I rilievi dei Carabinieri
I rilievi dei Carabinieri
Cronaca

Furto nella farmacia dell'ospedale di Molfetta: rubati farmaci antitumorali

Il furto nella notte. Si tratta di prodotti molto costosi, sull'accaduto indagano i Carabinieri

I predoni dei farmaci, dopo Grumo Appula e Putignano, colpiscono anche a Molfetta. Nel mirino dei ladri specializzati in razzie notturne di medicinali è finita la farmacia ospedaliera dell'ospedale monsignor Antonio Bello, lasciato senza farmaci antitumorali.

Il maxi furto di medicinali è avvenuto nella notte. I ladri, attraverso una scala, sono entrati nei locali forzando con un piede di porco ed una tenaglia, rinvenuti sul posto assieme ad un borsone, le vecchie finestre in legno e si sono diretti subito verso il frigorifero contenente i farmaci più costosi. Si tratta in questo caso di medicinali per la cura tumorale. Il bottino del colpo non è stato ancora quantificato, ma il danno è ingente.

La scoperta è stata fatta questa mattina all'apertura della farmacia. Subito sono stati avvisati i Carabinieri della locale Compagnia: i militari del Nucleo Operativo e Radiomobile hanno eseguito i rilievi dentro la farmacia dell'ospedale a caccia di tracce per risalire ai responsabili del furto. I ladri (​chi ha colpito era informato non solo su cosa c'era, ma anche su quali farmaci arraffare, ndr). si sono diretti a colpo sicuro sui farmaci antitumorali, assai costosi sul mercato.

L'ipotesi su cui sono al lavoro gli investigatori è che si tratti di un colpo mirato, su commissione. E soprattutto un solo obiettivo: i medicinali più costosi, quelli antitumorali. Quei farmaci sono oro, sono un business criminale che non conosce crisi della domanda.
  • Furti Molfetta
  • Carabinieri Molfetta
Altri contenuti a tema
Banchina San Domenico, aggressione con coltello: ferito un 19enne Banchina San Domenico, aggressione con coltello: ferito un 19enne I Carabinieri indagano su quanto accaduto ieri sera: il ragazzo è finito al pronto soccorso del don Tonino Bello
1 Stalking, la perseguita e danneggia la sua auto: preso grazie al "Codice Rosso" Stalking, la perseguita e danneggia la sua auto: preso grazie al "Codice Rosso" L'uomo, un noto professionista, è stato fermato dai Carabinieri: non potrà più avvicinarsi alla vittima. È il primo caso a Molfetta
Rubano cavi di rame da un'azienda della zona Asi: arrestati 4 rumeni Rubano cavi di rame da un'azienda della zona Asi: arrestati 4 rumeni I quattro sono stati intercettati perché stavano cambiando una ruota alla loro auto, dopo aver rubato quella di scorta da un altro veicolo
Il ministro Lamorgese ai Prefetti: «Più vigilanza nelle aree di spaccio» Il ministro Lamorgese ai Prefetti: «Più vigilanza nelle aree di spaccio» Il giro di vite disposto da una circolare del Viminale inviata alle 103 Prefetture italiane
Farmaci a ruba anche nell'ospedale di Molfetta: un affare per la criminalità? Farmaci a ruba anche nell'ospedale di Molfetta: un affare per la criminalità? Casi in aumento, ma mai nessun arresto. Le medicine destinate ai pazienti italiani rubate e vendute oltre i confini
Operazione "Ghostbusters", svolti gli interrogatori: presentate due istanze di scarcerazione Operazione "Ghostbusters", svolti gli interrogatori: presentate due istanze di scarcerazione Attesa la decisione del gip di Trani sul caso dei due molfettesi, zio e nipote, che provvedevano a ricettare sul mercato nero la merce rubata
«Erano i ricettatori della banda dei furti». In manette zio e nipote di Molfetta «Erano i ricettatori della banda dei furti». In manette zio e nipote di Molfetta 14 i fermati dai Carabinieri, fra cui Francesco Grosso e suo nipote Peter De Bari. 12 gli arrestati, i colpi anche a Molfetta
1 Banda dei furti in casa, 12 arresti. Anche uno zio e un nipote di Molfetta Banda dei furti in casa, 12 arresti. Anche uno zio e un nipote di Molfetta 9 ordinanze in carcere, 3 ai domiciliari: eseguiti anche 2 obblighi di dimora
© 2001-2019 MolfettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
MolfettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.