Sarah e Christian
Sarah e Christian
Cronaca

Fotografi tedeschi derubati nel parcheggio di un supermercato di Molfetta

Rubata tutta l'attrezzatura fotografica. Il triste appello di Sarah per ritrovare le foto

Si avvicinavano alla fine di un lungo viaggio attraverso l'Europa, ma sfortunatamente quello stesso viaggio ha avuto un brutto epilogo proprio a Molfetta.

Sarah e Christian sono due fotografi tedeschi giunti in Italia con il traghetto e a Molfetta solo di passaggio nella giornata di lunedì, dopo aver viaggiato in lungo e in largo per l'Europa e facendo tappa in Croazia, Montenegro e Albania dove, ci dice Sarah, «si sono sentiti al sicuro».

A Molfetta, purtroppo, non sono stati al sicuro perché poco dopo il loro arrivo sono stati derubati di tutta l'attrezzatura fotografica e informatica che avevano con sé per documentare questo incredibile viaggio. Dopo una lunga notte di viaggio sul traghetto, la prima cosa che Sarah e Christian hanno pensato di fare era fare spese per il resto della settimana e per il viaggio.

Così si sono recati in un supermercato sulla vecchia statale 16 Adriatica ma, appena finite le spese intorno alle ore 11.20 nel parcheggio del supermercato, hanno subito visto che la portiera posteriore era stata forzata e che tutta l'attrezzatura - che comprendeva una borsa con macchina fotografica, obiettivi, 2 ManBook Pro e 2 hard disk con tutte le loro foto degli ultimi tre mesi di viaggio - era sparita, rubata da chissà quale delinquente che si è approfittato di un momento di distrazione.

All'interno della vettura c'era anche Loki, il loro cane che fortunatamente è uscito illeso ma sicuramente avrà assistito impaurito a quell'azione deplorevole.

«Non è triste tutto questo?» chiede Sarah, raccontando anche che sono state rubate anche le foto che avevano scattato ad un matrimonio, foto e ricordi che quegli sposi non riceveranno mai e che sono perduti.

Ai due fotografi tedeschi non è rimasto allora che recarsi presso il comando di Polizia Municipale per sporgere denuncia dell'accaduto e altresì pubblicare post e appelli di aiuto sui social per cercare di recuperare almeno gli hard disk con le loro foto: «Non vogliamo altro di quello che ci è stato rubato dalla borsa, solo gli hard drives, anche ricompensando chi li ritroverà» è il triste messaggio dei due viaggiatori.

Ancor più triste è pensare che Molfetta ha lasciato a questi due giovani esploratoti del mondo la foto più brutta che potesse offrire, un ricordo traumatico che li ha spinti a lasciare subito la città ma che certamente li avrà segnati per sempre.
  • Carabinieri
  • Furto
Altri contenuti a tema
Carabinieri, controlli straordinari per il Ferragosto Carabinieri, controlli straordinari per il Ferragosto In corso controlli alla circolazione stradale e verifiche nell'area costiera
Ritrovato a Bitonto l'uomo con sospetta tubercolosi fuggito dall'ospedale Ritrovato a Bitonto l'uomo con sospetta tubercolosi fuggito dall'ospedale Aveva fatto perdere le proprie tracce mentre era ricoverato al Vittorio Emanuele II di Bisceglie
Ricoverato a Bisceglie per sospetta tubercolosi polmonare, fa perdere le sue tracce Ricoverato a Bisceglie per sospetta tubercolosi polmonare, fa perdere le sue tracce Lo hanno riferito i Carabinieri di Trani, che invitano a prestare la massima attenzione
Vigilanza e stop allo spaccio: i risultati del progetto "Scuole sicure" tra Molfetta e il resto dell'Italia Vigilanza e stop allo spaccio: i risultati del progetto "Scuole sicure" tra Molfetta e il resto dell'Italia In città in arrivo fondi per potenziare i controlli con la Polizia Locale
Truffe agli anziani, smascherati i malviventi. I ringraziamenti ai Carabinieri Truffe agli anziani, smascherati i malviventi. I ringraziamenti ai Carabinieri Una nota dell'associazione Eredi della Storia e delle Associazioni Combattentistiche e d’Arma di Molfetta
Rubata a Molfetta l'auto dei sicari utilizzata nella sparatoria di Andria? Rubata a Molfetta l'auto dei sicari utilizzata nella sparatoria di Andria? L'indiscrezione raccolta dal quotidiano La Gazzetta del Mezzogiorno
Agli arresti domiciliari ma con refurtiva e droga, scoperti dai Carabinieri Agli arresti domiciliari ma con refurtiva e droga, scoperti dai Carabinieri Tornano in carcere un 29enne e un 31enne del luogo. Sequestrati anche 8 grammi di marijuana
Uccide un pitbull a colpi di pistola, arrestato un 59enne di Molfetta Uccide un pitbull a colpi di pistola, arrestato un 59enne di Molfetta L'uomo lo ha colpito con tre proiettili perché aveva aggredito il suo cane. Adesso è in carcere
© 2001-2019 MolfettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
MolfettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.