Ulivo di Antignano. <span>Foto Vincenzo Bisceglie</span>
Ulivo di Antignano. Foto Vincenzo Bisceglie

Legambiente: «L'ulivo di Antignano non si tocca!»

L'associazione interviene sull'episodio dei giorni scorsi

Apprendiamo dalle guardie campestri che ignoti, alcuni giorni fa, hanno tagliato in maniera maldestra con una motosega, un ramo dell'Ulivo di Antignano senza che ci fosse alcun motivo, per puro vandalismo.
Dopo sopralluogo con le guardie stesse ed il proprietario del fondo, accertiamo che, fortunatamente, il danno per l'albero patriarca non è grave, ma questo non giustifica alcuna azione che vada a ledere un patrimonio del nostro territorio non solo dal punto di vista naturalistico, ma anche storico e simbolico.

Il nostro circolo da sempre si è speso per conservare la memoria dell'Ulivo e di tutti gli alberi di pregio storico – naturalistico dell'agro e della città di Molfetta, proponendo alla precedente amministrazione comunale di censirli, operazione che andrebbe subito ripresa e completata.
Oggi, prima di tutto, bisognerebbe ricordare alla comunità l'esistenza e l'importanza di questi alberi ed avviare un percorso educativo che riconnetta sentimentalmente la città al suo patrimonio naturalistico, coinvolgendo anche la "civica siloteca" e facendo conoscere l'opera del nostro illustre concittadino Raffaele Cormio (1883 – 1952) che tanto si spese nella protezione e nella cura degli stessi tanto da essere appellato "il papà degli alberi".

E' necessario che l'amministrazione comunale, a seguito di questo atto sconsiderato e vandalico, contribuisca alla cura ed alla segnalazione dell'Ulivo, sarebbe un primo passo importante.

La storia del nostro territorio non può essere malamente tagliata con un colpo di motosega, ma va recuperata e messa a disposizione di tutti, a partire dalle giovani generazioni.
  • legambiente
Altri contenuti a tema
Legambiente, "Spiagge e fondali puliti" a Molfetta Legambiente, "Spiagge e fondali puliti" a Molfetta L’iniziativa si terrà domenica 17 giugno, alle ore 9 (località Cala Sant’Andrea)
1 Legambiente: «Tutti i Comuni interessati si oppongano alla condotta sottomarina» Legambiente: «Tutti i Comuni interessati si oppongano alla condotta sottomarina» Il 20 novembre la conferenza di servizi sul tema
Criminalità ambientale, la Puglia terza nella classifica dell'illegalità Criminalità ambientale, la Puglia terza nella classifica dell'illegalità Presentati i dati del rapporto ecomafia di Legambiente
64 Ci sono Bisceglie e Giovinazzo, manca Molfetta: per le spiagge si è arrivato al fondo Ci sono Bisceglie e Giovinazzo, manca Molfetta: per le spiagge si è arrivato al fondo Per Legambiente e Touring Club Italian "Il mare più bello" non è a Molfetta
Legambiente: «Era proprio questa la Molfetta che sognavamo?» Legambiente: «Era proprio questa la Molfetta che sognavamo?» La delibera del Commissario Passerotti chiude la lunga vicenda della zona tra cimitero, crtecchje ed ex fonderia Palbertig
Legambiente premia i "Comuni ricicloni". Bocciata Molfetta Legambiente premia i "Comuni ricicloni". Bocciata Molfetta Debacle davanti a tutta la Puglia: nessun riconoscimento alla città
Il depuratore e la condotta sottomarina di Torre Calderina: il dossier di Legambiente Il depuratore e la condotta sottomarina di Torre Calderina: il dossier di Legambiente L'associazione spiega le ragioni di "un impatto ambientale e sociale non accettabile"
Referendum 17 aprile, Natalicchio "Si alla staffetta dei sindaci" Referendum 17 aprile, Natalicchio "Si alla staffetta dei sindaci" Il sindaco accetta l'invito lanciato da Legambiente. E arriva anche il messaggio di Caparezza.
© 2001-2019 MolfettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
MolfettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.