Felice Spaccavento
Felice Spaccavento
Cronaca

Spaccavento: «Emergenza sicurezza a Molfetta, basta minimizzare»

Secondo il medico molfettese è «necessaria una risposta dalle istituzioni e dalla cittadinanza attiva»

«L'ennesimo incendio di un'autovettura a Molfetta, qualche giorno fa, questa volta nel quartiere San Giuseppe, ripropone con grande forza il tema della sicurezza in città». A denunciarlo è Felice Spaccavento, già candidato alle elezioni regionali nella lista Puglia Solidale e Verde.

«Dall'inizio dell'anno sono ben 23 i roghi che hanno coinvolto macchine parcheggiate sulla pubblica via, producendo ingenti danni economici ai proprietari. Questa situazione non è più tollerabile e impone una ferma presa di posizione da parte delle istituzioni», scrive in una nota stampa pervenuta in redazione.

«Condivido, per questo, l'appello lanciato in queste ore da Matteo d'Ingeo e dal movimento Liberatorio Politico - continua Spaccavento - affinché il sindaco Tommaso Minervini ponga al vertice delle priorità dell'amministrazione il tema della sicurezza dei cittadini, dal momento che progressivamente Molfetta sta scivolando in una condizione di illegalità diffusa che genera un profondo senso di insicurezza e di paura nei cittadini».

E sempre secondo il candidato alle ultime elezioni regionali «gli episodi da citare sarebbero moltissimi: oltre ai roghi delle auto, come non pensare, infatti, ai potentissimi petardi, ai fuochi pirotecnici non autorizzati e alle forti esplosioni che turbano, a qualsiasi ora, la tranquillità dei cittadini in molte zone della città, o agli schiamazzi e agli atti vandalici che si susseguono ovunque?», si chiede.

«Dinnanzi a questo scenario è intollerabile l'approccio del sindaco Minervini che si ostina a minimizzare e a ridimensionare la portata di questi fenomeni, continuando a raccontare la bella favoletta di una città con elevati standard di vivibilità. La realtà che vivono i cittadini tutti i giorni - sostiene Minervini - è molto diversa».

«Per questo - spiega - auspico, da un lato, la convocazione immediata di un consiglio comunale monotematico che affronti la questione sicurezza e adotti misure concrete da realizzare quanto prima (prolungamento dell'orario di servizio della Polizia Locale, potenziamento dei sistemi di videosorveglianza, maggiore coordinamento tra tutte le forze dell'ordine presenti in città), e, dall'altro, uno scatto di orgoglio da parte della cittadinanza attiva».

Secondo il medico molfettese, anestesista all'ospedale di Corato, la cittadinanza attiva «rappresenta sempre il primo presidio di legalità sul territorio, in modo che possano aumentare le denunce dei fenomeni di illegalità e si possano così aiutare gli inquirenti a fare luce sui tanti episodi oscuri che lanciano un'ombra sinistra sulla nostra Molfetta».
  • felice spaccavento
  • Incendi Molfetta
Altri contenuti a tema
Spaccavento: «Importante assistere i pazienti Covid anche a domicilio» Spaccavento: «Importante assistere i pazienti Covid anche a domicilio» Il coordinatore delle USCA illustra le modalità operative degli interventi a Molfetta
Tornano gli incendi: brucia un'auto in via San Francesco d'Assisi Tornano gli incendi: brucia un'auto in via San Francesco d'Assisi Il rogo si è sviluppato questa mattina alle ore 05.00, nel mirino una Citroen C3. Sul posto Vigili del Fuoco e Carabinieri
Spaccavento risponde all'appello di Rifondazione: «Discutiamo dei programmi» Spaccavento risponde all'appello di Rifondazione: «Discutiamo dei programmi» Il medico parla dopo la proposta del partito di una coalizione per la sua candidatura a sindaco nel 2022
Un anno di fuoco: registrati 13 interventi dei Vigili del Fuoco Un anno di fuoco: registrati 13 interventi dei Vigili del Fuoco In media uno al mese, nonostante il lockdown, i controlli e l'arresto di un incendiario a fine anno
Auto rubata a Molfetta ritrovata incendiata a Ruvo Auto rubata a Molfetta ritrovata incendiata a Ruvo L'auto, una Fiat Punto, scoperta dagli uomini della Metronotte in un fondo in località Pozzo Sorgente
Non si arresta la scia di incendi, a fuoco una Fiat Multipla Non si arresta la scia di incendi, a fuoco una Fiat Multipla Il rogo, ieri sera alle ore 23.50, in via Aiello, a poche ore dell'arresto di un 48enne per l'incendio di via Maranta
Auto in fiamme in via Maranta, c'è un arresto. Ma le indagini proseguono Auto in fiamme in via Maranta, c'è un arresto. Ma le indagini proseguono In carcere un 48enne. I Carabinieri hanno raccolto diversi riscontri. Ma bisogna scoprire eventuali altre responsabilità
Tornano gli incendi: brucia un'auto in via Madonna dei Martiri Tornano gli incendi: brucia un'auto in via Madonna dei Martiri Il rogo si è sviluppato ieri alle ore 23.55, nel mirino una Toyota iQ. Sul posto Vigili del Fuoco e Carabinieri
© 2001-2021 MolfettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
MolfettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.