L'intervento congiunto di Vigili del Fuoco, 118 e Carabinieri
L'intervento congiunto di Vigili del Fuoco, 118 e Carabinieri
Cronaca

Si cosparge di benzina, poi si dà fuoco: salvato da un passante e dai Vigili del Fuoco

Il dramma si è consumato ieri sera lungo la strada provinciale per Ruvo. L'uomo è stato trasportato al Policlinico di Bari

Tragedia sfiorata, nella serata di ieri, a Molfetta dove un uomo del posto ha cosparso il proprio corpo di benzina prima di darsi fuoco in mezzo alla strada, lungo l'arteria provinciale 56 che collega Molfetta a Ruvo di Puglia, all'altezza del ponte che sovrasta l'autostrada A14.

Il dramma si è consumato alle ore 19.00 ed ha attirato immediatamente l'attenzione di tutti coloro che si trovavano nei paraggi. Sotto choc l'unico testimone che si trovava in quel momento a percorrere la strada - un autista - che ha assistito al folle gesto dell'uomo, il quale ha tentato di farla finita, in modo plateale, in mezzo alla strada, trovandosi di fronte ad una palla di fuoco umana che chiedeva aiuto.

Immediate le chiamate ai soccorsi, che si sono precipitati in loco. I Vigili del Fuoco del Distaccamento di Molfetta hanno unito le forze per sedare le fiamme che avviluppavano l'uomo ed infine sono riusciti ad avere la meglio su di esse ed a salvarlo. A quel punto il personale medico del 118, giunto a bordo di un'ambulanza, ha potuto prestare le prime cure all'uomo.

L'aspirante suicida, una volta stabilizzato, è stato poi condotto d'urgenza al Policlinico di Bari. Sul posto anche i Carabinieri dell'Aliquota Radiomobile della locale Compagnia: le dinamiche dell'accaduto non sono del tutto chiare neppure a loro. Le indagini per ricostruirle sono tuttora in corso.
  • Carabinieri Molfetta
  • Suicidi Molfetta
  • Vigili del Fuoco Molfetta
Altri contenuti a tema
Fumo dal tetto del Seminario Vescovile di Molfetta, sul posto Polizia e Vigili del Fuoco Fumo dal tetto del Seminario Vescovile di Molfetta, sul posto Polizia e Vigili del Fuoco Probabile un corto circuito. Tanti i curiosi sul posto
Controlli antidroga dei Carabinieri: un arresto e cinque clienti segnalati Controlli antidroga dei Carabinieri: un arresto e cinque clienti segnalati Tra Giovinazzo e Molfetta: in manette un 30enne molfettese, aveva 30 grammi di marijuana. È finito ai domiciliari
Paura in Via de Simone a Molfetta: da una gru cadono pezzi al suolo Paura in Via de Simone a Molfetta: da una gru cadono pezzi al suolo Sul posto Vigili del Fuoco e Polizia Locale. Area delimitata
Allarme spaccio in un locale di Molfetta. Ma Brumotti fa flop Allarme spaccio in un locale di Molfetta. Ma Brumotti fa flop Striscia stava effettuando un servizio in via Santa Giovina ed ha allertato i Carabinieri: l'esito della perquisizione è stato negativo
Domenico Mastromauro nuovo comandante del Nucleo Operativo e Radiomobile Domenico Mastromauro nuovo comandante del Nucleo Operativo e Radiomobile Il sottotenente arriva dalla Compagnia di Trani: 50 anni, Cavaliere della Repubblica, ha operato anche all'estero
Vino adulterato spacciato come Doc: 10 milioni di litri sequestrati in Salento Vino adulterato spacciato come Doc: 10 milioni di litri sequestrati in Salento Il Nas leccese ha smantellato 3 presunte associazioni per delinquere. Tra gli indagati anche un 55enne di Molfetta
Oltre 300 grammi di marijuana sul soppalco: preso un 20enne Oltre 300 grammi di marijuana sul soppalco: preso un 20enne Recuperate dai Carabinieri ben 310 dosi pronte per essere vendute. Arrestato, è ai domiciliari
Da Molfetta per rifornirsi di droga. 25 arresti nel clan Dello Russo Da Molfetta per rifornirsi di droga. 25 arresti nel clan Dello Russo Operazione "Anno Zero" a Terlizzi, considerato uno snodo importante dello spaccio. Le dosi ordinate per telefono
© 2001-2020 MolfettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
MolfettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.