I Carabinieri
I Carabinieri
Cronaca

Inseguimento nella notte: banda di ladri inseguita per 35 chilometri

A bordo di una Golf sono riusciti a sfuggire ai Carabinieri raggiungendo folli velocità. L'inseguimento da Molfetta fino a Terlizzi

Da Molfetta a Terlizzi. È lì che li hanno persi definitivamente. Oltre 35 chilometri di corsa sfrenata, passando dai centri di Giovinazzo, Bitonto e Palombaio, con le sirene dei Carabinieri sempre incollate dietro. Al termine, però, i malviventi (ladri d'auto?) sono riusciti a farla franca, ma le indagini proseguono a tutto spiano.

Tutto è iniziato nel cuore della notte appena trascorsa, poco dopo le ore 03.00, quando quell'autovettura di grossa cilindrata, una Volkswagen Golf, probabilmente di provenienza furtiva, è stata notata per le strade di Molfetta. La festa della Madonna dei Martiri dev'essere stata un richiamo davvero irresistibile per i banditi a bordo. La città in festa, gli appartamenti vuoti e le auto parcheggiate ovunque. Ben presto, però, hanno avuto i militari della Compagnia di Molfetta alle calcagna.

Gli uomini della Sezione Radiomobile non se la sono fatta ripetere due volte. E si sono fiondati su quell'auto sospetta. Così, è iniziato un tallonamento lungo oltre 35 chilometri. Da Molfetta, attraverso la litoranea, si sono diretti verso Giovinazzo. Raggiunta la strada statale 88, la corsa è proseguita verso Bitonto, poi sulla 89 superando Palombaio e infine, attraverso la 108, volando in direzione di Terlizzi. L'inseguimento è durato a lungo, ma, a un certo punto, gli avvistamenti son finiti.

La banda non aveva alcuna voglia di farsi incastrare. I ladri non hanno desistito. E l'hanno fatta franca. La Volkswagen Golf è sparita per le strade di Terlizzi, dov'è riuscita a prendere le distanze e ad essere persa di vista. I banditi se la solo svignata. Le indagini, però, proseguono. E il guanto di sfida è stato ormai lanciato.
  • Carabinieri Molfetta
Altri contenuti a tema
Guerriglia di Capodanno, la Gip sui minori: «Spiccata pericolosità sociale» Guerriglia di Capodanno, la Gip sui minori: «Spiccata pericolosità sociale» Secondo il magistrato «il grave rischio di una facile recidiva può cogliersi nelle modalità concrete con cui i giovani hanno agito»
Guerriglia di Capodanno: tre minorenni affidati a comunità rieducative Guerriglia di Capodanno: tre minorenni affidati a comunità rieducative Un 14enne, un 16enne e un 17enne sono stati destinati alle strutture su disposizione del Tribunale per i Minorenni di Bari
Guerriglia di Capodanno: l'obiettivo «era quello di appropriarsi della piazza» Guerriglia di Capodanno: l'obiettivo «era quello di appropriarsi della piazza» Per il gip Barlafante la volontà era quella di «attentare alla sicurezza pubblica», ma soprattutto «di incutere timore»
5 Capodanno violento a Molfetta, ma le vittime non hanno denunciato per paura Capodanno violento a Molfetta, ma le vittime non hanno denunciato per paura Lo sottolinea il giudice Barlafante nell'ordinanza: nessuna querela, «verosimilmente per il timore di possibili ritorsioni»
Arresti a Molfetta, ieri gli interrogatori. C'è chi ha risposto alle domande Arresti a Molfetta, ieri gli interrogatori. C'è chi ha risposto alle domande Si sono svolti ieri tra il carcere di Trani e Molfetta: gli avvocati proveranno a mettere in discussione la qualità delle immagini
13 «Identificati grazie a telecamere e social». Le parole del capitano Landolfi «Identificati grazie a telecamere e social». Le parole del capitano Landolfi I cinque indagati sono stati ripresi dai video, da loro stesso postati e divenuti virali. Oggi si terranno gli interrogatori di garanzia
«Butta le bombe». Le frasi degli indagati nel VIDEO di Capodanno «Butta le bombe». Le frasi degli indagati nel VIDEO di Capodanno Le voci dalla piazza: «Abbiamo provato, ma non prendeva fuoco». Ed ancora: «Ora era buono a tirare un'altra bomba»
San Silvestro blindato: individuate tre zone "calde". Il piano per Molfetta San Silvestro blindato: individuate tre zone "calde". Il piano per Molfetta In azione Carabinieri e Polizia Locale, sorvegliate speciali piazza Paradiso, Vittorio Emanuele e Municipio. L'appello dell'assessore Roselli
© 2001-2024 MolfettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
MolfettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.