La coccarda tricolore
La coccarda tricolore
Cronaca

Carabiniere ucciso, a Molfetta spunta una coccarda tricolore: «Onore a voi tutti»

Il gesto di incoraggiamento dopo l'omcidio del maresciallo Vincenzo Di Gennaro, vittima di un agguato nel foggiano

Una coccarda tricolore fasciata da un nastro di colore nero è stata lasciata da un anonimo cittadino di Molfetta, ieri, su un palo per la segnaletica verticale ubicato in via Vittime di Nassirya, proprio ai piedi della locale Compagnia dei Carabinieri.

È la straordinaria manifestazione di affetto e solitarietà nei confronti dell'Arma dei Carabinieri ad alcuni giorni dall'agguato a due militari di Cagnano Varano, nel foggiano, che è costato la vita a Vincenzo Di Gennaro, vice comandante della locale Stazione. Il maresciallo è stato colpito all'addome e al torace, mentre il suo collega più giovane, Pasquale Casertano, ha riportato ferite al braccio e al fianco.

Il gesto è opera di un anonimo cittadino che ha voluto dimostrare a modo suo vicinanza ai Carabinieri ed esprimere loro tutta la gratitudine per un lavoro difficile. Ad accorgersi della coccarda tricolore sono stati i militari del capitano Vito Ingrosso che hanno accolto con stupore misto ad entusiasmo il gentile pensiero: un gesto di ringraziamento e riconoscenza dettato dalla triste vicenda pugliese.

Ieri, intanto, a San Severo ė stato il giorno del dolore. Si è aperta la camera ardente, ma già dalle prime ore numerosi concittadini e studenti si sono ritrovati davanti alla sede comunale per testimoniare il proprio cordoglio alla famiglia Di Gennaro.
  • Carabinieri Molfetta
Altri contenuti a tema
Nuovo comandante per la Compagnia Carabinieri: è Francesco Iodice Nuovo comandante per la Compagnia Carabinieri: è Francesco Iodice 39 anni, originario di Capua, sposato e padre di tre figli, il capitano arriva dalla Tenenza di Melito di Napoli
Sorpreso a cedere droga ad un ragazzo. Arrestato dai Carabinieri un 20enne Sorpreso a cedere droga ad un ragazzo. Arrestato dai Carabinieri un 20enne Il giovane è stato trovato in possesso di 23 dosi di hashish e 590 euro. Arrestato, è stato sottoposto agli arresti domiciliari
Presidio contro la presenza dell'ex ministro Maroni a Molfetta: 5 indagati Presidio contro la presenza dell'ex ministro Maroni a Molfetta: 5 indagati I fatti risalgono al 2 settembre, quando si è tenuto un sit-in contro l'arrivo in città dell'ex segretario della Lega
Lunga attesa all'ospedale di Molfetta: paziente picchia due medici. Denunciato un 41enne Lunga attesa all'ospedale di Molfetta: paziente picchia due medici. Denunciato un 41enne È successo questa mattina nel pronto soccorso. Immediato l'intervento dei Carabinieri: l'uomo è stato deferito a piede libero
Vito Ingrosso lascia la Compagnia, l'encomio di Molfetta per i suoi 5 anni d'attività Vito Ingrosso lascia la Compagnia, l'encomio di Molfetta per i suoi 5 anni d'attività Il maggiore premiato ieri dalla massima assise cittadina. Si è insediato il nuovo comandante: è il capitano Francesco Iodice
Estorsioni, sì ai domiciliari per un 18enne. Restano in carcere gli altri 3 arrestati Estorsioni, sì ai domiciliari per un 18enne. Restano in carcere gli altri 3 arrestati Il Tribunale di Trani ha disposto la sostituzione della misura cautelare. Rigettate le altre richieste
Estorsioni, si costituisce l'ultimo componente della banda. È un 26enne Estorsioni, si costituisce l'ultimo componente della banda. È un 26enne Si tratta di Domenico Minervini, molfettese già noto alle forze dell'ordine. Si è presentato a Trani con il suo avvocato
Furti in appartamento, attenti ai pezzettini di plastica sotto le porte Furti in appartamento, attenti ai pezzettini di plastica sotto le porte Quattro i georgiani fermati dai Carabinieri: due bloccati a Bari, gli altri due a Potenza. Era chiamata la "banda della compieta"
© 2001-2019 MolfettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
MolfettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.