Avv. Giuseppe Maralfa
Avv. Giuseppe Maralfa
Cronaca

L'appello di Maralfa: «È doveroso l'intervento di un Reparto Investigativo»

Secondo l'avvocato molfettese, già vice sindaco, «garantirebbe terzietà rispetto a quelli territoriali»

Nessuna ricetta magica, nessuna proposta miracolistica. Per l'avvocato Bepi Maralfa contro i roghi che hanno distrutto quattro autovetture in altrettanti giorni si tratta di proseguire su una strada già percorsa in passato.

«Mi sembra doveroso - fa sapere il professionista molfettese - l'intervento di un Reparto Investigativo caratterizzato da terzietà rispetto a quelli territoriali. Ma la denuncia o la facciamo noi o la fa il sindaco Tommaso Minervini. Già in passato, per altri motivi, abbiamo avuto controlli anti-crimine da parte della Questura di Bari e ci sono gravissimi motivi per richiederli anche adesso».

Secondo Maralfa, già vice sindaco di Paola Natalicchio e assessore alla Sicurezza e alla Legalità, «bisogna fare pressione su questi individui (il riferimento è agli incendiari, nda), chiunque essi siano, per costringerli a commettere l'errore fatale. Ovvero continueranno a impiegare così tanta benzina da incendiare, come sta accadendo, anche le facciate degli stabili abitativi». Ed è quello che è avvenuto il 24 settembre scorso in via Zuppetta.

«Non ho a disposizione documenti o informazioni ufficiali, cioè dati obiettivi certi che mi consentano una ricostruzione completa dei fatti e delle causali, quindi vado a tentoni. La scienza - spiega - insegna che prima ancora di individuare l'ignoto autore di un reato, bisogna comprendere bene le dinamiche delle azioni delittuose, per stabilire i punti di congiunzione tra i vari eventi e per farlo bisogna avere un minimo di cognizione».

Sta di fatto che «Molfetta, con le centinaia e centinaia di auto incendiate - dice ancora Maralfa - è uno dei pochissimi comuni italiani (eccezion fatta per le grandi città) ad essere interessato da un fenomeno di tale ampiezza e questo è un fatto indubbiamente importante per partire».

«L'incendio - ricorda l'avvocato - è un reato gravemente punito dal legislatore, con pena della reclusione da 3 a 7 anni, sicché spingendomi oltre, devo ritenere che gli autori siano animati da grossi interessi economici ovvero, in alternativa, che le azioni abbiano un movente psichiatrico (narcisistico) cui si lega il cosiddetto effetto emulativo ("che bel gioco, mi piace, mi provoca piacere, divento importante, sono capace di uscire sui social")».

«Nel primo caso - continua Maralfa, fondatore di due movimenti civici e che ha studiato la criminologia, ovvero il crimine di per sé - bisognerebbe partire da una indagine statistica e subito verificare se i proprietari delle vetture incendiate sono clienti stabili di alcune concessionarie e autocarrozzerie, ovvero le loro vetture siano assicurate contro incendio e furto e presso quali compagnie».

«Nel secondo caso, quello del movente psichiatrico, invece, penso che gli autori agiscano secondo una ben precisa pianificazione e mappatura del territorio. Se così è - conclude - bisogna seguirne attentamente il percorso».
  • bepi maralfa
Altri contenuti a tema
1 Bepi Maralfa: «Covid: ancora buio sulle residenze socio sanitarie a Molfetta» Bepi Maralfa: «Covid: ancora buio sulle residenze socio sanitarie a Molfetta» L'ex vicesindaco: «Nessuna risposta seria e concreta da parte dell'amministrazione comunale»
Comunali 2022 a Molfetta: Paola Natalicchio e Bepi Maralfa di nuovo insieme? Comunali 2022 a Molfetta: Paola Natalicchio e Bepi Maralfa di nuovo insieme? Sinistra Italiana e Area Pubblica: «Il sindaco si dimetta»
1 Da Molfetta una petizione per chiedere giustizia per la morte di Marco Vannini Da Molfetta una petizione per chiedere giustizia per la morte di Marco Vannini L’avv. Bepi Maralfa: «Sentenza di secondo grado aberrante»
Sparatoria in piazza Paradiso: arresto convalidato, "Danny" Grosso resta in carcere Sparatoria in piazza Paradiso: arresto convalidato, "Danny" Grosso resta in carcere Il gip ha convalidato l'arresto al termine dell'interrogatorio. Intanto si cerca la pistola utilizzata dal 22enne
Area Pubblica programma il 2019 tra iniziative e tesseramento Area Pubblica programma il 2019 tra iniziative e tesseramento Tutte le decisioni del direttivo riunitosi negli scorsi giorni
Porto di Molfetta, Maralfa: «Trasparenza e chiarezza dall'amministrazione» Porto di Molfetta, Maralfa: «Trasparenza e chiarezza dall'amministrazione» L'ex vice sindaco lancia l'allarme: reali possibilità di default per le casse del Comune?
3 Borgo libero dalle auto: ecco la petizione del Movimento "Area Pubblica" Borgo libero dalle auto: ecco la petizione del Movimento "Area Pubblica" Le richieste: zona pedonale e via i parcheggi a spina di pesce
1 "Ludopatia": ne parla oggi "Area pubblica" "Ludopatia": ne parla oggi "Area pubblica" L'evento sarà concluso dall'ex vicesindaco Bepi Maralfa
© 2001-2022 MolfettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
MolfettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.