "SOS Goletta". A finire nelle provette le acque prelevate da foci dei fiumi, torrenti, scarichi e piccoli canali che spesso troviamo sulle nostre spiagge. «Qui - spiegano - risiedono i veicoli principali di contaminazione batterica dovuta all'insufficiente depurazione dei reflui urbani che attraverso i corsi d'acqua arrivano in mare. I parametri indagati sono microbiologici (enterococchi intestinali, Escherichia coli) e abbiamo considerato come "inquinati" i risultati che superano i valori limite previsti dalla normativa sulle acque di balneazione vigente in Italia (Dlgs 116/2008 e decreto attuativo del 30 marzo 2010) e "fortemente inquinati" quelli che superano di più del doppio tali valori».

Tuttavia resta ancora tanto lavoro da fare se si considera che «Sette campionamenti su ventinove eseguiti lungo le coste pugliesi risultano fuori dai limiti di legge e, di questi, cinque sono "fortemente inquinati"» con particolare attenzione alla depurazione e all'informazione alla popolazione.
  • torre calderina
  • goletta verde
Altri contenuti a tema
La stella di Felice Lo Basso venerdì all'Oasi Torre Calderina di Molfetta La stella di Felice Lo Basso venerdì all'Oasi Torre Calderina di Molfetta Un menu speciale, una cena stellare per la notte dei desideri
1 Le Torri di Molfetta, tra verità e falsi miti Le Torri di Molfetta, tra verità e falsi miti Dal Medioevo al '700, da Torre Gadaleta e Torre Calderina
1 Lama Martina e Cala San Giacomo: presentati i progetti di riqualificazione Lama Martina e Cala San Giacomo: presentati i progetti di riqualificazione La realizzazione con fondi stanziati dalla Regione Puglia
Riqualificazione Lama Martina e Cala San Giacomo: 30 maggio conferenza del Sindaco Riqualificazione Lama Martina e Cala San Giacomo: 30 maggio conferenza del Sindaco Presente anche l'assessore Gabriella Azzollini: parte il percorso partecipativo di definizione delle azioni ambientali
Condotta sottomarina a Torre Calderina, Legamniente: «Avvio lavori senza rispetto delle condizioni» Condotta sottomarina a Torre Calderina, Legamniente: «Avvio lavori senza rispetto delle condizioni» Nota del Circolo molfettese che chiede spiegazioni su quanto sta accadendo
1 Depuratori, impianti di affinamento e condotta sottomarina, il "ciclo dell'acqua" da 72 milioni di euro Depuratori, impianti di affinamento e condotta sottomarina, il "ciclo dell'acqua" da 72 milioni di euro L'Assessore Caputo e l'architetto Curcuruto hanno presentato il progetto di sistema funzionale del riuso delle acque
6 Torre Calderina: bruciano rifiuti speciali pericolosi - LE FOTO Torre Calderina: bruciano rifiuti speciali pericolosi - LE FOTO Fumo nero e aria irrespirabile. Sul posto le Guardie Ambientali d'Italia
4 Condotta sottomarina di Torre Calderina, il Parlamento Europeo ne è all'oscuro Condotta sottomarina di Torre Calderina, il Parlamento Europeo ne è all'oscuro È quanto emerge dalla risposta della Commissione europea in seguito all'interrogazione della deputata D'Amato
© 2001-2019 MolfettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
MolfettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.