In punta di penna

Va in vacanza al nord e gli danno del terrone

Su facebook lo “sfogo” di Vincenzo

Chiamare qualcuno "terrunciello" per fare il verso a Diego Abatantuono può far ridere, ma usare il termine "terrone" con la volontà di offendere non si può accettare.
E' accaduto a Vincenzo, un molfettese che, in vacanza con la propria famiglia, ha vissuto un'esperienza che, a detta dello stesso, è stata terrificante.
Lo sfogo di Vincenzo è stato postato sul suo profilo facebook con la fretta e la foga che contraddistinguono lo stato d'animo che stava vivendo. «In giro per Cremona e Pavia ho visto gente offendersi dandosi del terrone e i carabinieri che mi inseguono vedendo la targa Bari poi rilasciandomi subito senza chiedere i documenti vedendo una tranquilla famigliola. Non portate cagnolini in Lombardia perché non sono ammessi in alcun posto aperto al pubblico».
Una situazione rocambolesca, che mette in evidenza quanto la discriminazione sia una questione ancora attuale.

Un racconto che lascia l'amaro in bocca e nette in evidenza tutta la mediocrità di certe persone, non tutte per fortuna. Anche se, a guardare bene, forse è vero, la gente del sud è diversa da quella del nord. I "terroni", Made in Sud, sono amanti dell' "arrust e mangia", dei taralli all'uovo, della parmigiana di melanzana, dei fagiolini (quelli dell'orto), dell'odore del mare, dell'umidità e del caldo afoso che ti rende felice. Cose da terroni insomma.

Soprattutto la gente del sud è accogliente. E' capace di abbracciare, di aiutare, di sostenere chi arriva da lontano, dal sud del sud. E' qualcosa che si ha nel sangue.
Non lo impone nessuno. Accade. E' così e a nessuno, da queste parti, verrebbe in mente di chiamare "terrone", nel senso più bieco che il termine può racchiudere, un uomo che arriva dall'Algeria, dalla Tunisia, da qualsiasi altra parte del mondo, né polentone chi arriva dal nord. Quelli made in Sud sono fatti così.
  • facebook
  • terroni
Altri contenuti a tema
3 Per molti è "sfida accettata". Ma che cos'è davvero? Per molti è "sfida accettata". Ma che cos'è davvero? La nuova moda che sta contagiando tutti su Facebook con foto da giovani. Ecco il vero significato
Novità in arrivo da MolfettaViva e Molfetta Pensa Novità in arrivo da MolfettaViva e Molfetta Pensa Nasce una collaborazione per un evento in cui i lettori faranno la differenza
Bufala su Facebook: nessun post diventerà pubblico Bufala su Facebook: nessun post diventerà pubblico Le rassicurazioni della Polizia di Stato
Politica e social network: chi posta e cinguetta meglio tra i partiti? Politica e social network: chi posta e cinguetta meglio tra i partiti? Il confronto politico, pure a Molfetta, si sposta nella piazza virtuale
#lovewins e Molfetta si divide a metà #lovewins e Molfetta si divide a metà Reazioni contrapposte per la sentenza che dice sì ai matrimoni gay negli Usa
Famiglia al centro della 49esima Giornata mondiale delle Comunicazioni sociali Famiglia al centro della 49esima Giornata mondiale delle Comunicazioni sociali La famiglia immersa nelle nuove tecnologie
Un nuovo virus si insinua attraverso facebook. I consigli dell'esperto Un nuovo virus si insinua attraverso facebook. I consigli dell'esperto Andrea Carnimeo, responsabile del settore perizie e accertamenti tecnici della Polizia postale spiega come difendersi
E su Facebook arrivano i "Vip di Molfetta" E su Facebook arrivano i "Vip di Molfetta" La pagina, tra il goliardico e il serio, conta più di 1000 likes. Ma non mancano le polemiche
© 2001-2019 MolfettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
MolfettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.