legge
legge
Cronaca

Ancora assoluzioni per gli insegnanti del liceo "Tedone"

Assolte anche due professoresse molfettesi

È giunta l'assoluzione dai vari capi di accusa anche per i restanti insegnanti del liceo scientifico "Tedone" di Ruvo di Puglia, tra cui due professoresse molfettesi, indagati della Procura di Trani in merito alla sospetta e poco trasparente assegnazione di incarichi ad esperti interni ed esterni dei corsi del Piano operativo nazionale (Pon) e di cui avevamo dato notizia qualche giorno fa con l'assoluzione di altri 9 insegnanti che avevano richiesto il rito abbreviato.

Lo scorso 17 ottobre il giudice del Tribunale di Trani, dott. Francesco Messina, ha dichiarato il non luogo a procedere dei confronti delle professoresse molfettesi Silvia Valentini e Concetta Gadaleta, assieme agli altri imputati Donato Giannotti, Biagio Pellegrini, Vincenzo Antonio Stragapede, Pasqaule Pasquale, Maria Teresa Pellegrini, Michele De Candia e il provveditore regionale Giovanni Lacoppola, che avevano scelto il rito ordinario e per i quali era stato inizialmente richiesto il rinvio a giudizio. Il giudice, infatti, ha assolto gli imputati dalle varie accuse di irregolarità delle nomine e dei criteri adottati per l'assegnazione degli incarichi e di abuso d'ufficio poiché i fatti non sussistono o non costituiscono reato.

Nessuna irregolarità, dunque, secondo la legge, nella gestione dei progetti Pon del liceo ruvese che vede la chiusura di una triste vicenda che, come detto in precedenza, aveva valicato i confini della sfera professionale delle persone coinvolte, non escludendo ingiuste ripercussioni sulla vita privata.

Certamente non sarà stato facile per gli insegnanti, ormai ex imputati, vivere serenamente il proprio lavoro in questi ultimi anni, in un ambiente scolastico intaccato dal dubbio, da piccole rivalità e in cui talvolta il precariato aggiunge un ulteriore carico di stress. Difficile sarà stato convivere con gli sguardi inquisitori dei colleghi che si pongono domande, che cercano tra le parole e i gesti di decretare chi ha ragione e chi no; forse ancor più difficile sarà stato sostenere gli sguardi stupiti e interrogatori dei propri alunni che ogni giorno in quella persona seduta in cattedra ripongono un po' dei loro sogni e speranze futuri. Ma la legge si è espressa e l'epilogo è stato scritto.
  • processo
  • liceo tedone
Altri contenuti a tema
Ancora un'assoluzione piena per Antonio Azzollini Ancora un'assoluzione piena per Antonio Azzollini L'ex sindaco di Molfetta imputato del mancato adeguamento del documento di valutazione dei rischi del Comune
7 Processo sul porto, accolta la costituzione di parte civile del Comune di Molfetta Processo sul porto, accolta la costituzione di parte civile del Comune di Molfetta Nel pomeriggio l'udienza a Trani. Si torna in aula il prossimo 22 gennaio
3 Piaghe sui corpi dei marinai di Molfetta, processo rinviato a marzo 2018 Piaghe sui corpi dei marinai di Molfetta, processo rinviato a marzo 2018 Questa mattina l'udienza camerale davanti al Gip di Trani
Diffamazione verso il Senatore Azzollini, le precisazioni dell'avvocato Rocco Nanna Diffamazione verso il Senatore Azzollini, le precisazioni dell'avvocato Rocco Nanna La nota integrale inviata dall'avvocato
4 Rocco Nanna condannato per diffamazione ai danni del Senatore Azzollini Rocco Nanna condannato per diffamazione ai danni del Senatore Azzollini Deliberata la sentenza di primo grado. I fatti risalgono al 2011
Processo su utilizzo e gestione del depuratore, udienza rinviata al 6 marzo Processo su utilizzo e gestione del depuratore, udienza rinviata al 6 marzo Si deciderà sul rinvio a giudizio per i sei imputati
Crac Casa della Divina Provvidenza, amministrazione straordinaria si costituisce parte civile. Udienza preliminare rinviata al 17 marzo Crac Casa della Divina Provvidenza, amministrazione straordinaria si costituisce parte civile. Udienza preliminare rinviata al 17 marzo Il gip Angela Schiralli concede 45 giorni ai legali difensori degli indagati per analizzare la memoria tecnico-contabile presentata dall’Ente
A processo per l'utilizzo e la gestione del depuratore. Il Comune parte civile A processo per l'utilizzo e la gestione del depuratore. Il Comune parte civile Davanti ai giudici sei imputati. Due sono ex dirigenti comunali
© 2001-2019 MolfettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
MolfettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.