Il Tribunale Militare di Napoli
Il Tribunale Militare di Napoli
Cronaca

«Sciatalgia simulata». Assolto maresciallo 55enne in servizio a Molfetta

L'uomo era finito a processo per essersi assentato a causa di una sciatica, ma è stato scagionato perché «il fatto non sussiste»

Era accusato di essersi assentato dal lavoro a causa di una forte sciatalgia che non gli avrebbe impedito, però, di guidare la propria moto. Era un'accusa pesante quella con cui ha dovuto convivere L.C., 55enne maresciallo capo dell'Arma, accusato di simulata infermità. Ma oggi l'uomo è stato assolto con formula piena.

È la sentenza pronunciata dal Tribunale Militare di Napoli riunito in composizione collegiale (presidente Filippo Verrone) che mette la parola fine ad una vicenda giudiziaria che risale al 2020. L'uomo, in servizio alla Compagnia di Molfetta, avrebbe chiesto un giorno di licenza (una domenica) perché invitato alla comunione di una sua parente, ma essendosi visto negare il giorno per partecipare alla festa, secondo la Procura Militare, avrebbe architettato il tutto simulando l'infermità.

Aveva prodotto una certificazione medica che attestava la sua indisposizione correlata ai suoi problemi alla schiena: sciatalgia. Ma per l'accusa si trattava di una "malattia simulata" tanto che un proprio ufficiale superiore, il giorno in cui il sottufficiale si era assentato per l'infiammazione del nervo sciatico, l'aveva incontrato sulla propria moto, anziché trascorrere la malattia a casa. Era quindi scattata la denuncia e l'azione penale che si è conclusa oggi perché «il fatto non sussiste».

La difesa del 55enne, affidata all'avvocato Antonio La Scala, con certificati sanitari e testimonianze ha dimostrato non solo la sussistenza della patologia, per cui si era visto riconoscere la causa di servizio, ma anche la circostanza che l'imputato non è mai andato a quella comunione proprio per le sue condizioni fisiche.
  • Carabinieri Molfetta
Altri contenuti a tema
Rubano un'auto e la trainano: intercettata dai Carabinieri, finisce sul guard rail Rubano un'auto e la trainano: intercettata dai Carabinieri, finisce sul guard rail Nottata movimentata sul cavalcavia di Cola Olidda, dove si è conclusa la folle corsa di una Volkswagen Golf rubata a Molfetta
Maltrattamenti in casa, braccialetto elettronico al marito violento Maltrattamenti in casa, braccialetto elettronico al marito violento Il provvedimento d'urgenza del Tribunale di Bari applicato dopo la denuncia della donna. Applicata la misura cautelare
Ai domiciliari, viola gli obblighi: insegnante 57enne finisce in carcere Ai domiciliari, viola gli obblighi: insegnante 57enne finisce in carcere L'uomo, residente a Molfetta e accusato del reato di maltrattamenti in famiglia, è stato arrestato dai Carabinieri
Trovate in casa con la cocaina: 48enne passa dal carcere ai domiciliari Trovate in casa con la cocaina: 48enne passa dal carcere ai domiciliari La donna, arrestata lo scorso 6 marzo, su istanza del proprio legale, ha ottenuto l'alleggerimento della misura cautelare
Maxi-confisca: le indagini iniziate nel 2016. La difesa: «Diremo la nostra» Maxi-confisca: le indagini iniziate nel 2016. La difesa: «Diremo la nostra» Nel mirino Giuseppe Manganelli: l'attività avviata dopo alcuni controlli stradali. L'avvocato Poli: «A breve le nostre precisazioni»
Maxi confisca all'imprenditore Manganelli: sigilli all'impero da 50 milioni Maxi confisca all'imprenditore Manganelli: sigilli all'impero da 50 milioni Operazione dei Carabinieri: tra i beni confiscati 15 fabbricati, tra i quali la villa, con vista mare, dove vive il 55enne
Controlli in città dopo l'omicidio De Gennaro: sette arresti, sequestrata droga Controlli in città dopo l'omicidio De Gennaro: sette arresti, sequestrata droga Sei le persone arrestate per detenzione di cocaina, hashish e marijuana, un settimo per evasione dai domiciliari
Guerriglia di Capodanno, la Gip sui minori: «Spiccata pericolosità sociale» Guerriglia di Capodanno, la Gip sui minori: «Spiccata pericolosità sociale» Secondo il magistrato «il grave rischio di una facile recidiva può cogliersi nelle modalità concrete con cui i giovani hanno agito»
© 2001-2024 MolfettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
MolfettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.