Lopalco
Lopalco

Lopalco tuona: «I medici che rifiutano il vaccino andrebbero licenziati»

Il parere dell'assessore regionale alla Sanità

L'assessore alla Sanità pugliese Pier Luigi Lopalco si è espresso con termini piuttosto duri nei confronti dei sanitari che, ad oggi, hanno rifiutato di vaccinarsi contro il Covid: «Ci sono tanti bei mestieri. Se io non voglio vaccinarmi vado a fare il verduraio, vado a fare il meccanico, non vado a fare l'infermiere».

Lopalco, nel corso del suo intervento a Piazzapulita, ospite di Corrado Formigli, ha parlato dell'andamento del Coronavirus nella regione. Soprattutto, l'assessore alla Sanità ha parlato della difficoltà nel gestire il sistema sanitario regionale in caso di una massiccia resistenza del personale medico alla vaccinazione. Difficoltà legata all'impossibilità di licenziare.

«Concretamente - ha aggiunto - noi non abbiamo strumenti per licenziare medici e infermieri: non si possono licenziare, ma perlomeno con questa legge approvata in Puglia potremmo allontanarli perché non sono idonei». In Puglia è stata approvata, infatti, una legge regionale che obbliga gli operatori sanitari a ricevere le dosi di vaccino anti Covid, allo scopo di prevenire ulteriori contagi.

La legge è stata approvata dal Consiglio regionale diversi giorni fa, con 28 voti a favore. Le misure, che sono rivolte al personale sanitari, sono in linea con le disposizioni previste dalla legge regionale 19 del 2018 in fatto di prevenzione verso malattie come epatite B, morbillo, parotite, rosolia, varicella, difterite, tetano, pertosse, influenza e tubercolosi.
  • Coronavirus
Altri contenuti a tema
L'Associazione Nazionale Bande da Giro studia un protocollo per la ripartenza post Covid L'Associazione Nazionale Bande da Giro studia un protocollo per la ripartenza post Covid Il presidente Benedetto Grillo: «C'è voglia di recuperare il tempo perduto»
Il Comune di Molfetta autorizza la riapertura di "altre attività paramediche indipendenti" nei centri estetici Il Comune di Molfetta autorizza la riapertura di "altre attività paramediche indipendenti" nei centri estetici Accolte dal sindaco le istanze: sì a idroterapia, massaggi curativi, chiropodia e chiroterapia
Covid, anche oggi in Puglia i guariti superano i nuovi contagi: il bollettino Covid, anche oggi in Puglia i guariti superano i nuovi contagi: il bollettino Nelle ultime 24 ore 1.180 casi e 24 decessi
Dipendenti positivi al Covid: chiusi nel pomeriggio gli uffici di Lama Scotella Dipendenti positivi al Covid: chiusi nel pomeriggio gli uffici di Lama Scotella Oggi la sanificazione. Domani sede comunale regolarmente aperta
Emiliano scrive a Speranza: «Si valutino riaperture dal 26 in Puglia. Tensione sociale crescente» Emiliano scrive a Speranza: «Si valutino riaperture dal 26 in Puglia. Tensione sociale crescente» Il presidente della Regione scrive al ministro della Salute
Covid, la Puglia seconda in Italia per occupazione di ricoveri (50%) e terapie intensive (49%) Covid, la Puglia seconda in Italia per occupazione di ricoveri (50%) e terapie intensive (49%) Nella giornata di ieri un lieve calo dei posti letto occupati
Covid, la Puglia resterà zona rossa fino al 30 aprile. C'è l'ordinanza Covid, la Puglia resterà zona rossa fino al 30 aprile. C'è l'ordinanza Il documento però precisa: «Salvo una nuova classificazione»
Medici USCA in campo anche a Molfetta per le cure in casa dei positivi al Covid Medici USCA in campo anche a Molfetta per le cure in casa dei positivi al Covid Unità mediche dotate di un nuovo kit dalla Asl Bari
© 2001-2021 MolfettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
MolfettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.