P JPG
P JPG
Politica

Elezioni amministrative, Rinascere: «Liberare Molfetta, con un programma pensato per i giovani»

Il candidato sindaco del centro sinistra Drago: «Amo questa città e non voglio vederla degradata»

Il movimento civico "Rinascere" per la presentazione della sua lista ritorna lì dove tutto era iniziato qualche anno fa a Piazza Principe di Napoli.

Obiettivo del movimento ieri come oggi quello di ricostruire il campo del centro sinistra e «quanti credono che il centro sinistra possa essere la forza del cambiamento e oggi possa essere una guida sicura al governo di questa città con Lillino Drago», come ha spiegato il portavoce del movimento, Davide de Candia.

Sono alcuni dei candidati al consiglio comunale di Rinascere (Mimmo Casamassima, Marianna La Grasta, Corrado Minervini, Brigida Mulinelli e Felice Spaccavento) a tracciare le linee guida del programma per dare un volto nuovo alla città e come hanno detto più volte i candidati «a liberare Molfetta, con un programma pensato per i giovani». Vogliono costruire una nuova politica, per far rinascere Molfetta.

No al consumo ulteriore di suolo, ma con un nuovo Pug si può puntare alla rigenerazione e riqualificazione della città. Importante per il movimento la creazione di un piano di servizi, come anche la revisione dei parcheggi pensandoli in periferia e facendo diventare le zone del centro ztl e zone pedonali, insomma si punta al ripopolamento del centro urbano. Collegamento periferia centro città con bus navetta elettrici. Riqualificazione delle periferie.

Punto nodale dello sviluppo della città deve essere il turismo culturale, con la creazione di eventi per tutto l'anno, con la realizzazione di un teatro per le attività invernali ed un'arena per quelle estive.

Importante per gli esponenti di Rinascere la valorizzazione delle coste da levante a ponente.

Parola chiave per tutti i rappresentanti di Rinascere è cambiamento, che deve avvenire in città, da ogni cittadino, cambiamento che deve avvenire anche nella cabina elettorale.

Presente all'incontro Michele Laforgia, presidente dell'associazione "La giusta causa", il quale non ha dubbi nel ritenere che «una democrazia senza partiti, per certi versi è una democrazia senza politica e i risultati li abbiamo visti, nelle città dove nei consigli comunali sedevano i grandi intellettuali e gli esponenti politici che si erano formati durante la guerra e nel dopoguerra, sono stati progressivamente sostituti da una classe di mestieranti, di persone che non hanno fatto politica per passione o per servizio, ma per mestiere. E il mestiere della politica scambia il consenso con il favore».

Dello stesso avviso dell'avvocato Laforgia è il candidato sindaco Lillino Drago anche per lui la politica deve essere passione al servizio di una comunità. Infatti, si pone come il rappresentante di una collettività, scalzando le vecchie logiche clientelari, «per amministrare una città», dice ancora Drago, «ci vogliono competenze, ma anche equità di trattamento nei confronti dei cittadini».

Ha accettato senza esitazioni le sollecitazioni venute dall'Anpi, dichiarandosi antifascista, e da Libera, nel loro manifesto fa rilevare il candidato sindaco del centrosinistra ci sono tre punti fondamentali che fanno parte del loro programma ossia l'attenzione alle persone, l'attenzione alla città, nel senso di porre fine a questa cementificazione selvaggia e questo c'è già nel nostro programma, e di opporsi all'illegalità e alla corruzione con azioni concrete.

Primo simbolo contro l' anticorruzione è stata, per Drago, la scelta della sua persona da parte delle 6 liste che lo sostengono,

E conclude, dobbiamo «fare delle opere che servono alla città, non per prebende. E per fare le opere che servono alla città bisogna stare in mezzo ai cittadini. Amo questa città e non voglio vederla degradata».
Speciale Elezioni Amministrative Molfetta 2022

Elezioni amministrative 2022

Lo speciale su MolfettaViva

63 contenuti
Altri contenuti a tema
Drago: «Sogno una Molfetta più moderna, più vivace, più ordinata, più pulita, più rispettosa dei diritti di tutti» Drago: «Sogno una Molfetta più moderna, più vivace, più ordinata, più pulita, più rispettosa dei diritti di tutti» Emiliano e Boccia sono tornati nella nostra città per sostenere la candidatura di Lillino Drago
Ballottaggio: interviste, immagini, commenti. MolfettaViva in diretta racconterà lo spoglio notturno Ballottaggio: interviste, immagini, commenti. MolfettaViva in diretta racconterà lo spoglio notturno Poco dopo le ore 23:00 tutti gli aggiornamenti sulle operazioni di spoglio fino alla proclamazione del vincitore
Minervini: «Molfetta ha scelto la città che vuole nei prossimi 5 anni, ha deciso il suo futuro» Minervini: «Molfetta ha scelto la città che vuole nei prossimi 5 anni, ha deciso il suo futuro» Coglie l’occasione per ringraziare e sollecitare a sostenerlo ancora domenica 26 giugno
Giovanni Infante: «la città deve ripartire da se stessa. Bisogna ritornare a parlare con i cittadini» Giovanni Infante: «la città deve ripartire da se stessa. Bisogna ritornare a parlare con i cittadini» Il candidato sindaco è sostenuto dalle liste Rifondazione Comunista- Compagni di strada e Più di così
Mariella Spadavecchia: «Solo essendo in prima linea si può aiutare la propria città» Mariella Spadavecchia: «Solo essendo in prima linea si può aiutare la propria città» La sua scelta di candidarsi e di farlo per Tommaso Minervini Sindaco
Stop fuga di cervelli: giovani e turismo nel programma di Maggialetti Stop fuga di cervelli: giovani e turismo nel programma di Maggialetti L'imprenditore molfettese parla di una nuova stagione per Molfetta
Degrado al cimitero, interviene la candidata del PD Maria Coppolecchia Degrado al cimitero, interviene la candidata del PD Maria Coppolecchia «In cinque anni la situazione è del tutto precipitata, serve un piano immediato di recupero»
Ottavio Balducci: «Molfetta deve riuscire a valorizzare le sue ricchezze mettendole a sistema» Ottavio Balducci: «Molfetta deve riuscire a valorizzare le sue ricchezze mettendole a sistema» Candidato al consiglio comunale nella lista “Ala Democratica” a sostegno di Tommaso Minervini
© 2001-2022 MolfettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
MolfettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.