I Carabinieri
I Carabinieri
Cronaca

Ladro tenta la fuga in mare, ma a riva lo aspettano i Carabinieri

Dopo il colpo alla Caritas un 49enne si è gettato in acqua. Arrestato, è stato subito rimesso in libertà

Dopo aver messo a segno, assieme a due complici, un furto nella sede della Caritas di Molfetta ha pensato di poterla fare franca, gettandosi in mare e tentando un'improbabile fuga a nuoto per evitare di essere catturato. I Carabinieri, però, lo hanno "ripescato" e arrestato: confinato ai domiciliari, è già tornato in libertà.

L'episodio è avvenuto nei giorni scorsi, in piena notte, quando un 49enne pluripregiudicato del posto (G.S. le sue iniziali), insieme a due complici non identificati, si è intrufolato negli uffici amministrativi ubicati in piazza Municipio. I ladri si sono arrampicati con una scala dal balcone ed hanno forzato una finestra. Poi, una volta all'interno, hanno rovistato nei vari uffici, frugando in un armadio e puntando ad un cassetto da cui hanno arraffato una somma irrisoria, pari a 100 euro.

La scena, però, non è passata inosservata ad una gazzella della locale Compagnia diretta dal capitano Francesco Iodice: gli uomini dell'Aliquota Radiomobile, nel corso dei controlli notturni anti Covid-19, li hanno intercettati ed inseguiti. Uno dei tre banditi, ​per eludere l'inevitabile cattura, ha pensato bene di correre verso il lungomare Colonna e di continuare la sua fuga lungo la battigia finché, fra l'incredulità dei militari, si è tuffato in acqua cercando un'improbabile fuga a nuoto.

Ad un certo punto il malvivente ha deciso di arrendersi. L'acqua era gelida, il freddo ha iniziato a farsi sentire e così, alla fine, ha deciso di ritornare a riva dove, però, ad attenderlo c'erano i Carabinieri. Che lo hanno "ripescato" direttamente dal mare. L'uomo, portato in caserma e accertate le sue buone condizioni di salute, è stato identificato: mica un ladro di galline, ma uno degli inventori, a metà degli anni '90, del Bancomat della droga, arrestato nella celebre operazione "Reset".

Il 49enne, trovato anche in possesso di un piede di porco, sentito il pubblico ministero di turno presso la Procura della Repubblica di Trani, è stato nuovamente incriminato: alla fine l'ignobile colpo alla Caritas si è concluso con una fuga amara, una nuotata ghiacciata ed un'accusa di furto in concorso con persone rimaste ignote. Tratto in arresto dai Carabinieri dopo un'insolita "battuta di pesca", l'uomo è stato confinato ai domiciliari dove, in realtà, vi è rimasto un battito di ciglia.

Il suo legale, Maurizio Masellis, durante l'udienza di convalida, ha chiesto ed ottenuto la revoca dei domiciliari a carico del suo assistito a cui è stato applicato l'obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria. Dei soldi, misero bottino di un'azione ignobile, una sbandata per motivi di fame, s'è persa qualsiasi traccia.
  • Arresti Molfetta
  • Carabinieri Molfetta
  • Arresti Carabinieri
  • Maurizio Masellis
Altri contenuti a tema
Arresti nell'Arma, il processo inizia con un rinvio Arresti nell'Arma, il processo inizia con un rinvio Slitta al 18 maggio l'udienza preliminare per consentire alle difese di avanzare richieste di riti alternativi
Furti nei negozi, arrestato un 47enne. Era l'incubo dei commercianti Furti nei negozi, arrestato un 47enne. Era l'incubo dei commercianti Tre gli episodi contestati dai Carabinieri: l'uomo, già arrestato lo scorso 19 marzo, è stato individuato dopo una serrata indagine
In volo verso il Regno Unito con documenti falsi: assolto un 29enne In volo verso il Regno Unito con documenti falsi: assolto un 29enne L'uomo, difeso dall'avvocato Masellis, era accusato di favoreggiamento all'immigrazione clandestina. È stato scagionato
Carabinieri, il luogotenente Dante ad Andria. È stato per 13 anni a Molfetta Carabinieri, il luogotenente Dante ad Andria. È stato per 13 anni a Molfetta Di origini napoletane, dal 1995 al 2005 ha ricoperto l'incarico di comandante del Nucleo Comando
Si allontanano da una comunità: scomparse due minori di Molfetta Si allontanano da una comunità: scomparse due minori di Molfetta Le sorelle Melania e Simona Sigrisi dal 9 aprile non hanno fatto più ritorno nella struttura Legàmi e Talenti
Pirati-rapinatori a Molfetta. Assalto ad un motopeschereccio Pirati-rapinatori a Molfetta. Assalto ad un motopeschereccio L'episodio nel porto: rubate le attrezzature di bordo. Sul caso stanno indagando i Carabinieri
Ladri in trasferta a Trani: padre e figlio arrestati dalla Polizia Ladri in trasferta a Trani: padre e figlio arrestati dalla Polizia I due, di 47 e 18 anni, sono stati fermati dopo una serie di furti nei negozi: riconosciuti grazie alla videosorveglianza
Ai domiciliari, aveva 19 dosi di hashish in casa. Ed è di nuovo in arresto Ai domiciliari, aveva 19 dosi di hashish in casa. Ed è di nuovo in arresto Nei guai un 23enne di Molfetta. Controllo mirato dei Carabinieri e la scoperta su un mobile della cucina
© 2001-2021 MolfettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
MolfettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.