I rilievi dei Carabinieri
I rilievi dei Carabinieri
Cronaca

Colpi di pistola in piazza Paradiso, ferito un 44enne

L'uomo, con precedenti, si è trascinato a piedi in via Bixio. Trasportato in ospedale, non è in pericolo di vita

In prima serata e in un luogo di passaggio. Avrebbe potuto ammazzare un passante oppure un bambino capitato lì per sbaglio, il malvivente che alle ore 20.45 di questa, a Molfetta, ha inseguito e aperto il fuoco contro un 44enne del posto, con vari precedenti: l'uomo, portato al don Tonino Bello, non è in pericolo di vita.

L'uomo si trovava in piazza Paradiso, nei pressi di via Immacolata, quando è stato colpito all'addome da vari colpi di arma da taglio. Ferito, ha tentato la fuga per scansare tre colpi di pistola di piccolo calibro e s'è trascinato in via Bixio, dove poi è stato raggiunto da alcuni conoscenti, caricato in auto e trasportato d'urgenza in ospedale, mentre i residenti del luogo, che hanno sentito il trambusto e gli spari, si sono rivolti al numero 112 per segnalare qualcosa di simile a un agguato.

Sul luogo in cui è avvenuta la sparatoria sono subito accorsi i Carabinieri della locale Compagnia, assieme al personale della Sezione Investigazioni Scientifiche, per rilevare le tracce ematiche ed effettuare le prime indagini. Al di là dei bossoli rinvenuti sull'asfalto, che non hanno colpito né cittadini, né veicoli, scarseggiano al momento gli indizi utili all'attività investigativa. Proprio nel punto in cui si è svolta la scena da far west, però, vi sono numerose videocamere di sorveglianza.

Ciò che rimane dei proiettili è stato posto sotto sequestro e sarà analizzato. Il 44enne non è in pericolo di vita. Sarà interrogato soltanto quando sarà giudicato fuori pericolo e in condizione di parlare. Non è ancora chiaro se chi ha sparato volesse solo ferirlo, per punirlo di qualcosa o se avesse intenzione di ucciderlo.
  • Sparatoria Molfetta
  • Carabinieri Molfetta
Altri contenuti a tema
Rubano un'auto, ma finiscono fuori strada: ladri in fuga a Molfetta Rubano un'auto, ma finiscono fuori strada: ladri in fuga a Molfetta È successo sulla provinciale per Terlizzi. Prima di fuggire, i banditi hanno dato fuoco ad un'auto
Agguato in piazza Paradiso, i due cugini «mossi da sentimenti di vendetta» Agguato in piazza Paradiso, i due cugini «mossi da sentimenti di vendetta» I due omonimi Vito Magarelli sono in carcere. Oggi compariranno davanti al gip Altamura per l’interrogatorio di garanzia
Arresti per i fatti di piazza Paradiso, il plauso del sindaco Minervini Arresti per i fatti di piazza Paradiso, il plauso del sindaco Minervini «Brillante operazione». Quell'episodio destò «particolare allarme per la sicurezza cittadina»
Un affronto da lavare col sangue. Due arresti per i fatti di piazza Paradiso Un affronto da lavare col sangue. Due arresti per i fatti di piazza Paradiso Ricostruito dai Carabinieri il tentato omicidio di Leonardo Squeo: in manette due cugini omonimi, di 48 e 34 anni
«A Molfetta comandava Manganelli». La difesa: «È pura fantasia» «A Molfetta comandava Manganelli». La difesa: «È pura fantasia» Secondo due pentiti «bisognava chiedergli il permesso prima di avviare un cantiere». Poli: «Fiduciosi di chiarire»
Minervini: «A Molfetta due pattuglie in più dei Carabinieri» Minervini: «A Molfetta due pattuglie in più dei Carabinieri» Per il sindaco si tratta di «una risposta importante da parte delle istituzioni e delle forze dell’ordine»
Maxi-sequestro da 50 milioni a Molfetta: le indagini iniziate nel 2016 Maxi-sequestro da 50 milioni a Molfetta: le indagini iniziate nel 2016 Nel mirino Giuseppe Manganelli: l'attività avviata dai Carabinieri dopo una serie di controlli stradali
Fabbricati, aziende, auto: sequestro da 50 milioni all'imprenditore Manganelli Fabbricati, aziende, auto: sequestro da 50 milioni all'imprenditore Manganelli Al 52enne i Carabinieri hanno messo sotto chiave 16 fabbricati, 4 terreni, 5 società, 6 veicoli e 11 conti correnti
© 2001-2021 MolfettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
MolfettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.