I Carabinieri
I Carabinieri
Cronaca

Stalking, la perseguita e danneggia la sua auto: preso grazie al "Codice Rosso"

L'uomo, un noto professionista, è stato fermato dai Carabinieri: non potrà più avvicinarsi alla vittima. È il primo caso a Molfetta

Nella tarda serata di ieri i Carabinieri della Stazione di Molfetta hanno eseguito l'applicazione della misura cautelare del divieto di avvicinamento alla vittima nei confronti di un uomo di Molfetta.

L'uomo, un noto professionista molfettese, è accusato di aver posto in essere una serie di atti persecutori ai danni di una donna, culminati con il reiterato utilizzo di una sostanza corrosiva (probabilmente un acido) con cui è stata danneggiata l'autovettura di proprietà della stessa.

L'autore dei fatti intimidatori è stato individuato grazie alla denuncia della vittima, assistita dall'avvocato Angela Maralfa, e all'acquisizione delle immagini riprese da alcune telecamere di videosorveglianza.

La prima denuncia era stata presentata a carico di ignoti agli inizi di ottobre. A seguito dell'individuazione del responsabile, e del compimento di ulteriori atti di danneggiamento mediante l'utilizzo dell'acido, è stata presentata il 25 ottobre una seconda denuncia.

La tempestività dell'intervento delle forze dell'ordine e della magistratura è stata resa possibile grazie alle nuove disposizioni introdotte, con la legge n. 69 del 19 luglio 2019, con la finalità di tutelare le vittime di violenza domestica e di genere.

Il così detto "Codice Rosso" si è rivelato essere in questo caso una efficace e tempestiva azione di contrasto, che ha probabilmente scongiurato il rischio che il colpevole potesse ulteriormente vessare la vittima, già duramente provata a livello emotivo.

L'indagato, assistito dall'avvocato Felice Petruzzella, nei prossimi giorni sarà sottoposto ad interrogatorio dinnanzi al giudice delle indagini preliminari di Trani.
  • Arresti Molfetta
  • Carabinieri Molfetta
  • Arresti Carabinieri
Altri contenuti a tema
2 Presi i ladri acrobati di pappagalli: denunciati due 33enni dai Carabinieri Presi i ladri acrobati di pappagalli: denunciati due 33enni dai Carabinieri Recuperati 47 esemplari: 7 erano già morti. I ladri li avevano rubati da una torre faro dello stadio Poli
Aggravamento delle misure cautelari, arrestati in due dai Carabinieri Aggravamento delle misure cautelari, arrestati in due dai Carabinieri Eseguite due ordinanze a carico di un 32enne ed un 23enne: entrambi sono rinchiusi nel carcere di Trani
2 In bici con la droga nei calzini: denunciato un 38enne dai Carabinieri In bici con la droga nei calzini: denunciato un 38enne dai Carabinieri L'uomo è stato individuato dai militari della Sezione Operativa. Nascondeva nei calzini e in casa hashish e marijuana
3 «Ci sono due minori». Rinviato lo sgombero in via Macina «Ci sono due minori». Rinviato lo sgombero in via Macina È successo nel centro storico: sul posto sono arrivati i Carabinieri e la Polizia Locale
1 In escandescenze in stazione. Intervengono 118 e Carabinieri In escandescenze in stazione. Intervengono 118 e Carabinieri Soccorso dagli operatori, un uomo è stato condotto in ospedale per le cure del caso
Coronavirus, nel ponte di Pasqua 901 sanzioni su 9.422 controlli Coronavirus, nel ponte di Pasqua 901 sanzioni su 9.422 controlli Controllate anche 270 attività commerciali: 4 titolari sono stati multati, per 3 esercizi è stata disposta la chiusura provvisoria
Pochissimi furbetti in giro, positivo il bilancio nel giorno di Pasquetta Pochissimi furbetti in giro, positivo il bilancio nel giorno di Pasquetta Efficaci i controlli delle forze dell'ordine, fatti su strada, ma anche dall'alto: presidiati tutti i varchi d'accesso
Occupazioni abusive, nuovi controlli nel centro storico di Molfetta Occupazioni abusive, nuovi controlli nel centro storico di Molfetta Le pattuglie di Carabinieri e Polizia Locale in via Preti e via Macina: verificati 3 immobili, identificate 10 persone
© 2001-2020 MolfettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
MolfettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.