pisapia
pisapia

Molfetta firma l’Urban Food Politicy Pact con 100 città del mondo

Il sindaco Paola Natalicchio sottoscriverà il documento con la Rete Città Sane e le altre città metropolitane

Un patto internazionale per rendere i sistemi alimentari urbani e sostenibili. È stato proposto dalla Città di Milano, che ha ospitato Expo 2015 il cui tema è stato "Nutrire il pianeta, Energia per la vita", e vuole essere l'eredità immateriale dell'esposizione universale che richiama l'impegno a sviluppare "sistemi alimentari sostenibili, inclusivi, resilienti, sicuri e diversificati, per garantire cibo sano e accessibile a tutti".

Il patto verrà firmato da più di 100 città di tutto il mondo, tra cui New York, Londra, Parigi, Toronto, Vancouver, Melbourne, San Paolo, Mosca. Ci sarà anche Molfetta, che firmerà con i sindaci della rete "Città sane" di Udine, Sacile, Arezzo, Ancona, Modena, Foggia e delle città metropolitane italiane. La cerimonia si svolgerà, oggi, giovedì 15 ottobre nella prestigiosa Sala delle Cariatidi di Palazzo Reale a Milano, a firmare il documento ci saranno il sindaco di Molfetta Paola Natalicchio e l'assessore all'ambiente Rosalba Gadaleta.

Domani, 16 ottobre, Giornata Mondiale dell'Alimentazione, il patto verrà consegnato da una delegazione guidata dal Sindaco Giuliano Pisapia a Ban Ki-Moon, Segretario Generale delle Nazioni Unite, presente a Expo.

"Abbiamo aderito convitamente a questo patto – spiega Paola Natalicchio – che impegna i sindaci a lavorare per sviluppare sistemi alimentari sostenibili, valorizzando le risorse del territorio, rispettando il patrimonio genetico e storico, la biodiversità, le tecniche tradizionali di coltivazione e trasformazione per garantire cibo sano e lotta agli sprechi. È stata una grande intuizione di Pisapia quella di chiamare i sindaci a sottoscrivere questo patto per ripartire dalle comunità locali, dai 300 milioni di cittadini che rappresentiamo, e promuovere stili alimentari più salutari sia per l'uomo che per l'ambiente".
Esempi di buone pratiche richiamate sono quelle di New York, dove il 58 per cento degli adulti e il 40 per cento dei bambini in età scolare sono sovrappeso o obesi, e il Comune incentiva fiscalmente l'apertura di supermercati che vendono alimenti freschi nelle aree poco servite. I 39 mercati coperti di Barcellona, l'anima dei quartieri dove sorgono, per il 65 per cento dei residenti ci fa la spesa, l'aperitivo o ascolta concerti. A Dakar, dove manca lo spazio per sviluppare l'agricoltura urbana, sono nati i Microjardins, per spiegare ai cittadini come coltivare pomodori, lattuga sul balcone. Con il programma Food Save il Comune di Londra offre consulenze gratuite alle piccole e medie imprese del settore della ristorazione su come ridurre lo spreco alimentare. E poi ci sono le mense popolari di Belo Horizonte, capitale dello stato brasiliano del Minas Gerai, in cui tutti pagano lo stesso prezzo e ricevono lo stesso cibo.

"Contribuiamo – aggiunge il sindaco Natalicchio – alla costruzione di una rete di amministratori per lo scambio di buone pratiche, in cui anche noi facciamo la nostra parte a livello locale con la valorizzazione del prodotto tipico e il rilancio di forme di vendita a km0. È lo strumento che abbiamo per mettere al centro gli ecosistemi locali e il patrimonio culturale delle comunità anche negli aspetti antropologici legati ai riti, alle tradizioni senza tralasciare l'attenzione al gusto. È chiaro che questa firma rappresenta una occasione per rilanciare il nostro impegno".

L'assessore Rosalba Gadaleta interverrà a Palazzo Marino a Milano il 15 ottobre 2015, al workshop organizzato dalla Rete Città Sane: "Abbiamo – conclude l'assessore – rilanciato l'impegno della nostra città nella rete Città Sane, a partire dal Meeting nazionale che abbiamo ospitato nell'aprile del 2014, e che ci ha portato prima ad Atene e oggi a Milano a ragionare delle dinamiche per generare sostenibilità nelle politiche sull'impatto ambientale della filiera agroalimentare. Dobbiamo trasformare questa presenza in una spinta alla conversione innovativa di tutti gli operatori della filiera, ridando centralità alla figura del produttore come custode di conoscenza delle risorse genetiche territoriali".
  • Paola Natalicchio
  • città sane
  • expo 2015
  • Giuliano Pisapia
Altri contenuti a tema
1 Natalicchio, appello alla sinistra molfettese: «Basta alle divisioni inutili» Natalicchio, appello alla sinistra molfettese: «Basta alle divisioni inutili» L'ex sindaco commenta anche la mozione di sfiducia al sindaco Minervini
"Oscar della salute 2019": il premio anche alla città di Molfetta "Oscar della salute 2019": il premio anche alla città di Molfetta Il riconoscimento arriva dalla rete italiana Città Sane
2 Paola Natalicchio: «Nessuna mia candidatura nel 2022 a Molfetta» Paola Natalicchio: «Nessuna mia candidatura nel 2022 a Molfetta» L'ex sindaco precisa: «Continuerò a battermi per una città migliore»
Comunali 2022 a Molfetta: Paola Natalicchio e Bepi Maralfa di nuovo insieme? Comunali 2022 a Molfetta: Paola Natalicchio e Bepi Maralfa di nuovo insieme? Sinistra Italiana e Area Pubblica: «Il sindaco si dimetta»
Assegnata a Molfetta la vice presidenza della Rete Italiana Città Sane Assegnata a Molfetta la vice presidenza della Rete Italiana Città Sane Balducci: «Un risultato molto importante per la città»
Mobbing di Natalicchio verso Balducci? Il Tribunale respinge la richiesta di risarcimento dell'ingegnere Mobbing di Natalicchio verso Balducci? Il Tribunale respinge la richiesta di risarcimento dell'ingegnere Il Giudice di Lavoro di Trani ha emesso la sentenza sulla controversia
Da Molfetta le proposte per il Meeting nazionale della Rete Città Sane OMS Da Molfetta le proposte per il Meeting nazionale della Rete Città Sane OMS Al centro dei lavori iniziative sull'invecchiamento attivo
Paola Natalicchio si dimette dal Consiglio Comunale di Molfetta Paola Natalicchio si dimette dal Consiglio Comunale di Molfetta L'ex sindaco: «Mai politica di professione. Ma l'impegno per la città continuerà»
© 2001-2022 MolfettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
MolfettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.