Processione misteri
Processione misteri

Giovedì Santo, dai Sepolcri alla lunga notte dei Misteri

Alle ore 3:00 l'inizio della processione che saluta una nuova alba su Molfetta

Elezioni Regionali 2020
È il giorno centrale della Settimana Santa, il giorno in cui cala il silenzio e il lutto collettivo diventa più denso.

Il Giovedì Santo è sicuramente uno dei momenti più importanti della liturgia pasquale e quello in cui le usanze molfettesi si fanno più forti.

In questo giorno si conclude la Quaresima e con la messa "in Coena Domini" inizia il triduo pasquale che vedrà il suo apice nella solenne veglia pasquale in cui la luce simbolo di resurrezione tornerà a risplendere.

Nelle chiese si rinnova il rito della lavanda pei piedi che ricorda il gesto compiuto da Gesù durante l'Ultima Cena nei confronti dei suoi discepoli prima di morire.

È il momento dei repositori, o come più comunemente li conosciamo "i sepolcri": ogni chiesa ne allestisce uno, ogni chiesa nella ritualità collettiva esprime il suo stile con allestimenti sublimi che si armonizzano con l'architettura dell'edificio sacro. Fiori, drappi, simboli sacri, candele e luci soffuse per un'atmosfera intima.

A visitare di repositori gente in coda, grandi e piccoli impegnati come tradizione vuole a "fare le Chiese". Che siano in numero dispari naturalmente, sfatando la diceria che il Purgatorio, la Cattedrale o il Duomo valgano doppio.

In giro fino a notte fonda. I temerari tirano dritto, un paio di caffè e svegli fino alle 3 del mattino, l'ora in cui il buio cala su corso Dante, la folla si riunisce attorno alla porticina della chiesa di Santo Stefano e prende inizio la processione dei Cinque Misteri.

Perché in fondo, c'è qualcosa di inspiegabile e misterioso in quella processione, in quelle statue che attraversano la città salutando poi l'alba di un nuovo giorno. Quella quiete mortale che genera un coacervo di sentimenti. Ma forse solo uno prende il sopravvento sugli altri: l'orgoglio di essere molfettesi.
  • Processione
  • arciconfraternita di santo stefano
Altri contenuti a tema
"Gesù Morto e deposto dalla Croce": l'antica funzione nella Chiesa di Santo Stefano in diretta su MolfettaViva "Gesù Morto e deposto dalla Croce": l'antica funzione nella Chiesa di Santo Stefano in diretta su MolfettaViva Il rito antichissimo trasmesso sul nostro giornale dalle ore 15 di oggi
Le processioni pasquali di Molfetta patrimonio dell'Unesco? Le processioni pasquali di Molfetta patrimonio dell'Unesco? A parlarne è Pasquale Mancini, promotore dell'iniziativa
1 In diretta sul network Viva la Festa dei Santi Medici di Bitonto In diretta sul network Viva la Festa dei Santi Medici di Bitonto Due collegamenti per vivere dal vivo i momenti più suggestivi della processione
Oggi le celebrazioni e la processione dell'"Assunta" a Molfetta Oggi le celebrazioni e la processione dell'"Assunta" a Molfetta Inizio della processione alle ore 18 dalla Chiesa San Gennaro. "Ritirata" alle ore 21
Giovedì Santo a Molfetta: da "i sepolcri" fino alla notte dei "cinque misteri" Giovedì Santo a Molfetta: da "i sepolcri" fino alla notte dei "cinque misteri" Alle ore 18 in Cattedrale il Vescovo presiede la "Coena Domini"
"Hebdomas Sancta", al Gaart di Molfetta la Settimana Santa si fa "intima" "Hebdomas Sancta", al Gaart di Molfetta la Settimana Santa si fa "intima" I riti molfettesi raccontati da Marcello Magarelli con le foto più suggestive
Donazione di sangue organizzata dall'Arciconfraternita di Santo Stefano di Molfetta Donazione di sangue organizzata dall'Arciconfraternita di Santo Stefano di Molfetta Appuntamento giunto al 28esimo anno, in programma domenica 9 dicembre
1 Arciconfraternita di Santo Stefano: «Critiche pregiudiziali e insinuazioni» Arciconfraternita di Santo Stefano: «Critiche pregiudiziali e insinuazioni» La nota a chiarimento delle polemiche sul convegno dedicato a don Tonino Bello
© 2001-2020 MolfettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
MolfettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.