renato de scisciolo
renato de scisciolo
Vita di città

L’Associazione Regionale antiracket plaude ai Carabinieri

Le dichiarazioni del presidente, Renato De Scisciolo

L'Associazione Regionale Antiracket Antiusura con sede a Molfetta intende congratularsi con i Carabinieri della Compagnia della Stazione di Palo del Colle e della stazione di Molfetta per l'azione e l'intervento significativo che ha portato all'arresto di quella che ormai da tempo veniva definita la "banda del cacciavite". La banda intorno alle 20.30 aveva da poco fatto irruzione in un supermercato di Palo – posto in posizione defilata rispetto al centro per agevolare la fuga – arraffando il contante disponibile nella cassa per poi fuggire grazie ad un terzo complice che li attendeva a bordo di una Peugeot 206 bianca e dirigendosi verso Bitonto. Proprio attraverso l'auto in questione, che non risultava rubata, i Carabinieri sono riusciti a risalire al proprietario, un uomo di 33 anni residente a Santo Spirito, che è stato tratto in arresto con l'accusa di rapina aggravata in concorso, assieme al secondo complice, un ragazzo di 22 anni anche lui residente a Santo Spirito e vecchia conoscenza delle forze dell'ordine. Si è invece sulle tracce del terzo complice che si è dato irreperibile.

In questa operazione fondamentale è risultato essere l'intuito e la prontezza delle Forze dell'Ordine, così come nell'operazione di qualche giorno fa che a Molfetta ha portato all'arresto di un venticinquenne per che deteneva in casa illegalmente un mitragliatore Kalashnikov, privo di matricola e completo di caricatore, 67 cartucce calibro 7,62 e 40 grammi di marijuana, sottoposti a sequestro; al giovane i Carabinieri sono giunti nel corso delle indagini avviate in seguito all'omicidio di Claudio Fiorentino, il 33enne freddato nei giorni scorsi a Giovinazzo.

«Operazioni come queste - conferma il presidente Renato de Scisciolo - non possono che rafforzare la fiducia dell'Associazione nei confronti delle Forze dell'Ordine e della Magistratura che si sono sempre rivelati preziosi alleati al fine di perpetrare la propria azione di contrasto ai crimini di usura ed estorsione, e altresì agli atti illegali in generale».
  • Antiracket
  • Carabinieri
  • Renato De Scisciolo
Altri contenuti a tema
Cambia il codice della strada, sarà stretta sui monopattini anche a Molfetta Cambia il codice della strada, sarà stretta sui monopattini anche a Molfetta Già nelle scorse settimane le forze dell'ordine avevano intensificato i controlli
Furto in una gioielleria di Molfetta, arrestati un uomo e una donna Furto in una gioielleria di Molfetta, arrestati un uomo e una donna L'uomo, rintracciato a Vigevano, è stato rinchiuso nel carcere di Torino. La donna, invece, è finita ai domiciliari
De Scisciolo: «Nessuna emergenza racket a Molfetta» De Scisciolo: «Nessuna emergenza racket a Molfetta» Le precisazioni del vice presidente nazionale della Federazione Antiracket e Antiusura italiana
Bombe a Molfetta, l'appello di De Scisciolo: «Coraggio, denunciate» Bombe a Molfetta, l'appello di De Scisciolo: «Coraggio, denunciate» Parla il vice presidente nazionale della Federazione delle Associazioni Antiracket e Antiusura italiane
Carabinieri: De Marchis alla guida del Comando Provinciale di Bari Carabinieri: De Marchis alla guida del Comando Provinciale di Bari Il colonnello succede al generale Cairo. Ha lavorato nel gabinetto della Difesa: «Fase delicata, i cittadini abbiano fiducia»
Criminalità, reati in aumento: +4,76%. Al primo posto i furti d'auto Criminalità, reati in aumento: +4,76%. Al primo posto i furti d'auto I dati sono stati diffusi in occasione della festa dei Carabinieri alla presenza del prefetto Bellomo e del generale Spagnolo
Uomo si barrica in casa: è armato. In corso le trattative con i Carabinieri Uomo si barrica in casa: è armato. In corso le trattative con i Carabinieri Il 53enne chiede di parlare con il sindaco Minervini. Sul campo anche le unità speciali dell'Arma
Paura in via Samarelli: si barrica in casa ed esplode alcuni colpi di pistola Paura in via Samarelli: si barrica in casa ed esplode alcuni colpi di pistola L'uomo, un 53enne, ad ottobre si era cosparso di benzina in Cattedrale. Fu salvato dai Carabinieri e dal sindaco
© 2001-2022 MolfettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
MolfettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.