I tre fori rinvenuti in via Madre Teresa di Calcutta
I tre fori rinvenuti in via Madre Teresa di Calcutta
Cronaca

«A Molfetta si spara in pieno giorno». La notizia diffusa dal Liberatorio

Tre fori sono rimasti sui vetri di un portone di via Madre Teresa di Calcutta

«La notizia non è stata riportata da nessun organo di stampa, né diramata da qualche comunicato stampa dalle forze dell'ordine, eppure gli abitanti in via Madre Teresa di Calcutta, hanno vissuto attimi di paura e ancora temono per altri episodi di rappresaglia».

«Martedì 19 febbraio, alle ore 15.30 circa - si legge in una nota diffusa dal Liberatorio Politico - due individui, su una moto, hanno esploso tre colpi d'arma da fuoco sui vetri di un portone condominiale. Nel silenzio pomeridiano le esplosioni si sono sentite nitidamente e i tre fori rimasti sui vetri sono la prova che l'arma usata non era "un giocattolo"».

«Sicuramente un avvertimento, o un atto intimidatorio, nei confronti di qualche pregiudicato o abitante di quella palazzina popolare - è l'ipotesi del movimento di Matteo d'Ingeo -. I colpi sono stati esplosi ad altezza d'uomo e per fortuna in quel momento non transitava nessuno». I Carabinieri della locale Compagnia, che hanno ricevuto la segnalazione alla centrale operativa del 112, indagano sull'accaduto.
3 fotoIl portone crivellato di colpi di pistola
Il portone crivellato di colpi di pistolaIl portone crivellato di colpi di pistolaIl portone crivellato di colpi di pistola
«Questo episodio - scrive il Liberatorio Politico - richiama l'esplosione avvenuta il 14 gennaio scorso, quando una bomba ha distrutto un'autovettura in via San Francesco d'Assisi, alla stessa ora del pomeriggio e anche in quel caso gli attentatori si sono mossi in due su di una moto. Probabilmente le motivazioni che sono a monte dei due atti intimidatori sono diverse come anche i destinatari».

«È preoccupante che in questa città, in pieno giorno - si legge -, possano avvenire simili atti con il rischio di coinvolgere cittadini ignari e potenziali vittime innocenti di atti criminali. Negli anni '90, quando "le famiglie" malavitose molfettesi avevano stretto un patto per il controllo dei quartieri dove si spacciava droga, le sparatorie e gli atti dinamitardi erano necessari quando qualcuno sconfinava nel territorio altrui. Invece oggi cosa c'è dietro questi fatti?».

«I soliti screzi personali, fatti passionali? Oppure - termina - siamo tornati ai vecchi tempi con le nuove generazioni (molto pericolose) alla ricerca di ribalta e affermazione nell'ambito dei nuovi assetti organizzativi delle nostre "famiglie" per il controllo dello spaccio della droga e di molteplici attività illecite?».
  • Liberatorio Politico Molfetta
  • Sparatoria Molfetta
Altri contenuti a tema
Lite degenera in violenza, segnalati colpi di pistola. Nessun ferito Lite degenera in violenza, segnalati colpi di pistola. Nessun ferito L'episodio in via cardinale Cagliero. Sono in corso i rilievi dei Carabinieri, sul posto nessun bossolo
«Qui, nella "zona velenosa", comandiamo noi…» «Qui, nella "zona velenosa", comandiamo noi…» Il Liberatorio commenta quanto avvenuto a San Silvestro: «Un vero e proprio oltraggio e attacco alle Istituzioni»
Colpi di pistola in piazza Paradiso, ferito un 44enne Colpi di pistola in piazza Paradiso, ferito un 44enne L'uomo, con precedenti, si è trascinato a piedi in via Bixio. Trasportato in ospedale, non è in pericolo di vita
Fuochi pirotecnici per le strade di Molfetta, la denuncia del Liberatorio Fuochi pirotecnici per le strade di Molfetta, la denuncia del Liberatorio Quasi ogni sera batterie di botti interessano vari quartieri: «Gli elementi per indagare ci sono tutti»
1 Incendi d'auto, il Liberatorio contro Minervini: «Non ha fatto nulla» Incendi d'auto, il Liberatorio contro Minervini: «Non ha fatto nulla» Il movimento pone l'accento sull'inerzia del comitato di monitoraggio dei fenomeni delinquenziali, «silenziato e imbavagliato dal 2019»
2 Divieti per il Coronavirus, ma a cala Sant'Andrea ci sono feste e fuochi d'artificio Divieti per il Coronavirus, ma a cala Sant'Andrea ci sono feste e fuochi d'artificio La denuncia del Liberatorio Politico: «Sono i soliti noti». La Capitaneria di Porto: «Situazione sotto controllo»
Colpi d'arma da fuoco in via Cormio, individuato il "pistolero": è un 47enne Colpi d'arma da fuoco in via Cormio, individuato il "pistolero": è un 47enne L'uomo, un pregiudicato, è stato denunciato dai Carabinieri. Ma non era solo: gli spari al culmine di una lite
Segnalati colpi di pistola: nessun bossolo trovato, è mistero Segnalati colpi di pistola: nessun bossolo trovato, è mistero L'episodio in via Cormio. Sono in corso i rilievi dei Carabinieri per ricostruire quanto denunciato al 112
© 2001-2022 MolfettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
MolfettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.